Il 12% di chi ha chiesto un mutuo nei primi 10 mesi dell’anno è straniero (Facile.it e Mutui.it); le origini, nell’ordine: Romania, Albania, Moldavia e Marocco. Richiesti in media 117.340 euro per immobili di valore medio di 157.281 euro 

Pil tendenziale per il quarto trimestre 2018 è stimato dal CER pari allo 0,7%, che conferma una crescita annua dell’1%, al di sotto delle aspettative governative. 

Commercio al dettaglio in calo del 2,5% a settembre rispetto a settembre 2017. (Istat) 

Disoccupazione stabile nell’area euro nel terzo trimestre all’8,1%. In aumento in Italia, dello 0,3, al 10,1%. Per i giovani resta sopra il 30 in Italia (31.6%), Spagna (34.3%) and Greece (37.9%). (Ocse) 

Quanto costa mandare i figli all’università? E quanto bisogna risparmiare per garantire loro di raggiungere questo traguardo? Moneyfarm ha stimato il costo di un ciclo universitario triennale in alcuni tra i principali atenei italiani (il Politecnico e la Bocconi di Milano, le università di Bologna, Pisa, Roma Sapienza, Napoli Federico II). Considerando tre voci di spesa: tasse universitarie, vitto e alloggio, il costo da sostenere per un triennio all’università pubblica varia dai 34 ai 45 mila euro a seconda della fascia di reddito e dell’ateneo. Studiare all’università di Harvard a Boston (un ciclo di studio quadriennale, l’equivalente della triennale) comporta invece un investimento vicino ai 250.000 mila euro. Pianificare i propri investimenti in vista di questa spesa è fondamentale. 

I titoli dei mercati emergenti sono in media scontati del 36 per cento rispetto a i loro corrispettivi sui mercati più avanzati in termini di capitalizzazione di mercato in rapporto al patrimonio. Il più alto differenziale in dieci anni. Il salto più grosso è avvenuto nel corso di quest’anno, con un crollo del 17 per cento dell’indice Msci Em. 

Alan Greenspan, 92 anni, per 18 anni capo della Fed, ha scritto “Capitalism in America” con il giornalista dell’Economist Adrian Wooldridge. Temi centrali: la produttività come misura del progresso economico e le fonti della crescita della produttività 

Per le big four del mondo bancario Usa i profitti non sono mai stati così buoni. Eppure in Borsa soffrono: gli investitori si chiedono come faranno a migliorare gli attuali risultati in futuro, visto che il trend dei prestiti è in ostinata discesa 

Il nuovo business del real estate in Usa: depositi (climatizzati, antiterremoto) dedicati alle supercar dei tycoon 

A ottobre 2018 Intesa-SanPaolo è al vertice della classifica delle banche operanti in Italia che mostrano la migliore performance sul web secondo BEM Research. Segue Banco BPM, mentre al terzo posto si trova Unicredit 

NEW

Manovra/ Intervista a Pietro Reichlin

Lo spread a 300 durerà

di Paola Pilati

«Una procedura d’infrazione? Non la vuole nessuno, è un’arma spuntata: toglierebbe credibilità alla stessa Europa. Resta il fatto che se si cerca la rissa con la Commissione, Bruxelles non può restare indifferente. Proprio ora poi che la Grecia sta facendo un avanzo primario con grandi sacrifici…». Pietro Reichlin, professore di Economia alla Luiss, da un […]

Leggi tutto
NEW

Roma, Torino, Milano in piazza. Che cosa c’è di nuovo

di Leonardo Morlino

Roma 27 ottobre. Torino e Milano 10 novembre. Diverse città (manifestazione studentesche) 16 novembre. Altre manifestazioni in programma nelle prossime settimane. Che cosa sta succedendo? E perché ora? Presa singolarmente ciascuna manifestazione – da quella di Roma contro la Raggi a quella pro-tav di Torino alle altre che ci sono già state o sono in programma […]

