Per il World Retail Banking Report solo la metà dei clienti è è soddisfatto dei servizi bancari, un terzo potrebbe rivolgersi alle BigTech per servizi e prodotti finanziari, e il grado di aspettative verso la propria banca è in aumento 

In 5-10 anni potrebbero quotarsi in Borsa una ventina di cantine, ha detto l’ad di Borsa Italiana Raffaele Jarusalmi 

NEW

NPL/Un bilancio

di Giovanni Parrillo e Paola Pilati

È il “calendar provisioning”, l’approccio di calendario, quello che preoccupa di più la Banca d’Italia che veglia sullo smaltimento futuro degli Npl delle banche italiane. Il meccanismo indicato dall’addendum Bce per gli incagli prodotti a partire dallo scorso aprile «può creare problemi alle nostre banche», ha detto Paolo Angelini (vedi l’intervento completo), vice capo Vigilanza […]

Leggi tutto
NEW

Crediti deteriorati

Mercato, regole e rafforzamento del sistema

di Paolo Angelini

Ancora oggi nel dibattito europeo il tema dell’elevato livello dei crediti deteriorati (non performing loans, NPL) viene utilizzato da coloro che chiedono una ulteriore riduzione dei rischi bancari quale precondizione per una maggiore condivisione dei rischi (il varo del sistema europeo di assicurazione dei depositi). I dati, tuttavia, indicano che l’incidenza degli NPL si va […]

Leggi tutto

Settembre 2018

Crac Lehman, cosa abbiamo imparato (e cosa no) in questi dieci anni*

di Mario Comana **

Quasi tutti si ricordano dove erano l’11 settembre 2001 quando, intorno alle 15 ora italiana, hanno appreso dell’attacco alle Torri Gemelle. Pochi sono in grado di dire dove erano la mattina del 15 settembre 2008 quando, da poco risvegliati, si è saputo che un altro simbolo dell’America finanziaria era crollato. Fra questi pochi ci siamo […]

Leggi tutto

Economia&corruzione

Attenti alla cultura del sospetto. Investiamo in dati veri

di Paola Pilati

Meno corruzione farebbe aumentare gli investimenti esteri nel nostro paese, lascerebbe spazio alla creazione di nuovi posti di lavoro, rilancerebbe insomma lo sviluppo economico che oggi fatica a stare sopra l’uno per cento di crescita del Pil. È il messaggio dell’ultimo report che Riparte il Futuro e l’Istituto per la competitività hanno lanciato di recente […]

Leggi tutto

CER/ Rapporto banche

Meno rischio dal credito, più dal mercato

di Carlo Milani

La letteratura economica ha posto un focus maggiore sui problemi connessi con il rischio di credito, ponendo dall’altro lato una minore attenzione al rischio di mercato. Al riguardo va anche ricordato che il primo Accordo di Basilea si focalizzava esclusivamente sulla prima tipologia di rischio. Seguendo questa linea di pensiero, la vigilanza bancaria europea si […]

Leggi tutto

Aumento dello spread

Ecco quanto è costato alle banche

di Paola Pilati

Quanto è costato alle banche l’aumento dello spread che ha accompagnato l’avvio del nuovo governo? Molto si è detto del suo riflesso sul debito pubblico, ma poco sull’effetto che ha sul mondo del credito. Facciamo qualche conto. Nel secondo trimestre di quest’anno il portafoglio dei titoli di Stato detenuti dalle banche italiane è aumentato di […]

Leggi tutto

IL PRINCIPE

Autorità indipendenti e democrazia

di Leonardo Morlino

In un assetto istituzionale democratico, caratterizzato da soluzioni maggioritarie e una cultura liberale, quale gli Stati Uniti, si è ritenuto opportuno creare autorità che decidessero e/o gestissero ambiti in cui il bene comune era prioritario e, dunque, doveva esserci una gestione non partitica. Che cosa succede se quella soluzione istituzionale viene trapiantata in contesti istituzionali […]

Leggi tutto

Focus ABF

Arbitro Bancario Finanziario

Le decisioni che contano

È nulla una clausola di indicizzazione al Franco Svizzero, qualora il meccanismo di conversione e le operazioni aritmetiche che debbano essere eseguite non siano spiegati in modo chiaro, in violazione del principio di trasparenza (FP)

