ABF - Decisioni selezionate

ABF - Decisioni selezionate

La rubrica che FCHub offre ai propri lettori ha l'obiettivo di selezionare tra le decisioni dell’Arbitro Bancario Finanziario quelle più innovative e di maggiore impatto. La qualità dell'attività è garantita da un apposito Comitato di Redazione (v. riquadro) che vaglia e presenta le decisioni più interessanti pronunciate dai sette Collegi in cui l'Abf è articolato. Per semplicità di ricerca e velocità di reperimento, le decisioni sono indicizzate attraverso una voce principale di riferimento e altre voci secondarie.

Comitato di redazione

  • Giuseppe Leonardo Carriero (co-editor)
  • Raffaele Lener (co-editor)
  • Pierfrancesco Bartolomucci
  • Veronica Carriero
  • Maria Domenica Ciace
  • Francesca Parrillo

Nei casi in cui la Banca accrediti l’importo di un bonifico sulla base di una provvista che accerti essere stata fraudolentemente costituita, legittimamente dispone lo storno dell’importo anche prescindendo dal consenso del beneficiario, al quale peraltro deve essere fornito tempestivo avviso della vicenda (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Maimeri

Decisione n. 11523 / 2018 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: bonifico - legittimità (d. lgs. n. 11/2010 artt. 9-11-17-20) - presupposti - storno per frode sospetta -

La rettifica di operazioni di pagamento non autorizzate può avvenire solo ed esclusivamente nel rispetto dei termini previsti dalla legge (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Mincato

Decisione n. 11870 / 2018 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: decadenza (d.lgs. n. 11/2010 artt. 7-8-9) - disconoscimento oltre i termini - operazioni asseritamente fraudolente -

E’ inefficace l’esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore oltre i termini di legge, conformemente richiamati dalle previsioni contrattuali (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Blandini

Decisione n. 10689 / 2018 | pdf

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: contratto “a distanza” - decorso del termine - esercizio del diritto di recesso - inefficacia (d.lgs. n. 385/1993 art.125 ter) -

Gli intermediari coinvolti nella negoziazione di un assegno fraudolento sono solidalmente responsabili nei confronti del cliente laddove abbiano violato i doveri di diligenza e prudenza nello svolgimento della propria attività previsti dalla specifica normativa di settore (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Campobasso

Decisione n. 11200 / 2018 | pdf

Voce principale: Titoli di credito

Voci secondarie: assegno circolare falso - difetto di diligenza degli intermediari emittente e negoziatore - fattispecie (cod. civ. art. 1176) - negoziazione - responsabilità solidale -

Pur presumendosi che il sottoscrittore di buoni postali fruttiferi sia edotto della possibile variazione dei tassi d’interesse per effetto di modifiche normative sopravvenute, resta fermo il suo diritto alla percezione di quanto indicato nel documento per il periodo successivo (ed estraneo) alle riferite variazioni (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Meli

Decisione n. 8049 / 2018 | pdf

Voce principale: Documenti di legittimazione

Voci secondarie: buoni postali fruttiferi - errato calcolo degli interessi - fattispecie (d.p.r. n. 156/1973) - prevalenza delle condizioni riportate sul documento -

E’ onere del mutuatario fornire la prova della obbligatorietà di una polizza assicurativa indicata dalle parti come facoltativa all’atto della stipula di un contratto di finanziamento; l’intermediario, ove non produca elementi di prova di segno contrario, deve procedere alla rideterminazione del piano di ammortamento sulla base di quanto previsto dalla legge (MDC)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Martino

Decisione n. 7798 / 2018 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: asserita obbligatorietà polizza assicurativa - effetti (d.lgs. n. 385/1993 art. 125 bis) - estinzione anticipata - mancato inserimento nel TAEG dei relativi costi -

La Banca risponde dei danni arrecati alla clientela quando omette di osservare, nell’espletamento della propria attività, la diligenza specificamente richiestale dalla legge (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Sirena

Decisione n. 6582 / 2018 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: contraffazione di assegni - diligenza professionale - effetti (cod. civ. artt. 1176 e 2055) - responsabilità dell’intermediario -

È nulla una clausola di indicizzazione al Franco Svizzero, qualora il meccanismo di conversione e le operazioni aritmetiche che debbano essere eseguite non siano spiegati in modo chiaro, in violazione del principio di trasparenza (FP)

Collegio di Torino

Pres. Lucchini Guastalla - Est. Munari

Decisione n. 9813 / 2018 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: clausola contrattuale - conversione in euro - estinzione anticipata - indicizzazione al Franco Svizzero - nullità (Cod. Cons. artt. 33 - 34 e 36; Direttiva 93/13/CE artt. 4 e 6) -

Per dimostrare la natura facoltativa di una polizza stipulata contestualmente ad un contratto di credito al consumo, la banca deve provare di avere offerto condizioni simili ad altri soggetti con il medesimo merito creditizio senza imporre la stipula della polizza (FP)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Lucarelli

Decisione n. 7873 / 2018 | pdf

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: accoglimento (d.lgs. n.385/1993 art. 125-bis) - insufficienza - mancata inclusione nel TAEG - polizza assicurativa - presunzioni - prova contraria -

In assenza della dichiarazione di successione esiste, in capo all’intermediario, un vero e proprio divieto di esecuzione della prestazione restitutoria nei confronti degli eredi sino al momento della presentazione della documentazione successoria (MDC)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Marinaro

Decisione n. 17791 / 2018 | pdf

Voce principale: Titoli di credito

Voci secondarie: assegno bancario - asserita falsa sottoscrizione - decesso del titolare del conto - eredi - inammissibilità (d. lgs. n. 346/1990 artt. 48 e 53) - mancata produzione della dichiarazione di successione - richieste restitutorie -

La valutazione della obbligatorietà di una polizza assicurativa - e il conseguente inserimento della stessa nelle voci di costo del credito con possibili effetti sul superamento del tasso soglia convenuto – deve essere effettuata con riferimento alla normativa vigente al momento della stipula del contratto di finanziamento (MDC)

Collegio di Coordinamento

Pres. Massera - Est. Massera

Decisione n. 16921 / 2018 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: asserita obbligatorietà della polizza assicurativa - disciplina applicabile - fattispecie (cod. civ. art. 1815; cod. pen. - art. 644; l. n. 108/1996 - artt. 1 e 2 bis; d. l. n. 394/200; d. l. n. 185/2008 - art. 2 bis) - tassi usurari -

La decisione dell’intermediario di revocare il fido a un proprio cliente è insindacabile in quanto attinente a una valutazione del merito creditizio (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Prosperetti

Decisione n. 8070 / 2018 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: illegittimità - infondatezza - revoca - ritardato preavviso -

Nel caso di iscrizione alla Centrale d’Allarme Interbancaria della Banca d’Italia (CAI), l’intermediario deve adempiere all’obbligo di preavviso nei confronti del cliente e deve fornire prova dell’invio e della ricezione della relativa comunicazione. (PB)

Collegio di Milano

Pres. Orlandi - Est. Santoni

Decisione n. 8191 / 2017 | pdf

Voce principale: Centrale di allarme interbancaria

Voci secondarie: addebito su carta di credito - insufficienza di fondi - mancato preavviso - onere della prova - segnalazione erronea - sussistenza (cod. civ. artt. 1334-1335-2697) -

Ai fini della verifica dell’usura di un contratto di finanziamento non possono essere tenuti in considerazione i tassi moratori, che sono esclusi dal calcolo del tasso soglia, in applicazione del principio di simmetria (PB)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Rabitti

Decisione n. 8081 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: insussistenza (cod. civ. art. 1815; cod. pen. art. 644; l. n. 108/1996) - sommatoria interessi corrispettivi e interessi di mora - usura -

Se contestualmente all’erogazione di un finanziamento viene stipulata una polizza assicurativa, la contestualità fa presumere l’esistenza di un collegamento fra i due contratti, salvo prova contraria (FP)

Collegio di Coordinamento

Pres. Lapertosa - Est. Ruperto

Decisione n. 250 / 2018 | pdf

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: asserita usurarietà - contestualità - criteri di collegamento - infondatezza (Cod. Civ. art. 1815; Cod. Pen. art. 644) - mancata inclusione nel TEG dei costi assicurativi - polizze assicurative -

Una volta che il credito è stato ceduto, l’intermediario cedente non può essere convenuto dal debitore ceduto per la restituzione dei costi recurring (FP)

Collegio di Coordinamento

Pres. Lapertosa - Est. Ruperto

Decisione n. 6816 / 2018 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: cartolarizzazione dei crediti - costi recurring - difetto di legittimazione passiva (Testo Unico Bancario artt. 58 e 125-sexies; L. 130/1990 art. 4) -

