NEW

Antitrust

Per valutare l’economia digitale servono nuovi strumenti

di Andrea Pezzoli

Lo sviluppo dell’economia digitale propone nuove sfide per la politica della concorrenza. La velocità del cambiamento tecnologico rende sempre più complesso intervenire tempestivamente con soluzioni “a prova di futuro”.  I Big Data e i “mercati senza prezzo” sollevano questioni che si trovano a metà tra antitrust e tutela della privacy che, a sua volta, sempre […]

Leggi tutto
NEW

Politica economica

Dove ci porterà l’economia digitale? 

di Stefano Fantacone*

Pubblichiamo in anteprima l’editoriale in uscita sul numero 1/2019 di “Economia Italiana”

Per approfondire: convegno “La rivoluzione digitale: opportunità e rischi”, Roma 20 marzo. (https://economiaitaliana.org/wp-content/uploads/2019/03/Locandina-Convegno-Economia-Italiana-Economia-Digitale-20-marzo-2019-def.pdf)

Per iscriversi: redazione@economiaitaliana.org

Leggi tutto
NEW

Dibattiti / Le riserve di Bankitalia

A che serve vendere l’oro?

di Alessandro Albanese Ginammi

Ho ricevuto molti commenti da amici e colleghi dopo la pubblicazione del mio articolo Perché non è possibile vendere l’oro di Bankitalia. Nell’articolo facevo riferimento a una conversazione avuta in passato con il Dott. Antonio Fazio, nella quale cercavo di argomentare una risposta alla domanda del momento: “Si può vendere l’oro di Bankitalia”? La premessa […]

Leggi tutto
NEW

Ricette economiche / La MMT

Il debito non è un tabù

di Paola Pilati

Proseguire con una politica di bilancio di austerity, o invece abbracciarne una espansiva? Il dilemma è pane quotidiano da noi, ma anche dall’altra parte dell’Oceano. Qui è tema che piace ai sovranisti al potere che criticano le regole fiscali imposte dall’euro, e chiedono più libertà di manovra dal cappio del debito. Negli Usa sta diventando […]

Leggi tutto

BANCHE

Consolidamento e concentrazione, le nuove sfide del Sistema bancario italiano

di Giorgio Di Giorgio

Pubblichiamo in anteprima l’editoriale in uscita sul numero 1/2019 di “Minerva Bancaria”. 

Per approfondire: convegno “Banking package: nuove sfide per le banche italiane”, il 14 marzo a Milano (https://rivistabancaria.it/wp-content/uploads/2019/03/Locandina_CER_Rap14-3-2019.pdf).

Per iscriversi: redazione@editriceminervabancaria.it

 

Leggi tutto

TREND FINANZIARI

Guardare i rendimenti del passato per decidere le mosse del futuro

di Luca Lixi*

L’edizione 2019 del “Credit Suisse Global Investment Returns Yearbook”, redatta dai ricercatori Elroy Dimson, Paul Marsh e Mike Staunton della London Business School per conto di Credit Suisse, rivela alcune importanti sorprese. È sempre un report da tenere in considerazione per avere una visione d’insieme migliore, una “big picture” sui mercati finanziari e sull’economia in […]

Leggi tutto

Parla il commissario straordinario

Ecco il piano per Carige. Aspettiamo le offerte vincolanti

di intervista a Raffaele Lener di Paola Pilati

Un aumento di capitale di 630 milioni. Altri 600 dipendenti da prepensionare oltre i 450 già in programma. Cento sportelli da chiudere. Sono le tre pillole amare che possono riportare Carige in un porto sicuro. Così garantisce il Piano strategico dei tre commissari – Fabio Innocenzi, Raffaele Lener e Pietro Modiano – a cui la […]

Leggi tutto

Euro / Chi ha vinto chi ha perso

Il nostro problema non è la moneta, è la scarsa produttività

di intervista con Pietro Reichlin di Paola Pilati

L’euro ha accresciuto la prosperità della Germania, mentre ha fatto perdere terreno all’Italia. In occasione dei venti anni dell’euro, il centro studi Cep di Friburgo ha pubblicato un paper in cui gli autori si esercitano a immaginare “cosa sarebbe successo se”. Cioè, come si sarebbe evoluto il Pil nazionale di ciascun paese, in assenza della […]