Collegio di Torino

Pres. Lucchini Guastalla - Est. Munari

Decisione n.9813/2018

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: clausola contrattuale - conversione in euro - estinzione anticipata - indicizzazione al Franco Svizzero - nullità (Cod. Cons. artt. 33 - 34 e 36; Direttiva 93/13/CE artt. 4 e 6) -

apri il pdf

Per dimostrare la natura facoltativa di una polizza stipulata contestualmente ad un contratto di credito al consumo, la banca deve provare di avere offerto condizioni simili ad altri soggetti con il medesimo merito creditizio senza imporre la stipula della polizza (FP)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Lucarelli

Decisione n.7873/2018

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: accoglimento (d.lgs. n.385/1993 art. 125-bis) - insufficienza - mancata inclusione nel TAEG - polizza assicurativa - presunzioni - prova contraria -

apri il pdf

In assenza della dichiarazione di successione esiste, in capo all’intermediario, un vero e proprio divieto di esecuzione della prestazione restitutoria nei confronti degli eredi sino al momento della presentazione della documentazione successoria (MDC)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Marinaro

Decisione n.17791/2018

Voce principale: Titoli di credito

Voci secondarie: assegno bancario - asserita falsa sottoscrizione - decesso del titolare del conto - eredi - inammissibilità (d. lgs. n. 346/1990 artt. 48 e 53) - mancata produzione della dichiarazione di successione - richieste restitutorie -

apri il pdf

La valutazione della obbligatorietà di una polizza assicurativa - e il conseguente inserimento della stessa nelle voci di costo del credito con possibili effetti sul superamento del tasso soglia convenuto – deve essere effettuata con riferimento alla normativa vigente al momento della stipula del contratto di finanziamento (MDC)

Collegio di Coordinamento

Pres. Massera - Est. Massera

Decisione n.16921/2018

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: asserita obbligatorietà della polizza assicurativa - disciplina applicabile - fattispecie (cod. civ. art. 1815; cod. pen. - art. 644; l. n. 108/1996 - artt. 1 e 2 bis; d. l. n. 394/200; d. l. n. 185/2008 - art. 2 bis) - tassi usurari -

apri il pdf

La decisione dell’intermediario di revocare il fido a un proprio cliente è insindacabile in quanto attinente a una valutazione del merito creditizio (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Prosperetti

Decisione n.8070/2018

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: illegittimità - infondatezza - revoca - ritardato preavviso -

apri il pdf

DOSSIER FINTECH

La tecnologia e il Big Data stanno cambiando i connotati dell’industria finanziaria. Con questo dossier, Fchub indaga le tematiche che questa rivoluzione apre agli esperti di diritto: dalla protezione della privacy alla tutela della concorrenza, a terreni finora inesplorati della giurisprudenza. Un dibattito aperto nel convegno “Diritto, tecnologia e finanza” che si è svolto recentemente alla facoltà di Economia Giorgio Fuà di Ancona, di cui diamo conto iniziando con l'intervento del professor Giuseppe Carraro.
Giurisprudenza

I mercati finanziari digitalizzati: una struttura da disciplinare che crea nuove opportunità

Raffaele Di Raimo
07 ottobre 2018

Fintech va inquadrata concettualmente e disciplinata, comporta nuovi rischi ma dà la possibilità di perseguire maggiore efficienza e soprattutto obiettivi di inclusione rispetto ai quali la finanza tradizionale è spesso risultata inadeguata

Leggi tutto
Giurisprudenza

Nel regolare i robot advisor è sbagliato dimenticare l’algoritmo

Filippo Sartori
22 settembre 2018

1. Nel settore Fintech ha assunto un ruolo assai rilevante il servizio di consulenza finanziaria automatizzata, svolto cioè con automated tools, ovvero con veri e propri robo advisors. Il rilievo non solo è legato alla dimensione che il fenomeno sta acquisendo su scala globale, ma soprattutto alle scelte di politica legislativa che hanno segnato un […]

Leggi tutto
Giurisprudenza

Costruire il nuovo bancario tra MiFID2 e rivoluzione Fintech

Luca Galli
19 settembre 2018

Il risparmio, una delle principali risorse del nostro paese, desta sempre più l’interesse e le mire di operatori internazionali. L’anno in corso sarà forse l’ultimo per cogliere la non più rinviabile occasione di far evolvere rapidamente i “modelli di offerta” di consulenza finanziaria al fine di capitalizzare concretamente le opportunità tecnologiche e rispondere strategicamente a […]