In un contratto di finanziamento sono nulle le clausole che non includono nel TAEG i costi relativi a polizze assicurative obbligatorie (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Rabitti

Decisione n. 9514 / 2018 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: effetti (d.lgs. n. 385/1993 art. 125 bis) - mancata inclusione nel TAEG - polizza assicurativa -

Essendo l’arbitro bancario tenuto a decidere secondo diritto, il principio enunciato dalle sezioni unite di cassazione che nega rilevanza all’usura sopravvenuta esclude ogni possibilità di sanzionare il superamento, nel corso del rapporto, del tasso soglia (MDC)

Collegio di Coordinamento

Pres. Massera - Est. Massera

Decisione n. 7440 / 2018 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: infondatezza (cod. civ. artt. 1346 - 1815; cod. pen. art. 644; l. 108/1996 artt.1 e 4 ; d.l. n. 394/2000 art. 1; l. n. 24/2001) - retrocessione interessi non dovuti - usura sopravvenuta -

Se la omessa inclusione della polizza collegata al contratto di finanziamento nei relativi costi determina il superamento del tasso soglia in materia di usura, la banca è tenuta alla restituzione di tutti gli interessi illegittimamente percepiti (MDC)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Berti

Decisione n. 7752 / 2018 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: fattispecie (cod. civ. art. 1815) - mancata inclusione nel TEG dei costi assicurativi - sussistenza - usurarietà genetica -

Fatta salva una diversa volontà delle parti, alle operazioni di accredito in c/c di assegni bancari si presume applicabile la clausola “salvo incasso” ; ove l’assegno venga stornato per mancanza di provvista, la banca è responsabile dei soli, eventuali danni conseguenti all’incolpevole affidamento sulla disponibilità della somma (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Prosperetti

Decisione n. 8065 / 2018 | pdf

Voce principale: Titoli di credito

Voci secondarie: fattispecie (cod. civ. - artt. 1829 e 1857) - legittimità - storno -

In un contratto di apertura di credito le parti possono convenire che, indipendentemente dalla durata del contratto, sia attribuito alla Banca un diritto potestativo di recesso unilaterale ad nutum (a prescindere dalla sussistenza di una giusta causa di recesso) con l’onere di preavviso di un giorno. Va da sé che l’esercizio della facoltà deve essere effettuato nel pieno rispetto delle regole di correttezza e buona fede (MDC)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Alvisi

Decisione n. 6344 / 2018 | pdf

Voce principale: Contratto bancario in genere

Voci secondarie: illegittimità (cod. civ. artt. 1175 - 1375 - 1845 - 1855; d. lgs. n. 385/1993 - artt. 119 e 125) - presupposti - recesso della Banca - segnalazione in C.R. -

A fronte della parziale estinzione anticipata di un contratto di finanziamento la Banca deve immediatamente procedere alla riformulazione del piano di ammortamento (MDC)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Marinaro

Decisione n. 7868 / 2018 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: asserita nullità - carenza di forma - effetti (d.lgs n. 385/1993 - artt. 117 - 120 quinquies - 125 bis e sexies) - estinzione anticipata - infondatezza - tardiva rideterminazione del piano di ammortamento -

Sono responsabili in solido nei confronti dei clienti le banche coinvolte nella gestione degli assegni che non osservino scrupolosamente tutti gli accorgimenti tecnici previsti dalla specifica normativa di settore. (MDC)

Collegio di Coordinamento

Pres. Massera - Est. Maugeri

Decisione n. 7283 / 2018 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: assegno circolare - concorso di colpa - fattispecie (l. n. 106/2011 art. 1) - violazione delle regole di diligenza delle banche emittente e negoziatrice -

Nel caso in cui il cumulo dei finanziamenti dietro cessione del quinto della retribuzione (o pensione) determini il superamento del limite del quinto, la violazione della disciplina speciale non determina nullità contrattuale ma solo, ricorrendone i presupposti, il risarcimento del danno. (MDC)

Collegio di Coordinamento

Pres. Lapertosa - Est. Tina

Decisione n. 24 / 2018 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: cumulo di due contratti - esclusione (cod. civ. art. 1418; d.lgs n. 385/1993 art. 113; d.p.r. n. 180/1950 art. 5) - nullità - superamento limite quinto cedibile -

Utilizzo fraudolento del Bancomat: vi è concorso di colpa laddove il cliente non abbia osservato la dovuta diligenza nella custodia del codice PIN, e la banca non abbia predisposto dei meccanismi automatici di segnalazione o di blocco della carta in presenza di significative anomalie (FP)

Collegio di Torino

Pres. Lucchini Guastalla - Est. Lucchini Guastalla

Decisione n. 3251 / 2018 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: carta di debito - Concorso di colpa (cod. civ. art. 1176; d. lgs. N. 11/2010 artt. 8 e 12) - Indicatori di anomalia - oneri di diligenza da parte del cliente - utilizzo fraudolento -

Nonostante l’illegittimità di una prassi instauratasi fra banca e cliente, quest’ultimo non può farne valere l’irregolarità al solo fine di disconoscere specifiche operazioni riguardanti la gestione delle ricevute bancarie (FP)

Collegio di Bari

Pres. De Carolis - Est. Tucci

Decisione n. 3720 / 2018 | pdf

Voce principale: Servizi bancari

Voci secondarie: affidamento - assenza di autorizzazione - fattispecie (cod. civ. artt. 1175 e 1375; provvedimento della Banca d’Italia del febbraio 2013 recante istruzioni applicative del Regolamento (UE) 260/2012) - prassi nei rapporti fra banca e cliente - ricevuta bancaria -

L’intermediario che ha smarrito le cambiali presentategli per l’incasso è responsabile nei confronti del cliente. Assumono rilievo, ai fini della entità del ristoro dovuto, elementi di prova relativi sia alla copertura delle cambiali sia alla solvibilità dei debitori (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Santagata

Decisione n. 15642 / 2017 | pdf

Voce principale: Titoli di credito

Voci secondarie: liquidazione equitativa (r.d. n. 1669/1933) - perdita di chance - smarrimento -

Il diritto di accesso alla documentazione bancaria deve essere distinto dall’accesso ai dati personali. La banca, pertanto, non può rifiutarsi di fornire informazioni sulla consistenza di un conto caduto in successione (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Sirena - Est. Meli

Decisione n. 17530 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: dati sulle giacenze - illegittimità (d.lgs. n.196/2003 art. 7) - morte del cointestatario - rifiuto -

Il sindacato sulla legittimità degli interessi moratori sfugge alla disciplina sull’usura, riguardando solo una loro eventuale eccessività manifesta (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Greco

Decisione n. 15750 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: asserita usurarietà e anatocismo - insussistenza (cod. civ. art. 1283; d.lgs. n. 385/1993 art. 120) - Interessi moratori -

La mancanza di prova degli elementi costitutivi di una denunciata pratica commerciale scorretta esclude l’accoglimento della domanda (MDC)

Collegio di Bari

Pres. De Carolis - Est. Tucci

Decisione n. 7096 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: fattispecie - infondatezza (d.lgs. n. 206/2005 - artt. 20-21-27) - mancanza di prova - polizza assicurativa - pratica commerciale scorretta -

La Banca non è obbligata ad accogliere le richieste di rinegoziazione di un mutuo, trattandosi di valutazioni discrezionali che attengono al merito creditizio. (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Greco

Decisione n. 16763 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: asserita violazione degli obblighi di buona fede - diniego - fattispecie (cod. civ. artt. 1175 - 1337 - 1375) - infondatezza - rinegoziazione -

In un finanziamento garantito da polizza assicurativa, per valutare la tempestività della Banca nell’inoltrare la denuncia di infortunio occorso al finanziato, occorre preliminarmente verificare che le specifiche previsioni del contratto di assicurazione non prevedano l’obbligo del pagamento delle rate residue da parte di altri Enti. (MDC)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Meruzzi

Decisione n. 16067 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: asserito ritardo - denuncia di sinistro - insussistenza - polizza assicurativa -

Il creditore che, in relazione ad un rapporto di finanziamento, si riserva di dichiarare il sovvenuto decaduto dal beneficio del termine al persistere dell’inadempimento non pone in essere una condotta illegittima, non essendo tra l’altro allegato alcun danno imputabile alla riferita condotta. (MDC)

Collegio di Palermo

Pres. Santangeli - Est. De Luca

Decisione n. 17556 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: decadenza dal beneficio del termine - fattispecie - illegittimità - insussistenza (cod. civ. art. 1186) -