Leggi tutto

Conflitto governo via Nazionale

Per Banca d’Italia c’è il rischio paralisi

di intervista con Stefano Micossi di Paola Pilati

Economista, europeista convinto, attivista in think tank prestigiosi come il Cepr e EuropEos, direttore generale dell’Assonime, Stefano Micossi siede nel consiglio d’amministrazione di Unicredit e nel comitato di corporate governance di Borsa Italiana. Quest’ampia esperienza, unita a una passione civile, ne fanno un affilato commentatore dell’attualità. In questa intervista ha accettato di parlare con Fchub […]

Leggi tutto

M5S e referendum su Salvini

Quando la democrazia diretta usa la “spinta gentile”

di Leonardo Morlino

Perché il M5S ha voluto tenere un referendum interno sulla concessione dell’autorizzazione a procedere per Salvini? Perché Di Maio e il gruppo dirigente era diviso, e dunque ha voluto così scaricare l’eventuale responsabilità sugli iscritti? Per creare un’occasione di democrazia diretta, tanto cara a Casaleggio? O per quale altro motivo? La realtà è spesso più […]

Leggi tutto

Focus ABF

Arbitro Bancario Finanziario

Le decisioni che contano
NEW

Viene a mancare il collegamento tra finanziamento e polizza assicurativa qualora quest’ultima abbia carattere sanitario e non sia finalizzata ad assicurare il rimborso del credito (FP)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Santagata De Castro

Decisione n.21812/2018

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: asserita usurarietà - esclusione (cod. pen. art. 644) - natura sanitaria - polizza assicurativa -

apri il pdf
NEW

Qualora l’intermediario abbia offerto al cliente una comparazione dei costi e del TAEG, sia inclusivi sia non inclusivi della polizza assicurativa, può ritenersi superata la presunzione circa l’obbligatorietà della polizza (FP)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Blandini

Decisione n.21048/2018

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: asserita usurarietà - comparazione dei costi - fattispecie (cod. pen. art. 644) - inclusione dei costi assicurativi nel TAEG - obbligatorietà della polizza assicurativa -

apri il pdf
NEW

La Banca risponde nei confronti del cliente dei danni causati dall’utilizzo fraudolento di uno strumento di pagamento quando viola gli oneri di diligenza impostile dal quadro normativo di riferimento. (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Giglio

Decisione n.238/2019

Voce principale: Strumenti di pagamento

Voci secondarie: carta di credito - responsabilità dell’intermediario - sussistenza (cod. civ. art. 1176; d.m. n. 112/2007 - art. 8; d.lgs. n. 11/2010 - artt. 6 11 e 14) - utilizzo fraudolento -

apri il pdf
NEW

Quando un Buono Postale Fruttifero viene sostituito dalla emissione di una serie successiva con termine determinato, prevalgono, per quanto concerne le condizioni di rimborso, le scritturazioni riportate sul titolo per il periodo eccedentario. (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Giglio

Decisione n.379/2019

Voce principale: Documenti di legittimazione

Voci secondarie: buoni postali fruttiferi - effetti (cod. civ. - artt. 1366 e 1375; d.m. 13.6.1986 - art. 5) - integrazione parziale - modifica delle condizioni di rimborso - tutela dell’affidamento -

apri il pdf
NEW

Quando vengono emessi assegni nell’ambito di un rapporto di c/c l’addebito degli interessi deve essere correlato alla effettiva erogazione del finanziamento non potendo in alcun modo discendere dal meccanico ricalcolo della valuta. (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Rosapepe

Decisione n.275/2019

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: addebito interessi - asserita illegittimità - fattispecie (d.lgs. n. 11/2010 - artt. 1 - 2 e 23) - pagamento assegno -

apri il pdf
NEW

La modifica dei tassi di interesse di un contratto bancario di durata è possibile solo in presenza di una apposita clausola contrattuale espressamente approvata dal cliente. (MDC)

