Ultimi contributi pubblicati

News...

10\09\2017

L'Egitto, il caso Regeni e la voglia di illudersi

di Leonardo Morlino

In questi ultimi anni pochi casi di cronaca sono stati tanto coperti da falsa retorica e voglia di illudersi quanto quello dell'assassinio in Egitto del giovane ricercatore italiano, Giulio Regeni. Qui mettiamo da parte qualche responsabilità morale del supervisor di Regeni. Con il senno del poi..

Leggi tutto...

24\07\2017

Le spine dell’Arbitro

Un’ondata di ricorsi, e il record riguarda la cessione del quinto. Segno che l’Abf è un successo.
Ma dall’ultima Relazione annuale emerge anche che l’organizzazione così com’è fatica a smaltire le richieste. Per la metà infondate.

di Paola Pilati

Il caso del cliente che si vede bloccare il conto corrente dalla banca per costringerlo a sistemare le sue pendenze economiche con la banca stessa; quello a cui viene impedito di chiudere il conto per lo stesso motivo; il titolare di libretto di risparmio a cui vengono modificate le condizioni c..

Leggi tutto...

09\07\2017

NASCE “STUDI MOA”
COLLANA di MANAGEMENT e ORGANIZZAZIONE AZIENDALE
Dalla complessità alla decisione

di Paola Pilati

Non esistono problemi insolubili, spiega Sergio Barile, né in azienda né in altri “sistemi vitali” come il governo di un paese o la dinamica di una coppia. Ecco il metodo. Imparando anche qualcosa da un certo Cesare Quando Giulio Cesare attraversò il Rubicone scrisse il primo trattato di man..

Leggi tutto...

28\06\2017

MIFID II. La partita intorno al risparmio degli italiani

di Paola Pilati

La tutela del risparmio dei cittadini, sancita anche nella Costituzione, ha avuto molte cadute negli ultimi anni: è inciampata nei casi delle obbligazioni Cirio e Parmalat e nei bond argentini, per non parlare più di recente della crisi del Montepaschi e poi delle banche Etruria, Marche, Carifer..

Leggi tutto...

27\06\2017

Pagare meno, pagare tutti. Tagliando la spesa pubblica

Si chiama "25 per cento per tutti" ed è la prima proposta concreta di flat tax che non ammicca solo alle insofferenze dei contribuenti contro Roma ladrona, e che non aggira con disinvoltura i vincoli di spesa pubblica. Viene dall’Istituto Bruno Leoni ed è firmata dall’economista Nicola Rossi. Il..

Leggi tutto...

25\06\2017

La ricerca Mercer

Caccia al rendimento: la svolta del 2017 Fotografia di 1250 portafogli di fondi pensione europei e i consigli per il futuro Rendimento. È l'araba fenice di cui vanno a caccia tutti coloro che devono gestire il denaro, siano essi piccoli risparmiatori che grandi money manager, soprattutto da q..

Leggi tutto...
Speciale

Chi ha paura della Mifid2?

di P.P.