Ogni proposta di modifica unilaterale delle pattuizioni contrattuali – che ha natura di atto recettizio – deve essere notificata al cliente e l’onere della prova dell’effettivo invio incombe sulla Banca. (MDC)

Collegio di Palermo

Pres. Maugeri - Est. Desiderio

Decisione n. 17715 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: anatocismo e commissioni - assenza di prova della ricezione - asserite illegittimità - CIV - comunicazione - inefficacia (cod. civ. artt. 1283 - 1341 - 1346 - d. lgs. n. 385/1993 artt. 118) - insussistenza - modifica unilaterale - natura recettizia -

La banca è tenuta a risarcire al titolare di un conto corrente parte delle somme sottratte illecitamente da una propria funzionaria infedele, condannata con sentenza penale (FP)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Meruzzi

Decisione n. 16061 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: accoglimento parziale - assenza di prova - cancellazione da centrale rischi - domanda restitutoria - esclusione - esclusione (cod. civ. artt. 2049; 2697) - litispendenza penale -

Segnalazione al CAI - vigente il divieto ad emettere assegni per un segnalato, la banca che riceve nuovi assegni all'incasso deve legittimamente segnalare il fatto al CAI e non può cancellare la segnalazione senza preventivo ordine delle Autorità preposte. (MDC)

Collegio di Palermo

Pres. Maugeri - Est. Santangeli

Decisione n. 9452 / 2017 | pdf

Voce principale: Centrale di allarme interbancaria

Voci secondarie: assegno bancario - assenza di prova - difetto di provvista - pagamento - richiesta di cancellazione - rigetto (l. 15.12.1990 n. 386 artt. 2 - 8 - 10 e 10bis) - segnalazione -

Quando è in contestazione la natura (obbligatoria o facoltativa) della polizza assicurativa e dei suoi riflessi sul TAEG, all’intermediario è consentito fornire la prova del carattere non obbligatorio della polizza attraverso indici presuntivi (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Rabitti

Decisione n. 15931 / 2017 | pdf

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: asserita difformità tra TAEG effettivo e TAEG contrattuale - facoltatività della polizza - mancata inclusione nel TAEG dei costi assicurativi - rigetto (d.lgs n. 385/1993 art. 125 bis) -

Allorché il costo della polizza assicurativa sia stato interamente sopportato dal finanziatore, nulla è dovuto al cliente in caso di estinzione anticipata del finanziamento. (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Rosapepe

Decisione n. 14156 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: estizione anticipata - fattispecie (d.p.r. n. 180/1950 art. 54) - infondatezza - mancata retrocessione oneri assicurativi -

Nel caso di contrasto tra quanto dedotto nel reclamo e quanto prospettato in sede di ricorso all’ABF, il ricorso stesso è irricevibile. (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Giglio

Decisione n. 14151 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: contrasto tra reclamo e ricorso - disconoscimento del credito residuo - irricevibilità -

Quando venga chiesta copia cartacea della documentazione relativa a rapporti di conto corrente bancario, la banca deve addebitare al richiedente solo i costi effettivamente sostenuti per soddisfare la richiesta. (MDC)

Collegio di Torino

Pres. Lucchini Guastalla - Est. Battelli

Decisione n. 14168 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: costi relativi - criteri di determinazione - effetti (d.lgs. n. 385/1993 art. 119) - richiesta copia documentazione -

La legittimazione alla liquidazione del saldo di un conto corrente a firma disgiunta da parte dei cointestatari superstiti in ipotesi di decesso di un contitolare va valutata anche alla luce della disciplina fiscale che impone, in ipotesi siffatte, agli istituti di credito la verifica della avvenuta presentazione della dichiarazione di successione da parte degli interessati prima di procedere a qualsivoglia similare operazione (V.C.)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Santagata De Castro

Decisione n. 6446 / 2017 | pdf

Voce principale: Cassette di sicurezza

Voci secondarie: decesso di un cointestatario - disciplina fiscale - legittimazione - rilevanza (cod. civ. artt. 1835 ss.; d. lgs n. 346/1990 art. 48) -

L’intermediario emittente un titolo risultato falso non assolve diligentemente i suoi obblighi professionali, e non va pertanto esente da responsabilità, se non adotta tutti gli accorgimenti più specifici al fine di neutralizzare manomissioni tecniche prevedibili e intromissioni truffaldine sulle proprie linee telefoniche. Del pari, l’intermediario che negozia un titolo falsificato non va esente da colpa se si limita a contattare l’emittente con una ricerca recapiti effettuata su un sito internet, senza avvedersi di evidenti discrasie tra numero di serie e taglio del titolo. (V.C.)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Scotti

Decisione n. 6447 / 2017 | pdf

Voce principale: Titoli di credito

Voci secondarie: diligenza professionale - falsità - fattispecie (cod. civ. artt. 1176 - 2043 - 2051) - responsabilità concorrente degli intermediari coinvolti -

Nel caso di utilizzo fraudolento della carta di credito, l’intermediario risponde nei confronti del titolare quando l’esercente affiliato abbia omesso di far firmare il “memorandum di spesa” all’esibitore della carta stessa. (MDC)

Collegio di Bari

Pres. Tucci - Est. Principe

Decisione n. 724 / 2018 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: effetti (cod. civ. artt. 1269 1227) - memorandum di spesa - omessa sottoscrizione - utilizzo fraudolento -

La Banca non ha alcun obbligo di fare credito e può pertanto autonomamente valutare se accogliere o no la richiesta di surrogazione di un mutuo; dovendo la discrezionalità peraltro esplicarsi nell’osservanza della correttezza e della buona fede, nel caso di diniego ne dovranno essere esplicitate le ragioni. (MDC)

Collegio di Bari

Pres. De Carolis - Est. Costantino

Decisione n. 156 / 2018 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: diniego - domanda risarcitoria - mancanza (cod. civ. art. 1337; d.lgs. n. 385 995 art. 5) - surrogazione - violazione regole trasparenza e buona fede -

Nella valutazione di usurarietà di un prestito non vanno considerati gli interessi moratori stante la funzione risarcitoria cui sono finalizzati. (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Blandini

Decisione n. 13409 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: asserita usurarietà - infondatezza (cod. civ. art. 1384; cod.pen. art. 644) - sommatoria di interessi corrispettivi e moratori -

Il fideiussore non riveste legittimazione attiva nei confronti del creditore per la restituzione di somme asseritamente corrisposte dal debitore principale in eccedenza rispetto al dovuto, spettando tale diritto al solo debitore principale, nei confronti del quale il fideiussore può eventualmente rivalersi. (MDC)

Collegio di Milano

Pres. Lapertosa - Est. Tina

Decisione n. 2122 / 2018 | pdf

Voce principale: Garanzie personali

Voci secondarie: carenza di legittimazione (cod. civ. art. 1950; r.d. n. 267/1942 artt. 67 e 71) - effetti - escussione - fallimento del debitore - richieste restitutorie -

Il presupposto per la legittimità dell’iscrizione del finanziato inadempiente nei Sistemi di informazione creditizia è la ricezione, da parte del debitore, del preavviso dell’imminente segnalazione. L’onere della prova della ricezione incombe al segnalante. L’ABF può tuttavia desumere la prova anche da allegazioni che rappresentino una ammissione del fatto da provare. (MDC)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Martino

Decisione n. 13026 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: asserita usurarietà del TEG - fattispecie (cod. civ. artt. 1334-1384- 2697; d.lgs. n. 385/1993 art. 125) - infondatezza - obbligo di preavviso - segnalazione nei sistemi di informazione creditizia -

Gli intermediari che hanno dato esecuzione a un ordine di bonifico poi revocato sono esenti da colpa quando: i) la revoca sia intervenuta in un momento successivo all’accredito; ii) l’ordine di pagamento sia stato ricevuto dal prestatore dei servizi di pagamento del pagatore. (MDC)

Collegio di Bari

Pres. Tucci - Est. Appio

Decisione n. 15023 / 2017 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: bonifico - insussistenza (d.lgs n. 11/2010 artt. 5 17 e 24). - responsabilità degli intermediari - revoca -

Il giudizio di usurarietà del tasso effettivo globale (TEG) si basa sul raffronto tra il TEG indicato in contratto e il Tasso effettivo globale medio (TEGM) indicato nei decreti ministeriali che recepiscono le rilevazioni effettuate dalla Banca d’Italia. Il raffronto presuppone che i criteri di computo del TEG e del TEGM siano omogenei e conformi alla citata metodologia di calcolo. L’accertamento della difformità del TAEG contrattuale con quello effettivo determina la nullità del tasso applicato con gli effetti sostitutivi previsti dalla legge. (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Porta