Leggi tutto
Giurisprudenza

Robo-advice: serve una nuova ermeneutica giuridica della consulenza finanziaria

Marco Giorgi
04 agosto 2018

È trascorso ormai oltre un lustro da quando l’eterogeneo fenomeno del Fintech si è imposto all’attenzione della scienza giuseconomica. Ancora oggi, tuttavia, non vi è una definizione universalmente riconosciuta che possa riassumere le plurime e variegate modalità in cui tale fenomeno si estrinseca tanto nelle manifestazioni del presente quanto, a maggior ragione, del futuro [Schueffel P., «Taming the Beast: A Scientific Definition of FinTech», in Journal of Innovation Management, 4, pp. 32-54]. Qualche punto fermo lo si può ricavare da un’interpretazione letterale della locuzione stessa, dalla quale a sua volta si evince la sussistenza di un collegamento applicativo-funzionale tra tecnologia (Tech) e finanza (Fin). Qualcuno potrà obiettare l’ovvietà di un approccio siffatto e ritenere tale affermazione nulla più che una tautologia. Così non è.

Leggi tutto
Regolazione

Blockchain e arte: quali vantaggi per operatori e utenti

Riccardo Piselli, Silvia Segnalini
26 giugno 2018

Il cd “sistema dell’arte” è una realtà decisamente consolidata, anche se nota soprattutto agli addetti ai lavori, dominata da regole scritte e ancor più da regole non scritte, che costituisce un vero e proprio sistema di potere – in grado di fare la differenza per la fortuna, e quindi le quotazioni, di un artista- con tutte le opacità che spesso caratterizzano i sistemi di potere: le stesse che forse hanno impedito finora alla finanza di avvicinarsi più decisamente al mondo dell’arte (pensiamo soprattutto agli art funds, sui quali cfr. per tutti: https://fchub.it/detail/news/art-funds-pronti-partenza-via ) considerato -per l’appunto -opaco, volatile, con troppi conflitti di interessi poco gestibili.

Leggi tutto
Regolazione

Peer to peer lending

Filippo Fiordiponti
11 giugno 2018

Il peer to peer lending, nelle varie modalità applicative che sta sviluppando, ha guadagnato rapidamente l’attenzione di Autorità, operatori del settore e di nuovi attori, che detengono importanti liquidità e forza economica per investire in tecnologia, i c.d. players over the top (OTT), addirittura in grado di offrire un servizio gratuito, almeno in fase iniziale, alla clientela retail. Sembra così avviato a costituire il più rilevante canale alternativo di accesso al credito, rivolto ai consumatori (peer to consumer) e alle imprese (peer to business), forte dei caratteri di semplicità, velocità, che appartengono al mondo digitale, cui unisce un rendimento, che stimola l’afflusso di risorse.

Leggi tutto
Regolazione

Distributed Ledger Technology e infrastrutture di negoziazione e post-trading

Paola Lucantoni
08 giugno 2018

L’applicazione dei sistemi DLT alla gestione delle infrastrutture di negoziazione e post-trading rappresenta una importante opportunità per l’industria FinTech. La compatibilità degli scenari possibili con il complesso quadro normativo in tema di negoziazione, clearing e settlement non è certa. Il regolatore europeo è orientato a creare delle regulatory sandboxes che permettano alle imprese di sperimentare le nuove soluzioni tecnologiche con flessibilità, consentendo la mappatura dei rischi delle nuove piattaforme.

Leggi tutto
Regolazione

La digitalizzazione della consulenza finanziaria: i robo advice e le regole Mifid

Raffaele Lener
06 giugno 2018

Lo sviluppo digitale ha interessato, nel tempo, anche il settore della consulenza finanziaria. Sono nati così, i robo-advice, servizi online di consulenza finanziaria, che utilizzando un sofisticato automatismo consentono una gestione degli investimenti efficiente ed efficace.
All’interno della categoria è importante distinguere, con le rispettive specificità, tre modalità di offerta del servizio di consulenza: il robo-advice puro; il robo-advice ibrido, il robo4advisor.
L’elemento caratterizzante il fenomeno è da individuare nel grado di automazione del servizio.
La nascita dei robo-advice ha generato importanti riflessioni. Tra le altre, particolare attenzione dovrebbe essere posta all’algoritmo su cui si fonda la raccomandazione di investimento e alla solidità, alla continuità e all’impermeabilità della piattaforma informatica messa a disposizione dell’utente.