Collegio di Milano

Pres. Lapertosa - Est. Manente

Decisione n.2030/2019

Voce principale: Contratto bancario in genere

Voci secondarie: assenza di clausola autorizzativa - effetti (cod. civ. artt. 1341 - 1362 - 1366; d.lgs. n. 385/1993 art. 118) - modifica unilaterale interessi - mutuo fondiario -

apri il pdf

Non rientrano nella competenza dell’Arbitro bancario Finanziario le contestazioni per l’accertamento di diritti e obblighi relativi a prestazioni di valore superiore a centomila euro quando l’accertamento sia strumentalmente finalizzato all’esercizio dell’azione di condanna della banca (MDC)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Silvestri

Decisione n.23246/2018

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: esecutore testamentario - fattispecie - incasso fraudolento dei saldi - incompetenza per valore - restituzione - successione ereditaria -

apri il pdf

Il contenuto dei diritti del sottoscrittore dei buoni postali può subire variazioni peggiorative per effetto della sopravvenienza di atti normativi limitatamente all’arco temporale riportato nei titoli (MDC)

Collegio di Bari

Pres. Tucci - Est. D'Angelo

Decisione n.26664/2018

Voce principale: Documenti di legittimazione

Voci secondarie: buoni postali fruttiferi - eterointegrazione del contratto - legittimità - limiti (cod. civ. artt. 1339 e 1418; d.p.r. n. 156/73 art. 153; d.lgs. 284/1999) -

apri il pdf

La base di calcolo per la determinazione degli interessi maturati nel periodo di sospensione del finanziamento è la sola quota capitale delle rate il cui pagamento è stato sospeso (IMCS)

Collegio di Napoli

Pres. Carriero - Est. Porta

Decisione n.22817/2018

Voce principale: Mutuo

Voci secondarie: base di calcolo per la determinazione degli interessi - fattispecie (l. n. 244/2007 art. 2) - sospensione delle rate -

apri il pdf

La sopravvenienza normativa non è di per sé un giustificato motivo ai sensi dell’art. 118 TUB, pur potendo, in alcuni casi, assumere rilevanza ai fini indicati (ad es. quando preveda la possibilità di modifiche unilaterali ovvero incida sul costo delle attività o dei servizi interessati dalla modifica unilaterale) (IMCS)

Collegio di Coordinamento

Pres. Massera - Est. Lucchini Guastalla

Decisione n.26498/2018

Voce principale: Contratto bancario in genere

Voci secondarie: contribuzione obbligatoria al Fondo di Risoluzione Unico - esclusione (d.lgs. n. 385/1993 art. 118) - giustificato motivo - modifica unilaterale delle condizioni contrattuali - sopravvenienza normativa -

apri il pdf

SPECIALE MIFID II

di Paola Pilati

A un anno dall'inizio della sua entrata in vigore, Fchub fa un bilancio dell'attuazione della Direttiva MifidII sui servizi finanziari attraverso una serie di interviste ai protagonisti.

Carmine Di Noia

Giovanni Sabatini

Marco Tofanelli

Giuseppe Brandaleone

Luca Galli

Luca De Biasi

Paola Pietrafesa

MiFID

I clienti capiranno il Value for money della consulenza

parla Paola Pietrafesa, amministratore delegato Allianz Bank Financial Advisors*
07 Marzo 2019

«Con la Mifid2 la partita si sposta dal prezzo alla qualità». Ne è convinta Paola Pietrafesa: la Direttiva sulla trasparenza non deve avere tanto l’obiettivo di ridurre all’osso i prezzi della consulenza, quanto quello di valorizzarla, sostiene l’amministratore delegato di Allianz Bank Financial Advisors. Insomma: di far percepire il “value for money”. Per questo Allianz Bank ha creato un centro di formazione, Allianz Bank Business School, dedicato ai financial advisors della sua rete. E punta su una cura massiccia di tecnologia: l’integrazione del digitale all’interno del modello di servizio, con la proposta di nuove soluzioni tecnologiche, offriranno il volano per rendere i processi operativi più efficienti. Ma anche per aumentare la prossimità tra banca e clientela, facendo «percepire maggiormente il valore aggiunto rappresentato dal servizio di consulenza».