Leggi tutto
NEW

Politica economica

Due messaggi per l’Italia

di Paola Pilati

Il valore dei Cds Italy a cinque anni è tornato quasi al massimo dell’anno: da quota 84, il livello di aprile scorso, viene prezzato intorno a 274, il che indica l’aumentata probabilità di default che il mercato  attribuisce al debito italiano, superiore al 4 per cento. I contratti che assicurano contro l’inadempienza del debitore tornano […]

Leggi tutto
NEW

 CONVEGNO 14 novembre, Unicredit-Palazzo de Carolis, via Lata 3

L’EDUCAZIONE FINANZIARIA IL MESE DOPO

di Giovanni Parrillo

Ottobre è stato il mese dell’educazione finanziaria in Italia. Si sono tenuti 350 eventi in 120 città, un ennesimo convegno a breve distanza può sembrare ridondante, ma in realtà più che illustrare le iniziative avviate dai vari protagonisti, con il Convegno di Minerva* bancaria vogliamo tenere aperto il dibattito su cosa si fa e cosa […]

Leggi tutto

Capire le elezioni americane

di Leonardo Morlino

Quali sono le domande che dobbiamo porci per capire meglio le recenti elezioni USA di midterm? In prospettiva, cioè avendo in mente le elezioni presidenziali fra due anni e lo stato della democrazia USA, i quesiti sono due. Il primo: Trump è diventato il leader riconosciuto ed accettato del partito repubblicano, il GOP? Il secondo: […]

Leggi tutto

PIR: un primo bilancio per strumenti, costi, rendimenti

di Giuseppe G. Santorsola

I Piani di Investimento del Risparmio (PIR) sono stati definiti nell’ambito della Legge di Bilancio 2017 ed introdotti progressivamente nei primi mesi del 2017. Un tema di estrema attualità, soprattutto per l’inatteso (almeno inizialmente) successo registrato con attese quantitativamente superate creando – di fatto – valutazioni contrapposte fra chi li considera innovazione significativa e chi […]

Leggi tutto

CRACK BANCARI

Nuovi risarcimenti: ecco a chi e come

di Paola Pilati

Saranno i denari dimenticati nei propri conti dai risparmiatori a rifondere l’esercito di vittime delle truffe bancarie degli ultimi anni. Arriveranno infatti dai “conti dormienti”, quelli non movimentati da dieci anni, i fondi con cui il governo giallo-verde onorerà la promessa fatta in campagna elettorale ai comitati dei risparmiatori delle banche venete fallite, quelli che […]

Leggi tutto

NOBEL ECONOMIA 2018

Cambiamento climatico, innovazione tecnologica e generazioni future

di Alberto Petrucci

Il premio Nobel per le Scienze economiche 2018 è stato assegnato ex aequo agli economisti statunitensi William D. Nordhaus (Yale University) e a Paul M. Romer (New York University). Le motivazioni della Reale Accademia delle Scienze svedese per tale prestigioso riconoscimento riguardano l’analisi macroeconomica di lungo periodo; nel caso di Nordhaus, esse hanno riguardato gli […]

Leggi tutto

Il Principe

Perché Bolsonaro ha vinto

di Leonardo Morlino

Di Getulio Vargas, presidente del Brasile autoritario dal 1930 al 1945 e dal 1951 al 1954, si ricorda una frase che gli piaceva ripetere: ‘per gli amici tutto, per i nemici la legge’. Chissà se fra qualche anno ricorderemo questa frase commentando le politiche del nuovo presidente del Brasile. Ma chi è Jair Bolsonaro e […]

Leggi tutto

Fed&Bce

L’indipendenza dei banchieri centrali

di Paola Pilati

Uno dei temi più caldi sul fronte della politica monetaria oggi è quello dell’indipendenza dei governatori delle banche centrali. Mario Draghi e Jay Powell non sono né i primi né gli unici a dover subire attacchi dalla politica, visto che è da un po’ di tempo che sulle poltrone dei governatori, una volta avvolte da […]