Leggi tutto
Regolazione

Finanza, big data e vantaggi concorrenziali

Giuseppe Carraro
05 giugno 2018

La formazione di grandi giacimenti di dati nel corso dell’attività degli operatori del mercato finanziario, e la possibilità offerta dalla tecnologia di analizzarli ed estrarne conoscenza reimpiegata nello stesso o in altri mercati, pone l’esigenza d’individuarne i limiti e la disciplina, sia rispetto alle norme in tema di proprietà intellettuale, sia per i riflessi sulle regole della concorrenza; senza trascurare gli ulteriori problemi posti dai riflessi dell’utilizzazione dei big data dei mercati finanziari sul diritto alla riservatezza e sulla libertà d’informazione.

Leggi tutto
Regolazione

Initial Coin Offering, attraente ma rischioso. Perché non disciplinarlo come l’equity crowdfunding?

Salvatore Luciano Furnari
11 aprile 2018

Nel 2017 sono stati raccolti circa 3,7 miliardi di dollari tramite Initial Coin Offering (ICO), uno strumento innovativo di finanziamento il cui utilizzo è cresciuto esponenzialmente a partire dal 2013. Nonostante negli ultimi tempi la stampa e i siti specializzati parlino spesso di ICO realizzate da aziende italiane, in realtà una ICO in Italia non è ancora mai stata lanciata. Benché il management di queste aziende sia in maggioranza italiano, la sede sociale, diversamente, è sempre estera. Considerati gli interrogativi regolamentari che questo nuovissimo strumento di finanziamento solleva, è opportuno chiedersi quali regole sarebbero applicabili (o quali sarebbe meglio applicare) nel caso in cui un’impresa decidesse di utilizzare questo strumento innovativo di finanziamento in Italia.

Leggi tutto

Esplora le news, gli eventi, gli audio

NEW
CALL FOR PAPER

2^ Conferenza internazionale sugli Investimenti ad Impatto Sociale 2nd Social Impact Investments International Conference

Papers presented at the conference will be invited for submission to the Palgrave Macmillan Series “Studies in impact finance” and to the Special issue “Social Impact Investments for a Sustainable Welfare State” of the journal Sustainability. Papers may also be submitted to Rivista Bancaria – Minerva Bancaria, a peer reviewed Italian journal publishing in English, that will provide a […]

Save the date

Presentazione libro: “Il banchiere Galantuomo”

L’Istituto di Cultura Bancaria “Francesco Parrillo” e l’Associazione Culturale VISIONI E ILLUSIONI presentano il libro   “Il banchiere Galantuomo” di Giorgio A. Chiarva   dedicato alla figura di Amadeo P. Giannini   Roma Giovedì, 18 ottobre 2018 – ore 18.30 Sede di rappresentanza BANCO BPM, Palazzo Altieri -Piazza del Gesù, 49 – Roma   Intervengono, […]

Educazione finanziaria

Ora tocca ai piccoli imprenditori

P. P.

Perché i mini-bond sono meno diffusi al Sud che al Nord? Perché tra gli imprenditori italiani c’è una forte difficoltà a mettere un muro tra finanza aziendale e finanza personal-familiare? Perché da noi il “piccolo è bello” rischia sempre di essere una condanna al nanismo, con l’aggiunta del fatto che la tendenza a indebitarsi a […]

Editrice Minerva Bancaria - Le novità

Le sanzioni bancarie: evoluzione normativa e confronto internazionale

di Pina Murè e Marco Spallone

Partendo da una ricerca sviluppata, a partire dal 2010, dal CASMEF (Centro Arcelli per gli Studi Monetari e Finanziari) della Luiss Guido Carli e proseguita con l’Osservatorio Permanente sulle Sanzioni Bancarie, il lavoro si sofferma sull’evoluzione dell’apparato normativo in materia di controlli dovuta alle innovazioni introdotte dal legislatore nazionale ed europeo; si occupa di analizzare […]