Leggi tutto

Gestire i costi o passarli ai clienti? Ecco la tentazione dei gestori

Intervento di Luca De Biasi, Wealth business leader di  Mercer Italia
12 Febbraio 2019

Se la Mifid II deve spingere ad allineare i piani tariffari dei gestori agli interessi dei clienti, molti delle attuali “fee” dei fondi comuni dovrebbero essere riviste al ribasso. Ne è convinto Luca De Biasi, Wealth business leader di Mercer Italia. E in questo intervento spiega il perché. Negli ultimi anni il valore aggiunto ricevuto dagli investitori a fronte della gestione attiva è stato limitato – dice – mentre gli asset manager hanno continuato a mantenere profittabilità e alti margini. Questo in quanto molti prodotti a gestione attiva prevedono commissioni calcolate in percentuale sul patrimonio del fondo. Dunque indipendenti dalla performace. Sia che il mercato salga, sia che scenda, i gestori guadagnano comunque. E in questo articolo per Fchub, Mercer suggerisce all’industria dell’asset management una ricetta per cambiare registro.

 

Leggi tutto

La product governance per i clienti funziona. Ma per le banche la sfida è solo all’inizio

Parlano Giuseppe Brandaleone e Luca Galli, Ernst&Young
05 Febbraio 2019

Da un sondaggio dell’Università Bocconi è emerso che i clienti sanno poco della MIFID 2. Eppure le regole di product governance hanno spinto a ripensare i prodotti in funzione delle caratteristiche della clientela. E i controlli sui ribilanciamenti di portafogli (e sui costi/benefici delle “operazioni di switch”) ridurranno i fenomeni di miss-selling degli operatori. Così il fronte della consulenza, con il partner di Ernst&Young Luca Galli e il senior manager Giuseppe Brandaleone, giudica la direttiva. Eppure, ammettono in questa intervista, si poteva fare di più. Un esempio? Un format comune per informare il cliente sui costi. Di certo sarà il fonte delle banche a soffrire di più. Primo, per la sfida con le Fintech sul terreno dei servizi. Secondo, per  l’arrivo nel 2020 degli operatori esteri, che hanno costi decisamente inferiori ai nostri.

Leggi tutto

Il risparmio ci dà fiducia. Noi lo ripaghiamo con servizi di maggior valore

parla Marco Tofanelli, segretario generale di Assoreti
01 Febbraio 2019

Una raccolta di 30 miliardi in un anno difficile come il 2018 testimonia la salute del sistema delle reti di consulenti finanziari. E il fatto che sia aumentato il portafoglio medio di un consulente, e anche il numero dei clienti seguiti, conferma la fiducia dei risparmiatori. Marco Tofanelli, segretario generale di Assoreti, che rappresenta le principali reti di distribuzione di prodotti finanziari in Italia, valuta in questa intervista l’impatto della MifidII: in Italia il modello di “consulenza evoluta” agli investimenti – cioè non solo finanziaria ma patrimoniale in senso più ampio – era già stato adottato, dice. Adesso la flessibilità propria delle reti può riuscire a controbilanciare alcuni irrigidimenti introdotti dalla direttiva e a difendere i propri margini di guadagno. Quanto alla famigerata product governance non è sempre nel miglior interesse del cliente…

Leggi tutto

Più informazioni dagli intermediari. Ma gli investitori devono essere in grado di comprenderle

parla Giovanni Sabatini, direttore generale Abi
28 Gennaio 2019

Le nuove regole sulla product governance, cioè le informazioni sui costi di prodotti e servizi, e quelle sulla valutazione di adeguatezza (in cui la Commissione europea chiede di includere le variabili Esg), sono la sfida maggiore per le banche, ammette il direttore generale dell’Abi Giovanni Sabatini. E lo sforzo deve essere fatto anche sul fronte degli investitori in termini di educazione finanziaria, per metterli in condizione di utilizzare al meglio le nuove informazioni fornite. Quanto agli effetti dell’unbundling, che nel resto d’Europa sta producendo contraccolpi su banche e società, da noi non si registrano cambiamenti rilevanti. Ma per sapere come è andato il 2018, il rendiconto annuale da spedire per la prima volta ai propri clienti si farà attendere