Decisione n. 11397 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: asserita usurarietà - difformità tra TAEG effettivo e TAEG contrattuale - effetti (cod. civ. artt. 1224-1815; cod. pen. art. 644; d.l. n. 394/2000; d.lgs. n. 385/1993 artt. 121-125 bis; l. n. 108/1996 art. 2) - infondatezza - Tasso effettivo globale (TEG) -

La mancata inclusione nel costo totale del finanziamento (TAEG) dei costi della polizza assicurativa obbligatoria comporta, in assenza della qualifica di consumatore del mutuatario, esclusivamente effetti risarcitori a carico dell’intermediario. (MDC)

Collegio di Torino

Pres. Lucchini Guastalla - Est. Benedetti

Decisione n. 12857 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: assenza della qualifica di “consumatore” - effetti meramente risarcitori (d.lgs n. 385/1993 artt. 117) - mancata inclusione nel TAEG - polizza assicurativa obbligatoria -

L’intermediario che non provveda tempestivamente ad aggiornare, con la cancellazione del soggetto segnalato, gli archivi della Centrale dei rischi , risponde dei danni a questi eventualmente provocati. (MDC)

Collegio di Milano

Pres. Lapertosa - Est. Giampaolino

Decisione n. 12982 / 2017 | pdf

Voce principale: Centrale dei rischi

Voci secondarie: assenza di prova - danno non patrimoniale - danno patrimoniale - illegittimità della segnalazione - liquidazione equitativa (cod. civ. artt. 1226 e 2056) -

Se il contratto di mutuo prevede l'iscrizione di ipoteca su un immobile con mandato a vendere previa acquisizione di perizia giurata, l'intermediario non puo' essere chiamato a rispondere del minore guadagno rispetto a quello che si sarebbe potuto realizzare sulla base di una perizia non giurata. (MDC)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Longobucco

Decisione n. 11716 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: assenza di prova (d.l. n. 203/2005 art. 11 quaterdecies) - asserito inadempimento - insussistenza - risarcimento del danno - vendita immobile ipotecato -

Pur essendo legittima la facoltà di modificare, tramite decreti ministeriali, i tassi di interesse indicati sui buoni postali fruttiferi anche in senso peggiorativo per il risparmiatore, prevalgono le condizioni risultanti dal testo dei buoni di volta in volta sottoscritti per i periodi successivi alla modifica in assenza di diverse indicazioni sul titolo. (MDC)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Longobucco

Decisione n. 11696 / 2017 | pdf

Voce principale: Documenti di legittimazione

Voci secondarie: fattispecie (cod. civ. art. 1339; d.m. 13.6.86 art. 5) - illegittimità - ius variandi -

Lo storno degli addebiti (chargeback) effettuati nell'ambito del servizio di autorizzazione dei pagamenti a favore di un esercente (acquiring) è legittimo laddove l'esercente non abbia scrupolosamente osservato tutte le prescrizioni contenute nelle condizioni generali dei servizi di convenzionamento. (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Blandini

Decisione n. 11650 / 2017 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: addebito - difformità della cancellation policy con gli accordi generali di settore - chargeback - legittimità (cod.civ. artt. 1176 - 1189 - 1229 - 1992) - mancata fruizione servizi alberghieri - Servizio di acquiring -

La banca non può pagare un assegno circolare non trasferibile a persona diversa dal beneficiario. Se ciò accade, la banca risponde dell’alterazione del titolo a prescindere dalla qualità dell’alterazione stessa (peraltro, nel caso di specie, indimostrata), trattandosi di titolo emesso dallo stesso intermediario. (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Blandini

Decisione n. 11648 / 2017 | pdf

Voce principale: Titoli di credito

Voci secondarie: assegno circolare non trasferibile - fattispecie (cod. civ. art. 1176; r.d. n. 1736/1933 artt.43-86) - pagamento a persona diversa dal beneficiario - responsabilità delle banche emittente e negoziatrice -

La banca mutuante ha la facoltà di escutere la garanzia fideiussoria compensandola con il saldo di un conto corrente intestato ad un fideiussore divenuto nel frattempo anche debitore a seguito di successione ereditaria (FP)

Collegio di Napoli

Pres. Maimeri - Est. Santagata De Castro

Decisione n. 9120 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: compensazione legale - fideiussione - garanzie personali - infondatezza (cod. civ. artt. 1186 - 1853 - 1854) -

L’intermediario non è tenuto al risarcimento dei danni in caso di ritardo nella surrogazione di un mutuo, se l’allungamento dei tempi della fase istruttoria è dovuto a delle segnalazioni pregiudizievoli a carico del cliente emerse dalla consultazione della Centrale dei Rischi (FP)

Collegio di Milano

Pres. Lapertosa - Est. Tina

Decisione n. 9214 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: centrale dei rischi - infondatezza (cod. civ. artt. 1337 e 2043; d. lgs. n. 385/1993 art. 120 quater) - responsabilità dell’intermediario - rinegoziazione condizioni mutuo - ritardo - segnalazioni pregiudizievoli - surroga -

Il trasferimento del conto corrente ad altro intermediario deve avvenire nel rispetto dei termini e delle modalità previsti dalla legge. Eventuali disagi sofferti dai clienti nel corso del perfezionamento della procedura integrano la fattispecie del danno risarcibile solo se assistiti da prova. (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Santagata De Castro

Decisione n. 9078 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: assenza di prova (cod. civ. art. 2697; direttiva UE 2014/92 l. 33/2015; d.lgs. n. 37/2017; d. lgs. n. 385/1993 art. 126 quinquiesdecies). - blocco del conto - impossibilità medio tempore di fruire del servizio di home banking - Richiesta di "portabilità" - risarcimento del danno -

Nel pagamento di un assegno incombono sia alla banca trattaria che alla banca girataria per l'incasso obblighi di verifica della regolarità formale della girata, peraltro espletati nel caso di specie. (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Maimeri

Decisione n. 9025 / 2017 | pdf

Voce principale: Titoli di credito

Voci secondarie: inammissibilità (cod. civ. artt 1176 e 1710) - insussistenza - mancato pagamento assegno - regolarizzazione - violazione del dovere di diligenza professionale della banca negoziatrice -

Eventuali maggiori addebiti di commissioni o interessi anatocistici nei contratti di apertura di credito e di conto corrente rispetto a quelli di volta in volta stabiliti dalla legge, riscontrati in data successiva all'entrata in vigore delle relative disposizioni, debbono essere restituiti. (MDC)

Collegio di Milano

Pres. Lapertosa - Est. Santarelli

Decisione n. 9043 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: Addebito commissioni disponibilità fondi - effetti - fattispecie (d.lgs. n. 385/1993 artt. 117 bis 118 e 120; d.l. n. 185/2008 art. 2 bis) - interessi anatocistici - ius superveniens - ius variandi - legittimità - restituzione -

E' inammissibile la richiesta di recesso dalla fideiussione in ragione dell'asserita illegittimità della sua escussione in quanto postula una non consentita pronuncia costitutiva da parte dell'Arbitro Bancario. (MDC)

Collegio di Milano

Pres. Lapertosa - Est. Ferretti

Decisione n. 8912 / 2017 | pdf

Voce principale: Garanzie personali

Voci secondarie: inammissibilità - infondatezza (cod.civ. artt. 1944 e 1955) - richiesta di recesso dalla fideiussione - risarcimento del danno -

Se a garanzia del finanziamento è stata iscritta una ipoteca giudiziale e il debito è stato parzialmente estinto non trovano applicazione le norme del T.U.B. relative alla restrizione ipotecaria sugli immobili, applicabili solo al credito fondiario. (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Colombo

Decisione n. 9340 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: esclusione - estinzione quota parte del debito - fattispecie (d. lgs. n. 385/1993 artt.38 39; cod. civ. artt. 2818 2872 e 2873) - ipoteca giudiziale - restrizione ipotecaria -

Debbono essere inclusi nel TAEG solo gli oneri relativi alle polizze assicurative obbligatorie, intendendosi per tali le polizze finalizzate alla copertura dei rischi funzionali all'operazione di finanziamento. Al di là della qualifica contrattuale, la natura (obbligatoria o facoltativa) della polizza è desumibile da specifici "indici sintomatici" di obbligatorietà, come chiarito in più di una occasione dall'ABF. (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Gatt

Decisione n. 9251 / 2017 | pdf

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: esclusione (d. lgs. n. 385/1993 art. 125 bis) - inclusione nel costo totale del credito (TAEG) - natura - nullità della clausola - polizze assicurative -