Uno scudo spaziale o una gabbia? Mentre si avvicina il momento in cui il nuovo corpus di regole chiamato Mifid2 entrerà in vigore, si infiamma il dibattito sul suo impatto sul mercato dei prodotti finanziari, dei consulenti, e degli investitori. Camera e Senato hanno dato via libera al governo per i decreti legislativi che trasformeranno la direttiva europea in tavole della legge anche in Italia, in tempo per lo sparo dello start che vale per tutti i paesi membri, il 3 gennaio 2018. Ma mentre dal mondo dei protagonisti della regolamentazione prevalgono le opinioni positive, da quello del mercato non mancano critiche. Gli uni e gli altri si sono confrontati nel corso del Seminario tenuto alla Luiss l'11 luglio per conto di Assonebb, Centro Arcelli e Minerva bancaria Editrice. Dove il commissario Consob Carmine Di Noia ha spiegato come le novità introdotte da questa seconda Mifid rendono obsoleto gran parte del nostro Tuf, il testo unico della finanza, tanto è pervasivo il loro impatto, ma in un quadro di maggiore trasparenza sia per chi produce che per chi compra i prodotti finanziari; Stefano Vincenzi di Mediobanca ha invece dato voce alle difficoltà di chi quei prodotti li deve consigliare e vendere, rispetto alle nuove responsabilità di cui si troverà gravato; perplessità rafforzata nella testimonianza di Patrizio Messina dello studio Orrick, da cui escono i prospetti di quei prodotti strutturati la cui destinazione al mercato dovrebbe, secondo la nuova Mifid, essere corredata da una previsione di “loss”, di perdita potenziale: esercizio quasi impossibile; mentre il responsabile della tutela del consumatore all'Antitrust, Giovanni Calabrò, ha ricordato ai sostenitori del rischio “ingessamento” legato alla Mifid2, che se c'è rispetto della regolazione, non c'è pericolo che ci sia offesa alla libertà del mercato. Pillole del dibattito, queste, che non possono esaurire la ricchezza delle argomentazioni. Abbiamo quindi deciso un approfondimento con tre dei protagonisti: Di Noia, Calabrò, e Guido Ferrarini, al cui libro sull'argomento era dedicato il seminario.

Gli audio di FCHub

di Edoardo Garibaldi

podcast

Parla Giovanni Calabrò, Antitrust, direttore generale Tutela del consumatore

Lo spazio di azione dell'Antitrust in materia di difesa del consumator...

leggi tutto...

Gli audio di FCHub

di Edoardo Garibaldi

podcast

Parla Carmine Di Noia, commissario Consob

Gli operatori si lamentano di una disciplina molto dettagliata? Sono p...

leggi tutto...

Le interviste di FCHub

di Edoardo Garibaldi

notizia

Troppe regole possono far perdere l’obiettivo della regolamentazione. Che è fare l’interesse dell’investitore

La direttiva europea che introduce la Mifid2 entrerà in vigore il 3 ge...

leggi tutto...


Contributors

Ci sostengono con il loro impegno e condividono gli stessi obiettivi

Scopri di più

Articoli

Riguardano i temi più caldi della regolamentazione dei mercati finanziari

Scopri di più

Raffaele Lener

Presidente del Comitato Scientifico di FCHub

FCHub è, vuole essere, un luogo di discussione fra studiosi e operatori del mercato. 

News...

31\05\2017

Oggi a via Nazionale: Focus sull'Arbitro

La Banca d'Italia si è fatta paladina della clientela, e questo ha fruttato la restituzione di 35 milioni di euro indebitamente addebitati. Lo dice nelle sue Considerazioni finali il governatore Ignazio Visco, che offre anche gli ultimi dati sull'attività dell'Arbitro Bancario Finanziario, che è..

Leggi tutto...

Novità editoriali...

Dalla perdita conseguita alla perdita attesa: cosa cambia per le banche con il nuovo principio contabile IFRS9

di Igor Gianfrancesco

Le ripercussioni della crisi dei mercati finanziari del 2007 sull’economia reale hanno evidenziato i limiti del principio contabile IAS39 nel registrare tempestivamente le perdite sui crediti e sulle altre attività finanziarie. Il criterio alla base del principio contabile attualmente in v...

leggi tutto acquista il fascicolo

Motore decisionale e big data possono aiutare le banche a governare meglio i rischi

di Pietro Giuseppe Capizzi e Mariano Franceschini

Le istituzioni finanziarie avvertono sempre più l’esigenza di gestire due specifiche categorie di rischi allo scopo di identificare e anticipare nuove opportunità di business e ottimizzare i processi di gestione degli NPLs (Non Performing Loans): quelli collegati all’erogazione di n...

leggi tutto acquista il fascicolo

Il fallimento della politica monetaria e dei modelli di politica economica (PARTE II)

di Paolo Mandarino

La “General theory of employment, interest and money” (1936) di Keynes è ancora ritenuta un “fondamentale” della macroeconomia. Secondo Keynes, le azioni politiche tese a stimolare la domanda in periodi di disoccupazione sarebbero giustificabili, in particolare, con un increme...

leggi tutto acquista il fascicolo

Gestione del risparmio: come regolamentare il direct lending

di Giorgio DI Stasio

La crisi finanziaria del 2008 ha spinto la comunità internazionale a trovare nuove e diverse alternative che potessero risollevare le sorti del mercato finanziario, partendo proprio da un "restauro" dell'assetto di regole che ne governano il suo funzionamento.