Leggi tutto

La sfida più grande? La disclosure dei costi

parla Carmine Di Noia, Consob
27 Gennaio 2019

Al check-up di un anno di vita, il giudizio della Consob sulla Mifid II è favorevole, afferma il commissario Carmine Di Noia. E non c’è fretta di rimetterci le mani. Perché se il primo obiettivo della direttiva è di tutelare meglio gli investitori, i risultati già si vedono. Sono stati vietati alcuni strumenti di trading come le opzioni binarie. I requisiti di conoscenza del personale degli intermediari sono stati messi in chiaro. Le informative ex ante ai clienti sui costi sono già attive. Ci vorrà invece più tempo per ottenere quelle del primo consuntivo sui costi complessivi del servizio e dei prodotti. Intanto, i connotati del mercato, con la nuova regolamentazione, stanno già cambiando…

Leggi tutto

Esplora le news, gli eventi, gli audio

NEW
FISCO

CROWDFUNDING, si tassa così

Assofiduciaria segnala che l’Agenzia delle Entrate ha risposto ha fornito chiarimenti in merito al regime fiscale relativo ai finanziamenti attuati attraverso forme di crowdfunding. Nel caso prospettato, sono stati richiesti chiarimenti all’Amministrazione Finanziaria in relazione al trattamento fiscale da applicare ai proventi derivanti dall’attività posta in essere dal proponente del progetto imprenditoriale. Il caso prospettato all’Amministrazione […]

Venerdì 29 marzo 2019 ore 10,00

Convegno “Semplificazione fiscale e trasparenza per la crescita”

Venerdì 29 marzo 2019, alle ore 10,00, presso l’Aula Lucchesi della Sapienza Università di Roma, Piazzale Aldo Moro, 5, si terrà il Convegno della Rivista Economia Italiana (Rivista Fondata da Mario Arcelli) dal titolo “Semplificazione fiscale e trasparenza per la crescita”. Il Convegno, organizzato con la collaborazione di AIDC e Deloitte Financial Advisory, è stato […]

Rapporto McKinsey

Il boom del private market

Il toro non durerà per sempre. È l’ammonimento che da tempo si sente ripetere da analisti e operatori. La frenata delle Borse alla fine dello scorso anno ha fatto pensare che il momento fosse arrivato. Poi, con l’inizio dell’anno nuovo, le quotazioni si sono riprese. Le banche centrali, Fed in testa, hanno fatto capire che […]

Ultimi articoli pubblicati

NEW
Rapporto Cer

I conti delle banche migliorano. Ma non mancano le insidie

Antonio Forte

Antonio Forte
19 Marzo 2019

Il contesto in cui si trovano ad operare le banche, sia a livello nazionale che internazionale, è diventato più complesso nel corso del 2018. Infatti, pur proseguendo il processo di riemersione, negli ultimi 12 mesi si sono manifestate nuove turbolenze per i sistemi bancari, derivanti da fattori sia esogeni che endogeni.  Tra i fattori esogeni […]

Leggi tutto

L’attribuzione ad uno dei contraenti del diritto di modifica unilaterale di un contratto di durata in corso di esecuzione si giustifica in funzione della necessità di porre rimedio alle cc. dd. sopravvenienze contrattuali e, più in generale, di porre rimedio all’incompletezza connaturata a ogni contratto senza determinare lo scioglimento del vincolo negoziale.