I buoni postali fruttiferi emessi anteriormente al 30.6.1986 vengono legittimamente rimborsati alle condizioni previste dal d.m. del 13.6.1986 per espressa previsione dell'art. 6 del decreto stesso, potendosi agli stessi applicare le successive "variazioni del saggio d'interesse dei buoni postali fruttiferi disposte con decreto del ministro del tesoro". (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Maimeri - Est. Bartolomucci

Decisione n. 9245 / 2017 | pdf

Voce principale: Documenti di legittimazione

Voci secondarie: buoni postali fruttiferi - eterointegrazione del contratto - legittimità (d.m. 13/6/1986 art. 6 d.p.r. n. 156/1973 art. 173) - modifica delle condizioni di rimborso -

La somma fraudolentemente prelevata utilizzando un BANCOMAT rubato non viene restituita se il titolare della carta ha violato gli obblighi di legge sulla diligenza nella custodia della carta stessa e del P.I.N. e sul tempestivo avviso del furto all'intermediario, il quale abbia apprestato idonei sistemi di sicurezza che impediscano l'accesso di terzi ai dispositivi personali del cliente. (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Maimeri - Est. Bartolomucci

Decisione n. 9228 / 2017 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: oneri di diligenza da parte del cliente - prelievo fraudolento - richiesta restituzione - rigetto (d.lgs. n. 11/2010 artt. 7 - 8 e 9) - violazione -

Estinzione del conto corrente - per esercitare il diritto di recesso basta la richiesta del cliente, decorsi i termini di preavviso ogni eventuale addebito registrato successivamente deve considerarsi illegittimo. (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Colombo

Decisione n. 9346 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: fattispecie (cod. civ. artt. 1845 e 1855) - illegittimità - mancata estinzione - recesso del cliente - storno degli addebiti -

Tardivo perfezionamento della surroga del mutuo - il termine (30 giorni) per il perfezionamento della surrogazione decorre dalla data in cui il cliente chiede al mutuante surrogato di acquisire dal finanziatore originario l'esatto importo del proprio debito residuo. (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Greco

Decisione n. 9330 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: mutuo - responsabilità dell’intermediario - risarcimento (d.lgs. 385/93 art. 120 quater) - ritardo - surroga -

Il mero ritardo nella consegna non costituisce grave inadempimento da parte del fornitore, e non rappresenta una condizione sufficiente per ottenere la risoluzione del contratto di credito al consumo. (FP)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Sciuto

Decisione n. 8156 / 2017 | pdf

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: gravità dell'inadempimento - inadempimento del fornitore - insussistenza - rigetto (cod. civ. art. 1455; d. lgs. N. 385/1993 artt. 125 - bis 125 - quinquies; d. lgs. N. 196/2003 art. 13) - risoluzione del contratto di finanziamento -

La banca non è tenuta a risarcire un'operazione non autorizzata effettuata tramite home banking, qualora il cliente, senza osservare la dovuta diligenza, abbia comunicato a terzi i dati associati al proprio conto in risposta ad un sms di phishing. (FP)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Lucarelli

Decisione n. 8120 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: home banking - infondatezza (cod. civ. art. 1176) - operazioni non autorizzate - rimborso - violazione degli obblighi di diligenza nella custodia dello strumento di pagamento -

Morte del cointestatario di conto corrente a firma disgiunta - il blocco operativo del conto è legittimo a tutela degli interessi degli eventuali eredi e nel rispetto della normativa fiscale; l'intermediario è tenuto a mettere a disposizione del cointestatario la quota di sua spettanza. (MDC)

Collegio di Palermo

Pres. Maugeri - Est. Santangeli

Decisione n. 9454 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: assenza di prova (cod. civ. art. 1298 d.lgs 346/90 artt. 28 - 48 e 53) - blocco - denuncia di successione - Firma disgiunta - mancanza - morte del cointestatario - richiesta di ripristino - risarcimento del danno -

Carte di credito: in mancata di provata comunicazione al beneficiario dei pagamenti delle avvenute contestazioni da parte dei titolari delle carte, l’intermediario deve restituire al beneficiario l’importo delle transazioni stornate

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Colombo

Decisione n. 9347 / 2017 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: acquisto servizi on line - asserita illegittimità - mancata informazione - riaddebito -

Lease-back: non si infrange il divieto di patto commissorio se il trasferimento del bene non è rimesso alla discrezionalità del creditore e sussiste la necessaria proporzionalità con l’ammontare del credito garantito

Collegio di Milano

Pres. Lapertosa - Est. Benincasa

Decisione n. 9341 / 2017 | pdf

Voce principale: Garanzie reali

Voci secondarie: fattispecie - infondatezza (cod. civ. artt. 1362 e ss. e 2744) - patto commissorio - pegno su titoli -

Erronea indicazione del TAEG: la mancata inclusione di costi assicurativi, di fatto obbligatori, determina il ricalcolo del tasso (al nominale minimo dei buoni del tesoro) e della durata del credito (a trentasei mesi)

Collegio di Napoli

Pres. Maimeri - Est. Santagata

Decisione n. 9252 / 2017 | pdf

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: effetti (d.lgs. n.385/1993 artt. 117 - 121 - 125 bis) - erronea indicazione del TAEG - mancato inserimento dei costi assicurativi - nullità della clausola -

Smarrimento fideiussione da parte dell’intermediario ricevente: l’impossibilità sopravvenuta della prestazione estingue l’obbligazione originaria, ma fa sorgere l’obbligazione di risarcimento del danno ove questo sia dimostrato

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Santagata De Castro

Decisione n. 9097 / 2017 | pdf

Voce principale: Garanzie personali

Voci secondarie: assenza di specifica domanda (cod. civ. art. 1256) - carenza d’interesse - effetti sostanziali - eventuali profili risarcitori - liberatoria della garanzia - richiesta di documentazione - smarrimento -

Mutuo: la soglia di riferimento per il tasso di usura è quella del tasso fisso se questo è applicato per un periodo di tre o più anni.

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Nervi

Decisione n. 8169 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: effetti (d. lgs. 385/1993 art. 117) - errata indicazione - infondatezza - taeg - usurarietà -

Utilizzo fraudolento di carte di credito: vi è concorso di colpa se il cliente non assolve pienamente gli obblighi di diligenza nella custodia e se la banca non adegua il servizio agli standard di sicurezza più evoluti

Collegio di Palermo

Pres. Maugeri - Est. Ciraolo

Decisione n. 8326 / 2017 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: concorso di colpa - fattispecie (cod. civ. art.1176; d.lgs. n. 11/2010 artt.7 e 12) - responsabilità - utilizzo fraudolento -

Surrogazione del mutuo: il cliente non ha diritto a risarcimento se lo sfasamento temporale nella surroga non può essere imputato alla condotta della banca cedente

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Bartolomucci

Decisione n. 8350 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: insussistenza (d. lgs. n. 385/1993 art. 120 quater) - responsabilità dell’intermediario surrogato - surroga -

Furto di identità: il finanziatore è tenuto ad effettuare debiti controlli e in caso di accertate carenze è responsabile anche per i danni non patrimoniali causati

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Campobasso

Decisione n. 8273 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: assenza di prova - danno non patrimoniale - danno patrimoniale - furto d’identità - liquidazione equitativa (cod. civ. art. 1176 2° comma) - responsabilità dell’intermediario -

Servizi di pagamento: se le modalità e i termini per il trasferimento non sono stati rispettati, il cliente ha diritto a un indennizzo in misura proporzionale al ritardo e alla disponibilità esistente sul conto al momento della richiesta

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Quarta

Decisione n. 6190 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: criteri di quantificazione (d.l. n.3/2015 art. 2 convertito con modificazioni dalla l. n. 33/2015) - indennizzo - portabilità - trasferimento tardivo dei fondi -

Money Transfer: l’intermediario non è responsabile dell’errato riconoscimento del beneficiario se vi è stata grave negligenza dell’ordinante o del destinatario del pagamento

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Berti Arnoaldi Veli

Decisione n. 6134 / 2017 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: grave negligenza - insussistenza (d. lgs. n. 11/2010 - art. 7) - money transfer - operazione di pagamento eseguita dal pagatore - responsabilità dell’intermediario -

Finanziamento: la mancanza di chiarezza sugli interessi praticati da parte dell’intermediario nella fase di vacanza contrattuale può portare al risarcimento del danno nei confronti del risparmiatore.

Collegio di Milano

Pres. Lapertosa - Est. Benazzo

Decisione n. 6254 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: fattispecie (cod. civ. artt. 1337 e 1440; circ. ABI n. 6/1996) - obblighi di informazione - responsabilità precontrattuale - risarcimento del danno - violazione -

Credito al consumo: c’è risoluzione del contratto di compravendita solo se l’inadempimento del fornitore è grave ed è provato.