Editrice Minerva Bancaria - Le novità

La prevenzione e la gestione del rischio di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo in banca

di Alfredo Pallini

Oltre ad un lavoro di aggiornamento del contesto, degli aspetti normativi in evoluzione con il recepimento della IV direttiva comunitaria AML-CFT, degli attori coinvolti a livello nazionale e internazionale, vengono passati in rassegna i mezzi di riferimento e di supporto, gli adempimenti a carico delle banche, gli assetti, misure di controllo e strumenti operativi e […]

Collana Moa - Le novità

I musei d’impresa. Heritage e Total Relationship Marketing

di Maria Montella

I musei d’impresa sono un fenomeno emblematico della nostra età, dovuto all’affermazione sia di una nozione antropologica di cultura, che riconosce le imprese quali attori anche culturali, sia di una nozione di valore che lega il vantaggio competitivo delle imprese anche alle qualità intangibili della loro immagine e dei loro prodotti. L’autrice ne delinea un […]

Collana Moa - Le novità

Organizing in the Shadow of Power

di P.Canonico, S. Consiglio, G. Mangia, M. Martinez, R. Mercurio, a cura di L. Maschera

Il concetto di “potere” è centrale in ogni forma di organizzazione. Ventuno contributi scientifici ne analizzano le forme, le dimensioni, le manifestazioni, i risultati, nel ciclo di vita di un’entità produttiva e le sfide manageriali che comporta. In inglese, rivolto a docenti e studenti di discipline manageriali. Leggi la scheda del catalogo

Collana Moa - Le novità

Organizzazione e operations management nei sistemi ospedalieri

di Debora Sarno

Il management ospedaliero è chiamato a progettare ed organizzare un contesto di servizi  (approvvigionamento dei farmaci, dimensionamento delle risorse umane, schedulazione degli interventi chirurgici, etc.) quanto più efficienti ed efficaci possibile. Il volume presenta innovative proposte di governance di risorse, materiali e pazienti, e descrive diverse tecniche di modellazione e analisi di processo per avvalorare […]

Ultimi articoli pubblicati

NEW
Giurisprudenza

La tecnologia dà al mercato sia forma che sostanza

Alberto Lupoi

Alberto Lupoi
11 ottobre 2018

Negli Stati Uniti la Corte Distrettuale Sud di Manhattan sta per decidere un’azione di classe promossa contro alcuni gestori di “Exchanges” (City of Providence, Rhode Island et al vs. Bats Global Markets, Inc et al. No. 15-cv-3057). La causa riguarda la discriminazione causata dai gestori dei mercati fra: partecipanti al mercato che impiegano algoritmi connessi […]

Leggi tutto
Mifid e Fintech pongono nuove sfide ma anche opportunità ai consulenti finanziari. E’ importante una regolamentazione “sostenibile” per il settore.

Le nostre Reti di consulenti finanziari possono essere un modello europeo

Paolo Molesini

Paolo Molesini
03 ottobre 2018

La MiFID ha segnato il passaggio da una disciplina imperniata sul prodotto ad una disciplina fortemente incentrata sul servizio al cliente. Fintech completa questa evoluzione: fattori chiave di successo sono la continua osmosi tra disponibilità ed efficienza digitale, relazione fiduciaria e implementazione di servizi aggiuntivi, tempestività e offerta articolata di soluzioni, preparazione professionale e processi semplici. In questo nuovo scenario la disciplina dell’offerta fuori sede rappresenta un modello flessibile che si adatta alle esigenze, ai bisogni di consulenza, di qualsiasi fascia di clientela che ben potrebbe essere esteso agli altri Paesi UE. Le Reti prestano consulenza a milioni di investitori, l’auspicio è che l’ordinamento giuridico, nel suo evolversi insieme al mutamento dei mercati e dei modelli imprenditoriali, assicuri il permanere delle condizioni perché questa funzione possa continuare ad essere svolta secondo criteri di adeguata sostenibilità.