Sotto il profilo dell’ambito di applicazione delle varie discipline dello ius variandi, possono distinguersi due scelte di politica legislativa: un approccio unitario, consistente nell’introduzione di una regolamentazione applicabile ad ogni tipo di rapporto bancario, e un approccio “per prodotto”, che si concreta nella previsione di regole differenziate a seconda che il contratto sia di credito, di deposito o di pagamento. Il primo è proprio degli ordinamenti italiano e spagnolo. Il secondo invece è tipico dell’esperienza giuridica francese, britannica, irlandese e statunitense. In posizione peculiare si colloca la Germania, in cui lo ius variandi è disciplinato unicamente dalle norme di recepimento del diritto europeo e, conseguentemente, la disciplina dall’ambito applicativo più ampio è quella in tema di clausole abusive.

Leggi tutto
Mercato Finanziario

Perché gli investitori vendono i titoli delle banche, soprattutto europee?

Silvano Carletti

Silvano Carletti
14 Febbraio 2019

Le banche europee hanno chiuso il 2018 con una flessione della quotazione dei loro titoli che in genere supera il 30%. È il ridimensionamento più grave dal 2011 e oltre il doppio della variazione parallelamente registrata dall’intero listino azionario. Dopo una prima parte dell’anno caratterizzata da contenute variazioni in entrambe le direzioni, a partire (orientativamente) […]

Leggi tutto
Politica Economica

Ecco come allungare la vita del debito. E quanto costerebbe

Maria Valentina Bresciani*, Lorenzo Forni** e Simone Passeri*

Maria Valentina Bresciani
31 Gennaio 2019

L’elevato livello del debito pubblico italiano costituisce un serio fattore di vulnerabilità per l’economia nazionale, collocando il paese in una condizione di sorvegliato speciale all’interno del contesto normativo europeo e di mercato. La fiducia degli investitori è prioritariamente condizionata ad un impegno credibile a favore della riduzione del rapporto debito/PIL, impegno che dovrebbe essere accompagnato da politiche di gestione del debito che contribuiscano a mitigare l’incertezza e le preoccupazioni dei mercati finanziari.

L’analisi presentata in questo articolo tratta un aspetto legato appunto alla gestione del debito: la politica di emissione dei titoli di Stato. In particolare, si confrontano due strategie di allungamento della vita media dello stock di titoli con uno scenario di vita media mantenuta costante. L’obiettivo di queste strategie è ridurre il volume di emissioni annue, in modo da attenuare il rischio connesso al rifinanziamento dei titoli in scadenza e al finanziamento dei nuovi fabbisogni.

Leggi tutto
Giurisprudenza

Initial Coin Offering: come regolare l’emissione di utility token

Salvatore Luciano Furnari

Salvatore Luciano Furnari
16 Gennaio 2019

L’Agenzia delle Entrate ha dato indicazioni sul trattamento fiscale da applicare alla cessione di token. Rispondendo all’interpello formulato da una società intenzionata a emettere un c.d. utility token, l’Agenzia, sulla base della rappresentazione solo teorica dell’operazione presentata dalla società interpellante, si è pronunciata con la risposta n. 14 del 2018. Questo fornisce l’occasione per commentare l’ancora raro approccio di un’autorità italiana al tema delle offerte al pubblico di token, a cui ci si riferisce soventemente con il termine Initial Coin Offering (ICO).

Leggi tutto
Giurisprudenza

Ancora in materia di interessi di mora ed usura

Italo Maria Maioli Castriota Scanderbech

Italo Maria Maioli Castriota
09 Dicembre 2018

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 27442 del 30 ottobre 2018 si è di recente soffermata sul rilievo degli interessi di mora ai fini della determinazione del costo complessivo del finanziamento: ha chiarito che gli interessi di mora soggiacciono alla disciplina antiusura, e ha preso le distanze da coloro che ritengono che il saggio limite per gli interessi di mora vada determinato aumentando quello previsto per gli interessi corrispettivi di 2,1 punti percentuali.