Collegio di Roma

Pres. Sirena - Est. Pozzolo

Decisione n. 6567 / 2017 | pdf

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: assenza di prova - gravità inadempimento - inadempimento del fornitorerisoluzione del contratto di finanziamento - rigetto (cod. civ. art. 1455; d.lgs. 385/1993 art. 125 – quinquies) -

Centrale dei rischi: la segnalazione a sofferenza richiede una valutazione complessiva della situazione finanziaria del cliente e non basta un mero ritardo nel pagamento.

Collegio di Roma

Pres. Sirena - Est. Pozzolo

Decisione n. 6565 / 2017 | pdf

Voce principale: Centrale dei rischi

Voci secondarie: assenza di prova - illegittimità - rigetto - risarcimento del danno - segnalazione “a sofferenza” - sussistenza -

Smarrimento del titolo all’incasso: la banca deve eseguire il mandato con la dovuta diligenza e deve dare tempestiva notizia al cliente nel caso di sopravvenute difficoltà

Collegio di Roma

Pres. Sirena - Est. Sciuto

Decisione n. 6555 / 2017 | pdf

Voce principale: Titoli di credito

Voci secondarie: banca delegata per l’incasso - cambiali - concorso di colpa - inadempimento colposo - liquidazione equitativa (r.d. 14.12.1933 artt. 49-66 e 89) - omesso ammortamento - risarcimento del danno - smarrimento -

Assegni Circolari: ricadono nella disciplina dei rapporti “dormienti”, prima di devolvere le somme al Fondo, la banca è tenuta ad avvisare chi ne ha richiesto l’emissione

Collegio di Roma

Pres. Sirena - Est. Nervi

Decisione n. 6514 / 2017 | pdf

Voce principale: Titoli di credito

Voci secondarie: assegno circolare - devoluzione al “Fondo depositi dormienti” - fattispecie (cod. civ. art. 2946; l. n. 266/2005 art. 1 co. 343; d.p.r. 116/2007 art. 3) - illegittimità - mancato preavviso - risarcimento del danno -

Tasso di interesse applicato: l’operazione di attualizzazione deve essere conforme al contratto, se il contratto riporta “tasso leasing annuo” il calcolo dovrà essere su base annuale e non sulla periodizzazione mensile

Collegio di Napoli

Pres. Maimeri - Est. Santagata De Castro

Decisione n. 6646 / 2017 | pdf

Voce principale: Leasing

Voci secondarie: discordanza tra tasso convenuto e tasso applicato - effetti (cod. civ. artt. 1284 e 1346; d.lgs. n. 385/1993 artt. 116 e 117) - fondatezza - illegittimità -

Credito al consumo: le polizze “effettivamente” facoltative non rientrano nel calcolo del TAEG

Collegio di Roma

Pres. Sirena - Est. Ruperto

Decisione n. 6577 / 2017 | pdf

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: fattispecie - infondatezza (cod. civ. art. 1815; d. lgs. n. 385/1993 art. 121) - interessi usurari - oneri assicurativi -

Carta di credito - utilizzo fraudolento: l’intermediario deve risarcire se non ha fornito prova che il cliente abbia effettivamente autorizzato l’operazione

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Marinaro

Decisione n. 6987 / 2017 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: accoglimento (d.Lgs. 11/2010 artt. 5 - 7 - 10 e 12) - assenza di prova - contestazione - home banking - operazione non autorizzata - phishing - sistemi di sicurezza -

Conto corrente bancario: le condizioni peggiorative non si applicano al cliente se la comunicazione telematicamente non è prevista e non è espressamente qualificata come “proposta di modifica unilaterale del contratto”

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Recinto

Decisione n. 11834 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: assenza di prova - inefficacia - inefficacia (d.lgs 385/1993 art. 118) - inosservanza dei requisiti di legge - modalità telematica - modifica unilaterale delle condizioni contrattuali - natura recettizia della comunicazione -

Contratto di credito collegato: il consumatore ha diritto alla risoluzione del contratto in caso di inadempimento del fornitore, se lo ha messo in mora, e se l’inadempimento è di importante gravità

Collegio di Roma

Pres. Sirena - Est. Ruperto

Decisione n. 6376 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: collegamento negoziale - contratto di fornitura - inadempimento - risoluzione (cod. civ. art. 1455; d.lgs. 1° settembre 1993 n. 385 art. 125 - quinquies) -

Garanzia: la cessazione del rapporto garantito non ne comporta l’estinzione se vi sono pendenze residue che ne legittimano l’escussione, anche dopo la cessazione del rapporto principale

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Colombo

Decisione n. 6368 / 2017 | pdf

Voce principale: Contratto bancario in genere

Voci secondarie: centrale dei rischi - cessazione del rapporto principale - estinzione - garanzie personali - infondatezza - legittimità (d. lgs. 1° settembre 1993 n. 385 artt. 116 ss.) - segnalazione -

Bonifico: il conto di destinazione si individua tramite il solo IBAN, anche quando siano state fornite al prestatore di servizi di pagamento informazioni ulteriori.

Collegio di Coordinamento

Pres. Massera - Est. Campobasso

Decisione n. 162 / 2017 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: errata indicazione dell’identificativo unico (IBAN) - esecuzione - infondatezza (cod. civ. art. 1176; d.lgs. 11/2010 artt. 24 e 25) - Ordine di bonifico - responsabilità dell’interermediario -

Polizza assicurativa connessa al finanziamento: l’intermediario non ha alcun dovere di verificare la natura e la veridicità delle dichiarazioni rese dal finanziato alla società assicuratrice.

Collegio di Palermo

Pres. Maugeri - Est. Serio

Decisione n. 6490 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: assicurato - infondatezza (cod. civ. artt.1892 e 1338) - omessa comunicazione di circostanze rilevanti sullo stato di salute - polizza assicurativa - responsabilità dell’intermediario -

Assegno circolare falso: la banca emittente e quella negoziatrice sono responsabili per la negoziazione se vi è stata negligenza nei controlli.

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Scotti

Decisione n. 6477 / 2017 | pdf

Voce principale: Titoli di credito

Voci secondarie: assegno circolare falso - concorso di colpa - fattispecie (cod. civ. artt. 1176 - 2043 - 2051) - responsabilità della banca emittente e di quella negoziatrice - sussistenza -

L’intermediario ha l’obbligo di avvisare il titolare di un rapporto dormiente prima dell’estinzione del rapporto stesso

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Greco

Decisione n. 5775 / 2017 | pdf

Voce principale: Cassette di sicurezza

Voci secondarie: difetto di legittimazione passiva - estinzione - fattispecie (l. n. 266/2005 art.1; d.p.r. n. 116/2007 ART. 3) - rapporti dormienti - violazione dell’obbligo di preavviso -

Per passare alla firma digitale o alla firma grafometrica avanzata è necessario l’assenso scritto alla modifica da parte del cliente

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Recinto

Decisione n. 5772 / 2017 | pdf

Voce principale: Contratto bancario in genere

Voci secondarie: conto corrente - illegittimità (cod. civ. artt. 1175 - 1375; d.lgs. n. 385/1993 art. 118) - mancato assenso in forma scritta - modifica unilaterale -

L’intermediario non è responsabile per la mancata applicazione al cliente di un’offerta promozionale, se i termini sono scaduti a causa della richiesta di ulteriori adempimenti ritenuti necessari

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Pagni

Decisione n. 5695 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: infondatezza - insussistenza - offerta promozionale - responsabilità precontrattuale - risarcimento del danno -

Obbligo di preavviso per la banca di almeno due mesi per recedere dalla prestazione di servizi di pagamento. La “commissione per istruttoria veloce” è legittima se lo scoperto è superiore o pari a 500 euro e contemporaneamente si protrae per più di sette giorni.