Leggi tutto
Previsioni macroeconomiche

È troppo presto per preoccuparsi della curva dei tassi Usa

Giorgio Di Giorgio

Giorgio Di Giorgio
12 settembre 2018

Le turbolenze e la volatilità dei mercati finanziari nella prima parte dell’anno in corso, in buona parte anche foraggiate da motivazioni di ordine geopolitico, hanno riproposto il tema della lunga espansione dell’attività economica negli Usa e di quanto essa possa oggi considerarsi a rischio.  In effetti, a partire dal 2009, l’economia statunitense ha sperimentato una […]

Leggi tutto

Ci sono due possibili impatti di uno shock di offerta di lavoro sui comportamenti delle imprese italiane: le imprese che fanno maggiormente uso del fattore divenuto più abbondante potrebbero aumentare la loro produzione. Abbiamo definito questa risposta specifica come “effetto scala”. Il secondo impatto, invece, è associato all’aumento del rapporto lavoro-capitale da parte di tutto il tessuto produttivo italiano. Questa risposta può essere definita come “effetto intensità”. I risultati di questa ricerca sono a favore dell’effetto intensità e perciò possiamo concludere che l’aumento della forza lavoro indotto dall’immigrazione ha provocato un generale cambiamento tecnologico caratterizzato da un più alto rapporto lavoro-capitale.

Leggi tutto

In relazione ad un contratto di finanziamento, il ricorrente lamentava l’usurarietà genetica, ovvero quella sopravvenuta, del tasso applicato e chiedeva la restituzione degli interessi, nonché delle spese e delle commissioni illegittimamente percepite dall’intermediario. Quest’ultimo, ritualmente costituito, dopo aver sollevato l’eccezione di irricevibilità del ricorso in quanto avente ad oggetto un contratto stipulato in un periodo esorbitante la competenza temporale dell’Arbitro bancario finanziario, deduceva nel merito la piena conformità del costo del finanziamento alle disposizioni vigenti al momento della conclusione del finanziamento e, in particolare, di quelle relative alla fissazione del tasso soglia antiusura; chiedeva, pertanto, il rigetto del ricorso.

Leggi tutto
Regolazione

Usura: la parola di Bankitalia e quella dei giudici

Angelica Bonoli

Angelica Bonoli
08 luglio 2018

L’usura è una tematica che abbraccia diversi campi dell’ordinamento giuridico italiano. L’istituto è stato profondamente riformato dal legislatore nel 1996 eppura ancora oggi persistono rilevanti problemi che ruotano intorno ad esso. L’attenzione va posta principalmente sul ruolo svolto da organismi come la Banca d’Italia e sulle regole dagli stessi applicati. In particolare desta qualche perplessità la circostanza che vede esclusi dal calcolo del così detto tasso soglia gli interessi moratori, che pure stando al dettato legislativo ed alla giurisprudenza più recente andrebbero ricompresi.

Leggi tutto

Viaggio nella

Finanza Comportamentale

Soluzioni pratiche per correggere
gli errori (cognitivi ed emotivi)
di Enrico Maria Cervellati
Enrico Maria Cervellati


Ecco come il cervello
ci inganna sulla pensione

Cominciamo dalla fine. Nel 1999 il recente premio Nobel, Richard Thaler, intitolava un suo articolo The End of Behavioral Finance (“La fine della finanza comportamentale”), auspicando che un giorno non lontano si sarebbe smesso di parlare di finanza comportamentale. Non intendeva che non si sarebbe più utilizzato l’approccio comportamentale, ma che questo sarebbe diventato complementare a quello […]

Leggi tutto

Minerva Lab

da Rivista Bancaria-Minerva Bancaria n° 2-3 Marzo Giugno 2018

Un nuovo database per prevedere le sanzioni alle banche

Chiara Guerello, Pina Murè, Natasha Rovo, Marco Spallone

Gli stress test sono stati introdotti e concepiti come uno strumento trasparente e complementare, piuttosto che sostitutivo, rispetto all’ampio spettro di strumenti già in dotazione alle autorità di vigilanza. In quest’ottica, l’analisi dell’attività sanzionatoria, quale strumento integrativo dell’attività regolamentare, permette di dare una valutazione delle pratiche già consolidate, con rispetto a queste novità. Di quest’ultima, […]

da Rivista Bancaria-Minerva Bancaria n° 2-3 Marzo Giugno 2018

Trasformare l’arte in un investimento finanziario

Paola Fandella

È noto come il sistema bancario italiano sia stato negli ultimi anni al centro di significativi cambia- menti, a causa di fattori quali la liberalizzazione e la globalizzazione dei mercati finanziari, l’accentuazione del grado di concorrenza sul mercato creditizio, la despecializzazione operativa delle banche, la crisi finanziaria ed economica apertasi nell’estate 2007 e culminata nel […]