Leggi tutto

In filigrana

di Giuseppe G. Santorsola
Giuseppe Guglielmo Santorsola


Le tre chiavi dell’autonomia di Bankitalia

Molte delle affermazioni esposte ultimamente in merito a ruolo, compiti, responsabilità ed errori della Banca d’Italia (BdI) e/o della Banca Centrale Europea (BCE) nella gestione di propria competenza delle condizioni di crisi dei sistemi bancari e nel governo della politica monetaria, denotano bassa conoscenza sia dell’assetto istituzionale di una società avanzata, sia dello stato dei […]

Leggi tutto

Viaggio nella

Finanza Comportamentale

Soluzioni pratiche per correggere
gli errori (cognitivi ed emotivi)
di Enrico Maria Cervellati
Enrico Maria Cervellati


Procrastinare è sempre scegliere

“Proprio qui è arrivata l’idea geniale di Benartzi e Thaler. Ma per scoprirla dovrete aspettare il prossimo articolo!” Così concludevo il mio ultimo articolo. Questo che state leggendo sarebbe dovuto uscire a breve distanza dal precedente, ma la mia procrastinazione ci ha portato ad Halloween… Proprio di procrastinazione voglio scrivere e di come combatterla, anzi […]

Leggi tutto

Minerva Lab

da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n°5-6 settembre-dicembre 2018

Unlikely to Pay: come evolverà il mercato?

Marco Giannantonio

Oggigiorno il settore bancario più che una fase evolutiva sta vivendo una vera e propria rivoluzione. Legata sia alle nuove tecnologie, sia a nuovi operatori quali fintech e bigtech. Questo sta rendendo sempre più insostenibile il modello di business bancario tradizionale. Ciò nonostante, la competitività del nostro sistema bancario continuerà – almeno nel breve periodo […]

da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n°5-6 settembre-dicembre 2018

Continua la crescita dei pagamenti elettronici. Ma il cammino verso una cashless society è ancora lungo

Daniela Bastianelli, Kirsten Van Toorenburg, Stefano Pironi

Le rilevazioni presentate nell’ultima edizione dell’Osservatorio sulle Carte di Credito e i Digital Payments, realizzato da Assofin, Nomisma CRIF e GfK, mettono in evidenza una crescita del +1.9% per i pagamenti al dettaglio effettuati nel corso del 2017 con strumenti diversi dal contante, seppur ad un ritmo inferiore rispetto a quanto registrato nel 2016. A […]

da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n°5-6 settembre-dicembre 2018

Caso Giappone: la maggiore concorrenza tra le banche ne aumenta l’instabilità

Nemanja Radić

La prolungata crisi bancaria in Giappone ha evidenziato come la stabilità del settore bancario svolga un ruolo chiave per la solidità del sistema finanziario nel suo complesso. Attraverso l’analisi di un campione di dati di banche giapponesi, l’articolo si propone di: a) verificare se il sistema giapponese abbia ripristinato la propria competitività nell’ultimo decennio; b) […]

da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n°5-6 settembre-dicembre 2018

Gli effetti delle sanzioni amministrative sulla performance delle Banche Popolari Italiane

Pina Murè, Marco Spallone

Quest’indagine è volta a valutare gli effetti dell’attività di vigilanza sulle Banche Popolari Italiane, mediante l’analisi delle performance bancarie prima e dopo l’irrogazione di una sanzione. Sfruttando il database costruito nell’ambito dell’Osservatorio sulle Sanzioni del CASMEF Luiss Guido Carli, attraverso tecniche econometriche adeguate è stato valutato l’effetto che le sanzioni hanno avuto sulle performance bancarie […]

da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n°5-6 settembre-dicembre 2018

Gruppo bancario cooperativo al bivio tra sostenibilità ed etica

Mario La Torre

La riforma delle banche di credito cooperativo (BCC) suscita riflessioni strategiche, gestionali ed operative che si concentrano, principalmente, sulle classiche declinazioni della finanza tradizionale. Il dibattito e le investigazioni scientifiche troveranno, in tal ottica, maggiore spazio nel corso della concreta attuazione della riforma, quando i Gruppi bancari cooperativi saranno pienamente operativi. Uno sguardo alternativo al […]

da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n°5-6 settembre-dicembre 2018