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Santagata De Castro

Decisione n. 5684 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: commissione di istruttoria veloce (C.I.V.) - illegittimità - inefficacia - infondatezza (cod. civ. art. 1373; d. lgs. n. 386/1993 art. 126 septies) - recesso -

Invalidità sopravvenuta delle clausole contrattuali antecedenti al 2014 che prevedano la produzione di interessi anatocistici

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Campobasso

Decisione n. 3329 / 2017 | pdf

Voce principale: Cassette di sicurezza

Voci secondarie: illiceità sopravvenuta (d. lgs. n. 385/1993 art. 120) - insussistenza - interessi anatocistici - superamento del tasso soglia anti usura -

Una segnalazione a sofferenza è legittima se l’intermediario ha condotto una valutazione stabile e consolidata del situazione di “grave e non transitoria difficoltà economica” del debitore e al contempo si formulato un tempestivo preavviso con le modalità previste codice deontologico

Collegio di Palermo

Pres. Maugeri - Est. Modica

Decisione n. 4968 / 2017 | pdf

Voce principale: Sistemi di informazione creditizia

Voci secondarie: assenza - illegittimità (cod. civ. artt. 1334-1335) - iscrizione - preavviso - presupposti - prova della ricezione -

La segnalazione in Centrale dei rischi è legittimità se vi è il preavviso in caso di mancato pagamento; la valutazione dello stato d’insolvenza spetta all’intermediario

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Sica

Decisione n. 4828 / 2017 | pdf

Voce principale: Centrale dei rischi

Voci secondarie: illegittimità della segnalazione - infondatezza - insussistenza (d. lgs. n. 385/1993 art. 125) - risarcimento dei danni -

Conversione in valuta del mutuo ipotecario. La clausola della doppia conversione (cambio alla data contrattuale e al momento della conversione) è nulla se risulta vessatoria o non è sufficientemente trasparente (e in caso di nullità si applicherà il contratto epurato della clausola nulla)

Collegio di Milano

Pres. Lapertosa - Est. Tina

Decisione n. 5487 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: clausola contrattuale - conversione in euro - effetti (cod. civ. art. 1277; direttiva 93/13/CEE artt. 3 e 6; d. lgs. n. 206/2005 art. 33 e 36; d. lgs. n. 385/1993 art 125 sexies) - ipotecario in franchi svizzeri - nullità -

La mancanza di specifiche evidenze non è sufficiente a bloccare un contratto espressamente finalizzato a “ristrutturazione immobile” se non sono previste erogazioni parziali o obblighi di rendicontazione

Collegio di Milano

Pres. Lapertosa - Est. Bongini

Decisione n. 4956 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: blocco parziale della disponibilità - fattispecie. (cod. civ. art. 1813 ss.) - inadempimento - ristrutturazione immobile -

La mancata inclusione nel TAEG del costo delle polizze assicurative è giustificata solo se la polizza è facoltativa; il carattere obbligatorio/facoltativo della polizza deve essere dimostrato dalle parti sulla scorta di specifici indicatori

Collegio di Coordinamento

Pres. Lapertosa - Est. Tina

Decisione n. 10617 / 2017 | pdf

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: assolvimento - natura obbligatoria o facoltativa - onere della prova - polizza assicurativa abbinata - presunzioni - taeg - termine per prova contraria all’intermediario (cod. civ. artt. 1882 - 1899 - 1904; d.lgs. 1° settembre 1993 n. 385 - artt. 121-125-bis; d.p.r. 5 gennaio 1950 n. 180 art. 54) -

Omissione del protesto a seguito del mancato pagamento di un assegno bancario - la banca è responsabile solo se è provato il danno causato al ricorrente

Collegio di Napoli

Pres. De Carolis - Est. Campobasso

Decisione n. 5028 / 2017 | pdf

Voce principale: Titoli di credito

Voci secondarie: assegno bancario - assenza di prova - danno - inadempimento colposo - omesso protesto - rigetto (r.d. n. 1736/1933 art. 45) - sussistenza -

Assegno circolare falsificato e negoziato in check-truncation - il risarcimento è diminuito secondo la gravità della colpa se il creditore concorre a cagionare il danno

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Campobasso

Decisione n. 4827 / 2017 | pdf

Voce principale: Titoli di credito

Voci secondarie: assegno circolare falsificato - concorso di colpa - fattispecie - negoziazione in check-truncation - sussistenza (cod. civ. art. 1227; r.d.l. n. 1736/33 art. 82) - trasmissione previa di foto del titolo al beneficiario -

TAEG – gli oneri assicurativi non vanno inclusi nel conteggio se non emerge la sostanziale obbligatorietà di tale copertura

Collegio di Torino

Pres. Lucchini Guastalla - Est. Santarelli

Decisione n. 4847 / 2017 | pdf

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: asserita obbligatorietà - costo totale del credito (TAEG) - infondatezza (d. lgs. n. 385/1993 artt. 121-124-125 bis) - polizza assicurativa -

Revoca di bonifico per acquisto-truffa on line - l’intermediario non è responsabile se il bonifico è conforme alle istruzioni ricevute e la revoca è tardiva

Collegio di Milano

Pres. Lapertosa - Est. Tina

Decisione n. 4957 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: bonifico on line - esecuzione conforme alle istruzioni - infondatezza (d.lgs. n.11/2010 art. 17) - restituzione importo - revoca oltre i termini di legge -

Segnalazione alla Centrale d’allarme interbancaria (CAI) – se il pagamento è avvenuto oltre i termini previsti l’intermediario è tenuto ad effettuare comunque la segnalazione

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Granata

Decisione n. 4263 / 2017 | pdf

Voce principale: Centrale di allarme interbancaria

Voci secondarie: emissione di assegno con difetto di provvista - illegittimità dell’iscrizione - infondatezza (l. n. 386/1990 artt. 8 – 10) - mancato rispetto del preavviso di revoca -

Conto corrente bancario estinto – la banca del beneficiario è tenuta a comunicare al mandante le circostanze sopravvenute che possono determinare la revoca o la modificazione del mandato

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Soldati

Decisione n. 3996 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: bonifico - estinzione - illegittimità (cod. civ. artt. 1176 - co. 2 - 1710 co. 2 - 1717 co. 4; d.lgs n. 11/2010 artt. 21 e 24) - restituzione parziale dell’importo - saldo debitore -

Cancellazione dai Sistemi di informazione creditizia – la richiesta va fatta al titolare del credito e non al “servicer” in quanto quest’ultimo non è titolare della segnalazione

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Maimeri

Decisione n. 3860 / 2017 | pdf

Voce principale: Sistemi di informazione creditizia

Voci secondarie: carenza di legittimazione passiva - richiesta di cancellazione - rigetto -

Chiusura del conto e dei servizi connessi (servizio di cassa telematico) - la chiusura avvenuta nei tempi congrui non costituisce condotta colposa dell’intermediario che abbia cagionato un danno risarcibile

Collegio di Milano

Pres. Lapertosa - Est. Orlandi

Decisione n. 4170 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: asserita illegittimità - efficacia - infondatezza (cod. civ. art. 1855) - inutilizzabilità area riservata - recesso -

Sistemi di informazione creditizia – obbligo di preavviso nei confronti del garante

Collegio di Roma

Pres. Sirena - Est. Marinaro

Decisione n. 2684 / 2017 | pdf

Voce principale: Sistemi di informazione creditizia

Voci secondarie: mancato assolvimento dell'onere della prova - obbligo di preavviso nei confronti del garante - prestito personale - rigetto - risarcimento del danno non patrimoniale - segnalazione “a sofferenza” - sussistenza -

Protesto assegno - la levata del protesto, anche in assenza di giranti, è, oltre che legittima, doverosa per la banca trattaria, in base ai principi di correttezza e buona fede

Collegio di Bari

Pres. De Carolis - Est. Appio

Decisione n. 3964 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: addebito spese e commissioni - illegittimità - infondatezza - insussistenza (cod. civ. art. 1176 co. 2 r. d. 21 dicembre 1933 n. 1736 art. 45) - protesto assegno - violazione diligenza professionale -

Buoni postali fruttiferi – i tassi non possono essere, sin da principio, diversi da quelli espressamente resi noti al risparmiatore all'atto della sottoscrizione del buono

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Greco

Decisione n. 4269 / 2017 | pdf

Voce principale: Depositi a risparmio

Voci secondarie: buoni postali fruttiferi - divergenza tra condizioni di rimborso riportate sul titolo e disciplina ministeriale antecedente alla specifica emissione - prevalenza delle condizioni riportate sul titolo -

Diniego del finanziamento - non c’è responsabilità precontrattuale dell’intermediario se non è dimostrato su quali elementi si basa la legittima aspettativa del richiedente sulla concessione

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Ruperto

Decisione n. 4217 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: diniego - fattispecie - insussistenza (cod. civ. art. 1337) - responsabilità precontrattuale -

Deposito di titoli in amministrazione - trattamento fiscale su titoli trasferiti - l’Arbitro non è competente in materia tributaria, anche nell’ipotesi (da dimostrare) che le somme siano pagate per comportamento negligente dell'intermediario

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Di Staso

Decisione n. 4262 / 2017 | pdf

Voce principale: Deposito di titoli in amministrazione

Voci secondarie: incompetenza per materia - incompetenza ratione temporis - rapporto gestorio - trasferimento - trattamento fiscale -