Leggi tutto

Vigilanza Bce

Il prossimo stress test sarà sulla liquidità

di Gandalf

Dopo la conclusione dello stress test sul patrimonio, di cui conosceremo alcuni risultati ad inizio novembre, le banche vigilate dalla Bce devono predisporsi ad effettuare un nuovo esercizio di stress nel 2019, questa volta sulla liquidità. Si intensifica pertanto l’attività di vigilanza per il tramite di esercizi di stress, non sempre apprezzati, anzi talvolta criticati […]

Leggi tutto

Consob

Risparmio e investimenti: come si comportano gli italiani

di Paola Pilati

Cultura finanziaria? No grazie. A un anno di distanza dal Rapporto Consob che aveva messo il dito sulla piaga della profonda ignoranza degli italiani nel maneggiare i propri risparmi, ecco che nel Rapporto 2018 sugli investimenti finanziari delle famiglie italiane redatto dalla Commissione che vigila sui mercati (http://www.consob.it) compare un aspetto ancora più preoccupante: sono […]

Leggi tutto

Focus ABF

Arbitro Bancario Finanziario

Le decisioni che contano
NEW

Pur presumendosi che il sottoscrittore di buoni postali fruttiferi sia edotto della possibile variazione dei tassi d’interesse per effetto di modifiche normative sopravvenute, resta fermo il suo diritto alla percezione di quanto indicato nel documento per il periodo successivo (ed estraneo) alle riferite variazioni (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Meli

Decisione n.8049/2018

Voce principale: Documenti di legittimazione

Voci secondarie: buoni postali fruttiferi - errato calcolo degli interessi - fattispecie (d.p.r. n. 156/1973) - prevalenza delle condizioni riportate sul documento -

apri il pdf
NEW

E’ onere del mutuatario fornire la prova della obbligatorietà di una polizza assicurativa indicata dalle parti come facoltativa all’atto della stipula di un contratto di finanziamento; l’intermediario, ove non produca elementi di prova di segno contrario, deve procedere alla rideterminazione del piano di ammortamento sulla base di quanto previsto dalla legge (MDC)

Collegio di Bologna

Pres. Marinari - Est. Martino

Decisione n.7798/2018

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: asserita obbligatorietà polizza assicurativa - effetti (d.lgs. n. 385/1993 art. 125 bis) - estinzione anticipata - mancato inserimento nel TAEG dei relativi costi -

apri il pdf
NEW

La Banca risponde dei danni arrecati alla clientela quando omette di osservare, nell’espletamento della propria attività, la diligenza specificamente richiestale dalla legge (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Sirena

Decisione n.6582/2018

Voce principale: Conto corrente bancario

Voci secondarie: contraffazione di assegni - diligenza professionale - effetti (cod. civ. artt. 1176 e 2055) - responsabilità dell’intermediario -

apri il pdf

DOSSIER FINTECH

La tecnologia e il Big Data stanno cambiando i connotati dell’industria finanziaria. Con questo dossier, Fchub indaga le tematiche che questa rivoluzione apre agli esperti di diritto: dalla protezione della privacy alla tutela della concorrenza, a terreni finora inesplorati della giurisprudenza. Un dibattito aperto nel convegno “Diritto, tecnologia e finanza” che si è svolto recentemente alla facoltà di Economia Giorgio Fuà di Ancona, di cui diamo conto iniziando con l'intervento del professor Giuseppe Carraro.
Giurisprudenza

I mercati finanziari digitalizzati: una struttura da disciplinare che crea nuove opportunità

Raffaele Di Raimo
07 ottobre 2018

Fintech va inquadrata concettualmente e disciplinata, comporta nuovi rischi ma dà la possibilità di perseguire maggiore efficienza e soprattutto obiettivi di inclusione rispetto ai quali la finanza tradizionale è spesso risultata inadeguata