Tale esigenza ...

leggi tutto acquista il fascicolo

La “biodiversità” bancaria è una ricchezza da preservare

di Mario Comana

Il termine biodiversità in ecologia indica l’esistenza di una varietà di forme di vita. Da questo termine siamo partiti per osservare come si presenta oggi la struttura del sistema bancario italiano e al termine di un rapido, ma attento e approfondito viaggio nella tipologia degli int...

leggi tutto acquista il fascicolo

La Fin Tech deve essere partner della banca retail, ma non la può sostituire

di Anna Omarini

La ricchezza della banca retail è sempre stata la stabilità dei suoi depositi; meno evidente, ma altrettanto rilevante, è la sua centralità nel sistema dei pagamenti. Negli anni recenti il contesto di mercato è profondamente mutato, tuttavia continua a valere la condizione per cui le radic...

leggi tutto acquista il fascicolo

Segmentazione delle filiali di una banca in classi di produttività

di Anna Grazia Quaranta

Nel lavoro viene presentato un innovativo approccio multivariato per misurare un aspetto di particolare interesse nell’ambito del controllo di gestione di una banca, ossia la produttività delle sue filiali.

L’obiettivo è sostanzialmente quello di cercare di colmare il gap esistente ...

leggi tutto acquista il fascicolo

I controlli di secondo livello sul credito: recenti mutamenti e implicazioni operative per le banche locali

di Federico Beltrame e Lamberto Masutti

Il XV aggiornamento della Circolare Banca d’Italia n. 263 del 2 luglio 2013 ha comportato una rivisitazione delle mansioni attribuibili al risk manager, con una conseguente ridefinizione del suo ruolo nell’ambito dell’attività di monitoraggio cui è deputato.

Prima delle recenti modifich...

leggi tutto acquista il fascicolo

Il fallimento della politica monetaria e dei modelli di politica economica, PARTE I

di Paolo Mandarino

Il fallimento del Quantitative Easing promosso dalla BCE ha riaperto (sia a livello accademico, che politico) la disputa sull’incapacità delle organizzazioni sovranazionali di trovare soluzioni efficaci ai fenomeni deflazionistici, ponendo ombre sulle manovre monetarie “non convenzi...

leggi tutto acquista il fascicolo

I project bond finora sono stati sottutilizzati. Eppure sono una leva per il rilancio delle infrastrutture. A patto che si riformino così.

di Francesco Baldi

L’articolo tratta dei project bonds (PB) quale forma innovativa di capitale di debito per il finanziamento degli investimenti in infrastrutture, muovendo da una rassegna della letteratura italiana su dette tipologie di obbligazioni e da un esame degli elementi distintivi ad esse assegn...

leggi tutto acquista il fascicolo

Se la Vigilanza si fa più esigente, gli adempimenti delle banche crescono. Ecco come si dovranno riorganizzare

di Alfredo Pallini

Basilea 3, la presenza di più organismi di vigilanza nazionali ed europei, la necessità di coprire sempre nuove esigenze o fenomeni, stanno comportando sensibili mutamenti di scenario con notevole impattosui siste­mi informativi, organizzativi e di governo degli intermediari. Oltre a nuovi...