Pension funds as providers of “patient” capital to SMEs

Cristina Giorgiantonio, Zeno Rotondi

SME growth is firmly on the EU political agenda and has been heavily un- derscored in the European Commission’s Capital Markets Union (CMU) action plan. In this perspective, institutional investors and in particular pension funds have been seen as a key source of long-term capital for SMEs, as the balance sheets of banks have become […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

Tabacchi, dal bilancio della riforma le proposte per domani

Marco Spallone, Stefano Marzioni e Alessandro Pandimiglio

Il mercato Italiano dei tabacchi, a due anni dall’entrata in vigore della riforma fiscale del 2015, disegna una situazione equilibrata. Applicando la valutazione di Impatto regolatorio (Vir) emerge che la dinamica di mercato nel biennio 2015-2016 è stata in linea con gli obiettivi di salute pubblica, data la percentuale di fumatori stabile su valori storicamente […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

Industria del gioco e benessere sociale: tutto dipende dal prezzo

Alberto Casagrande e Marco Spallone

Nel 2016 il settore dei giochi in Italia ha raggiunto i 95 miliardi di euro, di cui 77 miliardi hanno rappresentato le vincite dei giocatori, e ha reso all’erario intorno ai 10 miliardi, in crescita del 24% rispetto al 2015. Essendo un’industria regolata dallo Stato, per massimizzare il benessere sociale la sua regolazione implica la […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

Assicurarsi o no? Il dilemma dell’imprenditore da un’indagine Ania

Luigi Guiso e Fabiano Schivardi

Sebbene esposte a una pluralità di rischi, le piccole imprese in Italia ne assicurano solo un sottoinsieme, mediamente tre su una lista di 10. Poiché le imprese di piccole dimensioni sono detenute da famiglie che impegnano una quota rilevante del loro patrimonio nell’impresa – il 40 per cento in media – i rischi di quest’ultima, […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

La politica industriale in chiave 4.0, e le sue quattro direttrici

Valentina Carlini

Il Piano Nazionale Industria 4.0, presentato dal Governo a settembre 2016, è il piano di politica industriale che delinea le traiettorie di crescita per l’Italia. Si fonda su due “direttrici chiave” e due “direttrici di accompagnamento” con l’obiettivo di agire su tutti i fattori della competitività e di mettere a disposizione delle imprese strumenti capaci […]

da BANKPEDIA - www.bankpedia.org

Il dizionario enciclopedico on-line di Banca, Borsa e Finanza

Valore effettivo

Somma pagata all’acquisto di un titolo o riscossa al momento della sua vendita. Si determina teoricamente sul mercato come punto d’incontro della domanda e dell’offerta. Nel caso di quotazione in borsa, risulterà dalle contrattazioni svolte in tale sede. In realtà, il mercato dei titoli è limitatamente concorrenziale per la presenza delle banche, che investono in […]

Partnership FCHub-QuiFinanza

FCHub ha avviato una collaborazione editoriale con QuiFinanza, il portale dedicato al mondo dell'economia e della finanza del gruppo Italiaonline, prima internet company italiana. 

QuiFinanza è da sempre nella top five dei siti di settore, premiato dagli utenti per la capacità di spiegare con chiarezza argomenti spesso complessi come i mercati finanziari, le politiche fiscali, le riforme e i diritti dei consumatori. I contributi di FCHub ospitati da QuiFinanza vengono riproposti anche sulle home page dei portali Libero e Virgilio, oltre che condivisi sui social network.

 

logo Qui Finanza
Partnership FCHub-Assonebb

FCHub ha avviato una collaborazione scientifica con Assonebb, Associazione Nazionale Enciclopedia della Banca e della Borsa, condividendo gli stessi obiettivi di ricerca scientifica e di educazione finanziaria.

logo assonebb

I nostri Partner

 Natixis
 Banca Profilo
 Cnpdac
 EY
 Mercer
 Oasi

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai soltanto comunicazioni in seguito alla tua sottoscrizione. Potrai modificare le tue preferenze in qualsiasi momento.

Siamo anche:

logo Rivista Bancaria logo Editrice Minerva Bancaria logo Collana MOA logo Economia Italiana