Leggi tutto
Giurisprudenza

Nel regolare i robot advisor è sbagliato dimenticare l’algoritmo

Filippo Sartori
22 settembre 2018

1. Nel settore Fintech ha assunto un ruolo assai rilevante il servizio di consulenza finanziaria automatizzata, svolto cioè con automated tools, ovvero con veri e propri robo advisors. Il rilievo non solo è legato alla dimensione che il fenomeno sta acquisendo su scala globale, ma soprattutto alle scelte di politica legislativa che hanno segnato un […]

Leggi tutto
Giurisprudenza

Costruire il nuovo bancario tra MiFID2 e rivoluzione Fintech

Luca Galli
19 settembre 2018

Il risparmio, una delle principali risorse del nostro paese, desta sempre più l’interesse e le mire di operatori internazionali. L’anno in corso sarà forse l’ultimo per cogliere la non più rinviabile occasione di far evolvere rapidamente i “modelli di offerta” di consulenza finanziaria al fine di capitalizzare concretamente le opportunità tecnologiche e rispondere strategicamente a […]

Leggi tutto
Giurisprudenza

Robo-advice: serve una nuova ermeneutica giuridica della consulenza finanziaria

Marco Giorgi
04 agosto 2018

È trascorso ormai oltre un lustro da quando l’eterogeneo fenomeno del Fintech si è imposto all’attenzione della scienza giuseconomica. Ancora oggi, tuttavia, non vi è una definizione universalmente riconosciuta che possa riassumere le plurime e variegate modalità in cui tale fenomeno si estrinseca tanto nelle manifestazioni del presente quanto, a maggior ragione, del futuro [Schueffel P., «Taming the Beast: A Scientific Definition of FinTech», in Journal of Innovation Management, 4, pp. 32-54]. Qualche punto fermo lo si può ricavare da un’interpretazione letterale della locuzione stessa, dalla quale a sua volta si evince la sussistenza di un collegamento applicativo-funzionale tra tecnologia (Tech) e finanza (Fin). Qualcuno potrà obiettare l’ovvietà di un approccio siffatto e ritenere tale affermazione nulla più che una tautologia. Così non è.

Leggi tutto
Regolazione

Blockchain e arte: quali vantaggi per operatori e utenti

Riccardo Piselli, Silvia Segnalini
26 giugno 2018

Il cd “sistema dell’arte” è una realtà decisamente consolidata, anche se nota soprattutto agli addetti ai lavori, dominata da regole scritte e ancor più da regole non scritte, che costituisce un vero e proprio sistema di potere – in grado di fare la differenza per la fortuna, e quindi le quotazioni, di un artista- con tutte le opacità che spesso caratterizzano i sistemi di potere: le stesse che forse hanno impedito finora alla finanza di avvicinarsi più decisamente al mondo dell’arte (pensiamo soprattutto agli art funds, sui quali cfr. per tutti: https://fchub.it/detail/news/art-funds-pronti-partenza-via ) considerato -per l’appunto -opaco, volatile, con troppi conflitti di interessi poco gestibili.

Leggi tutto
Regolazione

Peer to peer lending

Filippo Fiordiponti
11 giugno 2018

Il peer to peer lending, nelle varie modalità applicative che sta sviluppando, ha guadagnato rapidamente l’attenzione di Autorità, operatori del settore e di nuovi attori, che detengono importanti liquidità e forza economica per investire in tecnologia, i c.d. players over the top (OTT), addirittura in grado di offrire un servizio gratuito, almeno in fase iniziale, alla clientela retail. Sembra così avviato a costituire il più rilevante canale alternativo di accesso al credito, rivolto ai consumatori (peer to consumer) e alle imprese (peer to business), forte dei caratteri di semplicità, velocità, che appartengono al mondo digitale, cui unisce un rendimento, che stimola l’afflusso di risorse.