Mutuo - opzione di scelta del tasso - la determinazione del mese di riferimento per la determinazione del tasso da applicare discende dalla stretta interpretazione della clausola contrattuale

Collegio di Torino

Pres. Lucchini Guastalla - Est. Lucchini Guastalla

Decisione n. 4254 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: contestazione del tasso applicato - fattispecie - interpretazione del contratto - mutuo fondiario - opzione di scelta del tasso -

Contratto di credito collegato - risoluzione per grave inadempimento del fornitore del bene finanziato solo con preventiva ed infruttuosa costituzione in mora del fornitore

Collegio di Palermo

Pres. Maugeri - Est. Ciraolo

Decisione n. 3826 / 2017 | pdf

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: mancata costituzione in mora del fornitore - rigetto (d.lgs. n. 385/1993 art. 125 – quinquies; cod. civ. art.1455) - risoluzione del contratto di credito -

Finanziamenti - per usufruire dei benefici di una parziale estinzione anticipata è necessaria specifica comunicazione all’intermediario

Collegio di Palermo

Pres. Maugeri - Est. Ciraolo

Decisione n. 3819 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: assenza di specifica comunicazione - costi non previsti nel taeg contrattuale - infondatezza - insussistenza (cod. civ. art. 1375; d. lgs. n. 385/1993 art. 125 bis) - parziale estinzione anticipata - rimborsi eccedenti le rate mensili -

Bonifico on-line fraudolento – non c’è rimborso se non si assolve debitamente agli obblighi di custodia dei codici

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Santagata De Castro

Decisione n. 2660 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: bonifico transfrontaliero tramite home banking - disconoscimento - insussistenza (cod. civ. art. 2729; d. lgs. n. 11/2010 art. 7) - responsabilità del prestatore dei servizi di pagamento - violazione degli obblighi di custodia in capo al ricorrente -

Factoring - il servizio “Maturity” presuppone la piena accettazione da parte del cliente e correttezza e buona fede da parte dell’intermediario

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Santagata De Castro

Decisione n. 2659 / 2017 | pdf

Voce principale: Factoring

Voci secondarie: asserita modifica unilaterale del contratto - condotta dell’intermediario - insussistenza (d. lgs 385/1993 testo unico bancario artt. 115 ss.) - prestazioni accessorie -

Centrale dei Rischi – risarcimento del danno non patrimoniale per indebita segnalazione

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Maimeri

Decisione n. 2260 / 2017 | pdf

Voce principale:

Voci secondarie: danno non patrimoniale - danno patrimoniale - domanda risarcitoria - indebita segnalazione - infondatezza - sussistenza (cod. civ. artt. 2043-2059) -

Responsabilità per mancata comunicazione formale e tempestiva del diniego del finanziamento

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Campobasso

Decisione n. 1337 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: contraddittorietà della motivazione - culpa in contraendo - danno risarcibile - fattispecie (art.1337cod. civ.) - mancata comunicazione formale e tempestiva del diniego - sussistenza -

Mutuo – il risarcimento del danno per ritardo nel perfezionamento della surrogazione non si applica se la trasmissione dei conteggi è tempestiva

Collegio di Milano

Pres. Lapertosa - Est. Ferretti

Decisione n. 4173 / 2017 | pdf

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: inosservanza dei termini di legge - insussistenza (d. lgs. n. 385/1993 art. 120 quater) - responsabilità del finanziatore - surrogazione -

Accollo - l’acquirente risponde dei debiti dell’azienda ceduta solo se risultano dai libri contabili, senza un’interpretazione estensiva dei debiti

Collegio di Milano

Pres. Lapertosa - Est. Falce

Decisione n. 4159 / 2017 | pdf

Voce principale: Cassette di sicurezza

Voci secondarie: accollo - cessione di azienda - fondatezza (cod.civ. art. 2560) - inammissibilità - obbligazione del cessionario nei limiti del debito risultante all’atto della cessione - preventiva escussione del debitore principale - revoca dell’affidamento e intimazione di pagamento -

Responsabilità per mancata comunicazione formale e tempestiva del diniego del finanziamento

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Campobasso

Decisione n. 3370 / 2017 | pdf

Voce principale: Cassette di sicurezza

Voci secondarie: contraddittorietà della motivazione - culpa in contraendo - danno risarcibile - fattispecie (art.1337cod. civ.) - mancata comunicazione formale e tempestiva del diniego - mutuo - sussistenza -

Irricevibilità del ricorso presentato da legale incaricato da una società di consulenza

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Bartolomucci

Decisione n. 947 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: difetto di legittimazione attiva - estinzione anticipata - fattispecie - insussistenza - mandato conferito a società di consulenza - oneri accessori - rimborso voci di costo non maturate -

Segnalazione in Centrale dei rischi: non c’è obbligo di preavviso per le persone giuridiche

Collegio di Napoli

Pres. Marinari - Est. Scotti

Decisione n. 955 / 2017 | pdf

Voce principale: Centrale dei rischi

Voci secondarie: mancanza di preavviso - qualità di persona giuridica della ricorrente - richiesta di cancellazione - rigetto - segnalazione -

Usura e trasparenza delle condizioni contrattuali

Collegio di Napoli

Pres. Marinari - Est. Barenghi

Decisione n. 975 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: costo complessivo - insussistenza - superamento del tasso soglia - usura -

Smarrimento carta di credito: tempestività della segnalazione

Collegio di Roma

Pres. Sirena - Est. Sirena

Decisione n. 568 / 2017 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: fattispecie - responsabilità del prestatore di servizi di pagamento - smarrimento - sussistenza - utilizzo abusivo -

Assegno: correzione non autorizzata della data di traenza

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Santagata De Castro

Decisione n. 937 / 2017 | pdf

Voce principale: Centrale di allarme interbancaria

Voci secondarie: inammissibilità - liquidazione equitativa - mancato pagamento di assegno - onere della prova - risarcibilità del danno patrimoniale e non patrimoniale - segnalazione erronea -

Segnalazione illegittima in Centrale Rischi Banca d'Italia

Collegio di Napoli

Pres. Marinari - Est. Scotti

Decisione n. 445 / 2017 | pdf

Voce principale: Centrale dei rischi

Voci secondarie: ente pubblico - insussistenza - obbligo di preavviso - ricorrenza - segnalazione “a sofferenza” - situazione patrimoniale negativa - specifici indicatori -

Mutuo: Usura sopravvenuta

Collegio di Roma

Pres. Sirena - Est. Cherti

Decisione n. 569 / 2017 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: buona fede dell’intermediario - erronea indicazione del valore di riferimento - infondatezza - ius superveniens - rigetto - usura genetica - usura sopravvenuta -

Impossibilità di utilizzo della carta di credito

Collegio di Napoli

Pres. Marinari - Est. Bartolomucci

Decisione n. 266 / 2017 | pdf

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: asserita impossibilità di utilizzo - carta di debito - insussistenza - risarcimento del danno non patrimoniale -

Smarrimento dell’assegno da parte della banca: risarcimento del danno da perdita di chance

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Prosperetti

Decisione n. 161 / 2017 | pdf

Voce principale: Titoli di credito

Voci secondarie: accoglimento parziale - assegno - danno non patrimoniale - insussistenza - mancato accredito - perdita di chance - smarrimento del titolo - versamento per l’incasso - violazione degli obblighi di custodia in capo al mandatario -

Anatocismo: inopponibilità al cliente dei tassi eccedenti il tasso soglia trimestrale

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Santagata De Castro

Decisione n. 3090 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: accoglimento parziale - anatocismo - finanziamento revolving - usura sopravvenuta -

Conto Corrente - Anatocismo e Usura

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Meli

Decisione n. 423 / 2017 | pdf

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: anatocismo - fattispecie - inammissibilità - rigetto - sussistenza - usura genetica - usura sopravvenuta -

Cessione del Quinto - Estinzione anticipata e Rimborso commissioni

Collegio di Napoli

Pres. Marinari - Est. Carriero

Decisione n. 11146 / 2016 | pdf

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: criteri di rimborso determinati nel contratto - diritto al rimborso secondo il criterio proporzionale alla vita residua del finanziamento - estinzione anticipata - insussistenza - rimborso voci di costo non maturate -

I nostri Partner

 Banca Profilo
 Cnpdac
 Deutsche Bank Asset Management
 EY
 Mercer
 Oasi

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai soltanto comunicazioni in seguito alla tua sottoscrizione. Potrai modificare le tue preferenze in qualsiasi momento.

Siamo anche:

logo Rivista Bancaria logo Editrice Minerva Bancaria logo Collana MOA logo Economia Italiana