da Rivista Bancaria-Minerva Bancaria n° 2-3 Marzo Giugno 2018

Una strategia win-win per gli Npl

Evita Allodi, Claudio Cacciamani, Elena Guardigli

Stralcio di perdite su crediti; Cartolarizzazione; Bad Bank. Queste le tre possibii strade pereliminare i crediti deteriorati dal bilancio bancario. Lo studio presenta un modello per entrare in una strategia win-to-win insieme agli altri attori del mercato, in modo tale che dai risultati ottenuti tutti i soggetti possano trarne benefici. Infatti, benché il focus del lavoro sia […]

da Rivista Bancaria-Minerva Bancaria n° 2-3 Marzo Giugno 2018

Conosci le sofferenze e migliora i processi, primo comandamento della Banca d’Italia

Marco Giannantonio

Nel 2016 la Banca d’Italia ha introdotto la rilevazione statistica delle esposizioni in sofferenza con l’obiettivo di indurre le banche ad accrescere il patrimonio informativo quale condizione propedeutica alla massimizzazione del recupero delle partite a sofferenza. L’intervento può quindi essere letto secondo una duplice chiave di lettura: da un lato, può esser visto come un […]

da Rivista Bancaria-Minerva Bancaria n° 2-3 Marzo Giugno 2018

Il nuovo ruolo del collegio sindacale in banca

Francesco Minnetti

È noto come il sistema bancario italiano sia stato negli ultimi anni al centro di significativi cambia- menti, a causa di fattori quali la liberalizzazione e la globalizzazione dei mercati finanziari, l’accentuazione del grado di concorrenza sul mercato creditizio, la despecializzazione operativa delle banche, la crisi finanziaria ed economica apertasi nell’estate 2007 e culminata nel 2008 […]

da Rivista Bancaria-Minerva Bancaria n° 2-3 Marzo Giugno 2018

Microcredito: i limiti della nuova normativa

Davide D'Angelo

La disciplina sul Microcredito (Mc) è stata resa pienamente operativa di recente. L’articolo offre spunti sul funzionamento del Mc, sul suo inquadramento e sui possibili problemi connessi al suo accesso. Dopo una prima analisi normativa, vengono esaminati i potenziali beneficiari ed i soggetti che possono erogarlo, in particolare gli operatori non bancari. Basandosi su tale […]

da Rivista Bancaria-Minerva Bancaria n° 2-3 Marzo Giugno 2018

PA e credito: Il doppio razionamento subito dalle imprese nella crisi del debito

Crif Credit Solutions

Non sono soltanto i risparmiatori e i “Bot people” a finanziare il gigantesco debito pubblico della Repubblica Italiana. Un ruolo importante è svolto anche dai fornitori della Pubblica Amministrazione che finanziano lo Stato. Nel 2012, al culmine della crisi del debito sovrano che aveva portato all’esplosione dello “spread” tra titoli di Stato Italiani e tedeschi, […]

da Banche & Banchieri n° 4 Ottobre-Dicembre 2017

Credito Cooperativo, una riforma tra opportunità e vincoli

Francesco Cerri e Silvia Lilli

L’evoluzione del settore finanziario, ed il contestuale rafforzamento delle regole di Vigilanza bancaria, determinano per il Credito Cooperativo una serie di sfide, fondamentali per la stabilità e la competitività del settore. In Italia, con la riforma delle Banche di Credito Cooperativo del 2016, ciascuna BCC vien vincolata ad aderire ad un Gruppo Bancario Cooperativo, sia […]

da Banche & Banchieri n° 4 Ottobre-Dicembre 2017

Il rating “made in Italy” si chiama Cerved Rating Agency

Alfonso Mauro e Mariella Piantoni

A quasi nove anni dall’approvazione del primo Regolamento europeo sulle agenzie di rating si può affermare che la struttura del mercato è rimasta invariata, ovvero dominata delle tre agenzie di rating a matrice statunitense.Le oltre venti agenzie di rating locali, sia per motivi di scarsa visibilità sul mercato europeo che per le limitate disponibilità di risorse finanziarie, sono costrette a concentrare […]

da Banche & Banchieri n° 4 Ottobre-Dicembre 2017

Le regole dell’Agenzia delle Entrate sui rimborsi degli strumenti finanziari annullati: quando si tassa e quando no