Leggi tutto
Regolazione

Distributed Ledger Technology e infrastrutture di negoziazione e post-trading

Paola Lucantoni
08 giugno 2018

L’applicazione dei sistemi DLT alla gestione delle infrastrutture di negoziazione e post-trading rappresenta una importante opportunità per l’industria FinTech. La compatibilità degli scenari possibili con il complesso quadro normativo in tema di negoziazione, clearing e settlement non è certa. Il regolatore europeo è orientato a creare delle regulatory sandboxes che permettano alle imprese di sperimentare le nuove soluzioni tecnologiche con flessibilità, consentendo la mappatura dei rischi delle nuove piattaforme.

Leggi tutto
Regolazione

La digitalizzazione della consulenza finanziaria: i robo advice e le regole Mifid

Raffaele Lener
06 giugno 2018

Lo sviluppo digitale ha interessato, nel tempo, anche il settore della consulenza finanziaria. Sono nati così, i robo-advice, servizi online di consulenza finanziaria, che utilizzando un sofisticato automatismo consentono una gestione degli investimenti efficiente ed efficace.
All’interno della categoria è importante distinguere, con le rispettive specificità, tre modalità di offerta del servizio di consulenza: il robo-advice puro; il robo-advice ibrido, il robo4advisor.
L’elemento caratterizzante il fenomeno è da individuare nel grado di automazione del servizio.
La nascita dei robo-advice ha generato importanti riflessioni. Tra le altre, particolare attenzione dovrebbe essere posta all’algoritmo su cui si fonda la raccomandazione di investimento e alla solidità, alla continuità e all’impermeabilità della piattaforma informatica messa a disposizione dell’utente.

Leggi tutto
Regolazione

Finanza, big data e vantaggi concorrenziali

Giuseppe Carraro
05 giugno 2018

La formazione di grandi giacimenti di dati nel corso dell’attività degli operatori del mercato finanziario, e la possibilità offerta dalla tecnologia di analizzarli ed estrarne conoscenza reimpiegata nello stesso o in altri mercati, pone l’esigenza d’individuarne i limiti e la disciplina, sia rispetto alle norme in tema di proprietà intellettuale, sia per i riflessi sulle regole della concorrenza; senza trascurare gli ulteriori problemi posti dai riflessi dell’utilizzazione dei big data dei mercati finanziari sul diritto alla riservatezza e sulla libertà d’informazione.

Leggi tutto
Regolazione

Initial Coin Offering, attraente ma rischioso. Perché non disciplinarlo come l’equity crowdfunding?

Salvatore Luciano Furnari
11 aprile 2018

Nel 2017 sono stati raccolti circa 3,7 miliardi di dollari tramite Initial Coin Offering (ICO), uno strumento innovativo di finanziamento il cui utilizzo è cresciuto esponenzialmente a partire dal 2013. Nonostante negli ultimi tempi la stampa e i siti specializzati parlino spesso di ICO realizzate da aziende italiane, in realtà una ICO in Italia non è ancora mai stata lanciata. Benché il management di queste aziende sia in maggioranza italiano, la sede sociale, diversamente, è sempre estera. Considerati gli interrogativi regolamentari che questo nuovissimo strumento di finanziamento solleva, è opportuno chiedersi quali regole sarebbero applicabili (o quali sarebbe meglio applicare) nel caso in cui un’impresa decidesse di utilizzare questo strumento innovativo di finanziamento in Italia.