leggi tutto acquista il fascicolo

L’educazione finanziaria serve a capire le trappole dei mercati. Ma solo se dà spazio ai meccanismi emotivi del comportamento umano

di Pier Luigi Fabrizi

La finanza comportamentale ha ormai una solida impalcatura teorica e il confronto con i dettami della teoria tradizionale è obbligato. Alle ipotesi della razionalità assoluta degli agenti economici e della perfezione dei mercati tipici dell’approccio ortodosso è utile affiancare quanto...

leggi tutto acquista il fascicolo

Tutti i rischi di Basilea IV

di Giovanni Parrillo

Il termine Basilea IV indica le ultime modiche alla proposta per la determinazione dei requisiti patrimoniali delle banche a fronte dei rischi di credito. Si tratta di un tentativo molto importante per omogeneizzare e rendere più trasparenti i sistemi di rating.

Tuttavia la nuova pr...

leggi tutto vai all'articolo acquista il fascicolo

Le regole della Bce per gestire i Non performing loans

di Marco Giannantonio

Negli ultimi 18-24 mesi i temi legati alla crisi del settore bancario europeo hanno pesantemente caratterizzato l’attualità economica e, fra i vari hot topics, la gestione dello stock di crediti deteriorati è stato un argomento oggetto di forte dibattito - sia su scala europea...

leggi tutto vai all'articolo acquista il fascicolo

Le regole del gioco e il gioco delle regole

di Giuseppe Zito

Le principali regole del gioco per il settore bancario e finanziario sono quelle fissate dal Comitato di Basilea; il concetto chiave alla base delle citate regole è quello di attività ponderate per il rischio (RWA), che negli intermediari più avanzati vengono misurate utilizzando model...

leggi tutto vai all'articolo acquista il fascicolo

FCHub

Un nuovo sito per la financial community italiana

Financial Community Hub, è un’iniziativa on line – perché l’informazione economica sul web è vigile e vitale – dell’editore della Rivista Bancaria – Minerva Bancaria, bimestrale specializzato che ha superato il suo settantesimo anno di attività. L’Editrice Minerva Bancaria, oggi sostenuta da una nuova governance formata da soci legati tra loro dall’impegno comune dell’indipendenza di giudizio, ha ampliato il proprio ambito di attività e l’obiettivo di FCHub – che della nuova mission è parte integrante – è quello di diventare un punto di riferimento per il dibattito pubblicistico e scientifico sui temi che riguardano il mercato finanziario italiano, intervenendo anche con contributi di tipo giornalistico immediatamente a ridosso degli eventi più significativi.

FCHub è sostenuta in questo impegno da partner che condividono gli stessi obiettivi di trasparenza, consapevolezza e crescita del ruolo del mercato.

Il sito si occupa, in prevalenza, di economia e diritto dei mercati, regolamentazione, vigilanza, corporate governance, senza escludere peraltro interventi su altre tematiche legate al mondo della finanza. All’interno del sito trovano spazio gli articoli dei contributors abituali e di quelli occasionali. Ma anche i più importanti documenti ufficiali e i paper che la Direzione e il Comitato Scientifico riterranno più significativi.

FCHub non corre dietro all’attualità: con spirito critico, la genera



Riflettori su...

Partnership FCHub-QuiFinanza

FCHub ha avviato una collaborazione editoriale con QuiFinanza, il portale dedicato al mondo dell'economia e della finanza del gruppo Italiaonline, prima internet company italiana. 

QuiFinanza è da sempre nella top five dei siti di settore, premiato dagli utenti per la capacità di spiegare con chiarezza argomenti spesso complessi come i mercati finanziari, le politiche fiscali, le riforme e i diritti dei consumatori. I contributi di FCHub ospitati da QuiFinanza vengono riproposti anche sulle home page dei portali Libero e Virgilio, oltre che condivisi sui social network.

 

logo Qui Finanza
Partnership FCHub - Assonebb

FCHub ha avviato una collaborazione scientifica con Assonebb, Associazione Nazionale Enciclopedia della Banca e della Borsa, condividendo gli stessi obiettivi di ricerca scientifica e di educazione finanziaria.



logo assonebb