Maria Lembo

Perché l’Agenzia delle Entrate ritiene che le somme ricevute come ristoro in base al decreto “salvabanche” non debbano essere gravate dal prelievo fiscale e viceversa ritiene tassabili i rimborsi dei titoli argentini annullati? La risoluzione n. 3/E del 2017 dell’Agenzia delle Entrate che regola il primo caso è solo in apparente contraddizione con la circolare […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

Tabacchi, dal bilancio della riforma le proposte per domani

Marco Spallone, Stefano Marzioni e Alessandro Pandimiglio

Il mercato Italiano dei tabacchi, a due anni dall’entrata in vigore della riforma fiscale del 2015, disegna una situazione equilibrata. Applicando la valutazione di Impatto regolatorio (Vir) emerge che la dinamica di mercato nel biennio 2015-2016 è stata in linea con gli obiettivi di salute pubblica, data la percentuale di fumatori stabile su valori storicamente […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

Industria del gioco e benessere sociale: tutto dipende dal prezzo

Alberto Casagrande e Marco Spallone

Nel 2016 il settore dei giochi in Italia ha raggiunto i 95 miliardi di euro, di cui 77 miliardi hanno rappresentato le vincite dei giocatori, e ha reso all’erario intorno ai 10 miliardi, in crescita del 24% rispetto al 2015. Essendo un’industria regolata dallo Stato, per massimizzare il benessere sociale la sua regolazione implica la […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

Assicurarsi o no? Il dilemma dell’imprenditore da un’indagine Ania

Luigi Guiso e Fabiano Schivardi

Sebbene esposte a una pluralità di rischi, le piccole imprese in Italia ne assicurano solo un sottoinsieme, mediamente tre su una lista di 10. Poiché le imprese di piccole dimensioni sono detenute da famiglie che impegnano una quota rilevante del loro patrimonio nell’impresa – il 40 per cento in media – i rischi di quest’ultima, […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

La politica industriale in chiave 4.0, e le sue quattro direttrici

Valentina Carlini

Il Piano Nazionale Industria 4.0, presentato dal Governo a settembre 2016, è il piano di politica industriale che delinea le traiettorie di crescita per l’Italia. Si fonda su due “direttrici chiave” e due “direttrici di accompagnamento” con l’obiettivo di agire su tutti i fattori della competitività e di mettere a disposizione delle imprese strumenti capaci […]

da BANKPEDIA - www.bankpedia.org

Il dizionario enciclopedico on-line di Banca, Borsa e Finanza

Fondo pensione

Il fondo pensione complementare è uno strumento che ha come unico scopo quello di garantire prestazioni pensionistiche complementari a quelle fornite dal sistema pubblico investendo le proprie riserve sul mercato mobiliare tramite intermediari esterni e operando con il meccanismo della capitalizzazione. Il fondo pensione non ha fini di lucro. L’adesione al fondo pensione è stabilita, per legge, su base […]

Partnership FCHub-QuiFinanza

FCHub ha avviato una collaborazione editoriale con QuiFinanza, il portale dedicato al mondo dell'economia e della finanza del gruppo Italiaonline, prima internet company italiana. 

QuiFinanza è da sempre nella top five dei siti di settore, premiato dagli utenti per la capacità di spiegare con chiarezza argomenti spesso complessi come i mercati finanziari, le politiche fiscali, le riforme e i diritti dei consumatori. I contributi di FCHub ospitati da QuiFinanza vengono riproposti anche sulle home page dei portali Libero e Virgilio, oltre che condivisi sui social network.

 

logo Qui Finanza
Partnership FCHub-Assonebb

FCHub ha avviato una collaborazione scientifica con Assonebb, Associazione Nazionale Enciclopedia della Banca e della Borsa, condividendo gli stessi obiettivi di ricerca scientifica e di educazione finanziaria.

logo assonebb

I nostri Partner

 Banca Profilo
 Cnpdac
 Deutsche Bank Asset Management
 EY
 Mercer
 Oasi

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai soltanto comunicazioni in seguito alla tua sottoscrizione. Potrai modificare le tue preferenze in qualsiasi momento.

Siamo anche:

logo Rivista Bancaria logo Editrice Minerva Bancaria logo Collana MOA logo Economia Italiana