Leggi tutto

Esplora le news, gli eventi, gli audio

NEW
Save the date

Conferenza Internazionale sugli Investimenti ad Impatto Sociale

L’Università di Roma “La Sapienza” organizza la seconda edizione della Conferenza Internazionale sugli Investimenti ad Impatto Sociale, che si terrà a Roma il 12 e il 13 dicembre. Promosso insieme a Tiresia (Politecnico di Milano), alla Social Impact Agenda per l’Italia ed al Centro Casmef della “Luiss Guido Carli”, il Convegno rappresenta un’occasione di confronto, […]

Ricchezza mondiale

I cinesi verso il sorpasso

Saranno i cinesi a guidare il gruppo dei super ricchi nel prossimo futuro. È lì che i miliardari si riproducono più in fretta di qualsiasi  altro posto al mondo: due nuovi miliardari a settimana. Nell’ultimo Report sulla ricchezza nel mondo, realizzato da Ubs e Pwc, in cui si misura quanto progredisce il benessere privato ogni […]

Convegno di “Economia Italiana” e Università Cattolica del S. Cuore in collaborazione con Fondazione Piacenza e Vigevano

Legge di bilancio e Fare Impresa in Italia

La lettura del CER e la valutazione di imprese, business angels e professionisti   Giovedì 22 novembre 2018 – ore 9,45 Università Cattolica del Sacro Cuore Via Emilia Parmense 84 – Piacenza  – Sala G. Piana   Quale sono le prospettive economiche Italiane nella valutazione del CER, Centro Europa Ricerche? Qual è la valutazione delle […]

Ultimi articoli pubblicati

NEW
Banche

Anche le PMI diventano meno bancocentriche

Silvano Carletti

Silvano Carletti
12 novembre 2018

Il legame tra dinamica economica e domanda di finanziamenti bancari delle imprese sta diventando strutturalmente più debole. Se nel caso delle imprese di maggiore dimensione l’indebolimento dei rapporti con il circuito creditizio è comportamento riscontrato da tempo, ora il fenomeno sta coinvolgendo in misura importante anche le PMI. Oltre all’aumento dell’autofinanziamento e della liquidità prontamente disponibile, determinante per il ridimensionamento del bancocentrismo è la crescita del mercato dei corporate bond.

Leggi tutto
Giurisprudenza

La tecnologia dà al mercato sia forma che sostanza

Alberto Lupoi

Alberto Lupoi
11 ottobre 2018

Negli Stati Uniti la Corte Distrettuale Sud di Manhattan sta per decidere un’azione di classe promossa contro alcuni gestori di “Exchanges” (City of Providence, Rhode Island et al vs. Bats Global Markets, Inc et al. No. 15-cv-3057). La causa riguarda la discriminazione causata dai gestori dei mercati fra: partecipanti al mercato che impiegano algoritmi connessi […]

Leggi tutto
Mifid e Fintech pongono nuove sfide ma anche opportunità ai consulenti finanziari. E’ importante una regolamentazione “sostenibile” per il settore.

Le nostre Reti di consulenti finanziari possono essere un modello europeo

Paolo Molesini

Paolo Molesini
03 ottobre 2018

La MiFID ha segnato il passaggio da una disciplina imperniata sul prodotto ad una disciplina fortemente incentrata sul servizio al cliente. Fintech completa questa evoluzione: fattori chiave di successo sono la continua osmosi tra disponibilità ed efficienza digitale, relazione fiduciaria e implementazione di servizi aggiuntivi, tempestività e offerta articolata di soluzioni, preparazione professionale e processi semplici. In questo nuovo scenario la disciplina dell’offerta fuori sede rappresenta un modello flessibile che si adatta alle esigenze, ai bisogni di consulenza, di qualsiasi fascia di clientela che ben potrebbe essere esteso agli altri Paesi UE. Le Reti prestano consulenza a milioni di investitori, l’auspicio è che l’ordinamento giuridico, nel suo evolversi insieme al mutamento dei mercati e dei modelli imprenditoriali, assicuri il permanere delle condizioni perché questa funzione possa continuare ad essere svolta secondo criteri di adeguata sostenibilità.

Leggi tutto
Previsioni macroeconomiche

È troppo presto per preoccuparsi della curva dei tassi Usa

Giorgio Di Giorgio

Giorgio Di Giorgio
12 settembre 2018

Le turbolenze e la volatilità dei mercati finanziari nella prima parte dell’anno in corso, in buona parte anche foraggiate da motivazioni di ordine geopolitico, hanno riproposto il tema della lunga espansione dell’attività economica negli Usa e di quanto essa possa oggi considerarsi a rischio.  In effetti, a partire dal 2009, l’economia statunitense ha sperimentato una […]

Leggi tutto

Ci sono due possibili impatti di uno shock di offerta di lavoro sui comportamenti delle imprese italiane: le imprese che fanno maggiormente uso del fattore divenuto più abbondante potrebbero aumentare la loro produzione. Abbiamo definito questa risposta specifica come “effetto scala”. Il secondo impatto, invece, è associato all’aumento del rapporto lavoro-capitale da parte di tutto il tessuto produttivo italiano. Questa risposta può essere definita come “effetto intensità”. I risultati di questa ricerca sono a favore dell’effetto intensità e perciò possiamo concludere che l’aumento della forza lavoro indotto dall’immigrazione ha provocato un generale cambiamento tecnologico caratterizzato da un più alto rapporto lavoro-capitale.

Leggi tutto

In relazione ad un contratto di finanziamento, il ricorrente lamentava l’usurarietà genetica, ovvero quella sopravvenuta, del tasso applicato e chiedeva la restituzione degli interessi, nonché delle spese e delle commissioni illegittimamente percepite dall’intermediario. Quest’ultimo, ritualmente costituito, dopo aver sollevato l’eccezione di irricevibilità del ricorso in quanto avente ad oggetto un contratto stipulato in un periodo esorbitante la competenza temporale dell’Arbitro bancario finanziario, deduceva nel merito la piena conformità del costo del finanziamento alle disposizioni vigenti al momento della conclusione del finanziamento e, in particolare, di quelle relative alla fissazione del tasso soglia antiusura; chiedeva, pertanto, il rigetto del ricorso.

Leggi tutto

Viaggio nella

Finanza Comportamentale

Soluzioni pratiche per correggere
gli errori (cognitivi ed emotivi)
di Enrico Maria Cervellati
Enrico Maria Cervellati


Procrastinare è sempre scegliere

“Proprio qui è arrivata l’idea geniale di Benartzi e Thaler. Ma per scoprirla dovrete aspettare il prossimo articolo!” Così concludevo il mio ultimo articolo. Questo che state leggendo sarebbe dovuto uscire a breve distanza dal precedente, ma la mia procrastinazione ci ha portato ad Halloween… Proprio di procrastinazione voglio scrivere e di come combatterla, anzi […]

Leggi tutto

Minerva Lab

da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n°4 luglio-agosto 2018

Idiosyncratic volatility score

Davide Valente

Le informazioni di bilancio inglobano drivers di volatilità non pienamente riflessi nel prezzo delle opzioni. La congettura alla base di questo elaborato poggia su un’ipotesi di sistematica underreaction (overreaction) degli investitori naive rispetto ai reali valori di volatilità idiosincratica1 (volatilità implicita).   L’idea del presente lavoro è quella di impiegare l’analisi fondamentale al fine di […]

da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n°4 luglio-agosto 2018

Struttura proprietaria e performance in tempo di crisi: il caso delle banche italiane

Paolo Crispino

Il lavoro compara la performance delle diverse tipologie di banche italiane durante il periodo 2008-2014, corrispondente alla peggior recessione della storia recente del Paese. Il sistema italiano è composto di tre differenti tipologie di banche, due delle quali in forma cooperativa e l’altra di società per azioni.   Il periodo dell’analisi è rilevante anche alla […]

da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n°4 luglio-agosto 2018

I fondi infrastrutturali nella finanza di progetto

Francesco Baldi

Negli ultimi dieci anni si è registrata una significativa crescita dell’offerta di fondi rivolti ad investire in asset infrastrutturali con strategie finanziarie di equity e/o di debito. L’articolo ne descrive il funzionamento e le tendenze distintive dell’industria internazionale di riferimento, con riguardo alle capacità finora dimostrate nella raccolta dei capitali d’impiego (fundraising), nell’individuazione dei target […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

Tabacchi, dal bilancio della riforma le proposte per domani

Marco Spallone, Stefano Marzioni e Alessandro Pandimiglio

Il mercato Italiano dei tabacchi, a due anni dall’entrata in vigore della riforma fiscale del 2015, disegna una situazione equilibrata. Applicando la valutazione di Impatto regolatorio (Vir) emerge che la dinamica di mercato nel biennio 2015-2016 è stata in linea con gli obiettivi di salute pubblica, data la percentuale di fumatori stabile su valori storicamente […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

Industria del gioco e benessere sociale: tutto dipende dal prezzo

Alberto Casagrande e Marco Spallone

Nel 2016 il settore dei giochi in Italia ha raggiunto i 95 miliardi di euro, di cui 77 miliardi hanno rappresentato le vincite dei giocatori, e ha reso all’erario intorno ai 10 miliardi, in crescita del 24% rispetto al 2015. Essendo un’industria regolata dallo Stato, per massimizzare il benessere sociale la sua regolazione implica la […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

Assicurarsi o no? Il dilemma dell’imprenditore da un’indagine Ania

Luigi Guiso e Fabiano Schivardi

Sebbene esposte a una pluralità di rischi, le piccole imprese in Italia ne assicurano solo un sottoinsieme, mediamente tre su una lista di 10. Poiché le imprese di piccole dimensioni sono detenute da famiglie che impegnano una quota rilevante del loro patrimonio nell’impresa – il 40 per cento in media – i rischi di quest’ultima, […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

La politica industriale in chiave 4.0, e le sue quattro direttrici

Valentina Carlini

Il Piano Nazionale Industria 4.0, presentato dal Governo a settembre 2016, è il piano di politica industriale che delinea le traiettorie di crescita per l’Italia. Si fonda su due “direttrici chiave” e due “direttrici di accompagnamento” con l’obiettivo di agire su tutti i fattori della competitività e di mettere a disposizione delle imprese strumenti capaci […]

da BANKPEDIA - www.bankpedia.org

Il dizionario enciclopedico on-line di Banca, Borsa e Finanza

Aumento di capitale

Operazione rientrante nell’ambito più vasto delle variazioni di capitale. Scopo può essere quello di adeguare le strutture economiche e finanziarie del patrimonio alle mutate esigenze operative; come può essere anche quello, lasciando inalterata la struttura aziendale, di effettuare una modifica esclusivamente aritmetica o contabile dei valori patrimoniali. Nel primo caso, si parla di variazione reale […]

Partnership FCHub-QuiFinanza

FCHub ha avviato una collaborazione editoriale con QuiFinanza, il portale dedicato al mondo dell'economia e della finanza del gruppo Italiaonline, prima internet company italiana. 

QuiFinanza è da sempre nella top five dei siti di settore, premiato dagli utenti per la capacità di spiegare con chiarezza argomenti spesso complessi come i mercati finanziari, le politiche fiscali, le riforme e i diritti dei consumatori. I contributi di FCHub ospitati da QuiFinanza vengono riproposti anche sulle home page dei portali Libero e Virgilio, oltre che condivisi sui social network.

 

logo Qui Finanza
Partnership FCHub-Assonebb

FCHub ha avviato una collaborazione scientifica con Assonebb, Associazione Nazionale Enciclopedia della Banca e della Borsa, condividendo gli stessi obiettivi di ricerca scientifica e di educazione finanziaria.

logo assonebb

I nostri Partner

 Banca Profilo
 Cnpdac
 Deutsche Bank Asset Management
 EY
 Mercer
 Oasi

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai soltanto comunicazioni in seguito alla tua sottoscrizione. Potrai modificare le tue preferenze in qualsiasi momento.

Siamo anche:

logo Rivista Bancaria logo Editrice Minerva Bancaria logo Collana MOA logo Economia Italiana