MIGRANTI / La verità sul lavoro

Guadagnano meno degli italiani. E non gli rubano il posto

di Paola Pilati

Gli immigrati rubano lavoro gli italiani? Il modo in cui il nuovo governo ha deciso di affrontare il fenomeno migranti riaccende sentimenti contrastanti nella società italiana. Chi è per l’accoglienza è accusato di buonismo o di atteggiamento radical-chic, chi è per il respingimento a muso duro passa per il difensore dei diritti dei nativi. Tra […]

Leggi tutto

Scenari finanziari/2

Verso la fine del QE? Le prospettive per i mercati azionari europei *

di Claudio Casadei

All’avvicinarsi della scadenza del piano di acquisti da parte della BCE, che tanto ha influito positivamente sui premi al rischio degli attivi finanziari europei, è lecito chiedersi se tale programma sarà esteso, modificato o concluso e quali saranno le prospettive per i mercati azionari europei. Per rispondere e cercare di dare interessanti spunti di riflessione […]

Leggi tutto

Scenari finanziari/1

Decalogo per capire il mercato

di P.P.

Lo scenario che condiziona le scelte finanziarie internazionali sta rapidamente cambiando. Il primo fattore di discontinuità è l’ormai imminente fine del QE: il bazooka di Mario Draghi verrà riposto nel fodero, ma non ancora conservato in soffitta visto che la ripresa sta rallentando, e la stessa inflazione, che sembra aver agganciato il 2 per cento, […]

Leggi tutto

OCF/ parla Marco Tofanelli

Vi spiego la nuova mission per vigilare sul mercato

di Paola Pilati

Le nuove funzioni di tenuta dell’Albo e di vigilanza sul settore, varate da un punto di vista regolamentare nella seconda metà del 2017, diventeranno pienamente operative dal primo dicembre 2018. Di quali competenze vi state dotando? «Nell’ambito delle previsioni della legge di stabilità per il 2016 sono state assegnate all’OCF le funzioni di tenuta dell’albo, […]

Leggi tutto

Presentata alla Camera la Relazione Annuale OCF 2017

Il Discorso della Presidente, Prof.ssa Carla Rabitti Bedogni

Il 19 giugno, nella sala della Regina di Montecitorio, OCF ha presentato la relazione annuale 2017. La prima da quando è partito il nuovo regime che affida all’Organismo dei Consulenti Finanziari importanti funzioni di vigilanza. Nella sua relazione, la presidente, professoressa Carla Rabitti Bedogni ha richiamato i risultati record del 2017, con una raccolta netta delle reti […]

Leggi tutto

Focus ABF

Arbitro Bancario Finanziario

Le decisioni che contano

Nel caso di iscrizione alla Centrale d’Allarme Interbancaria della Banca d’Italia (CAI), l’intermediario deve adempiere all’obbligo di preavviso nei confronti del cliente e deve fornire prova dell’invio e della ricezione della relativa comunicazione. (PB)

Collegio di Milano

Pres. Orlandi - Est. Santoni

Decisione n.8191/2017

Voce principale: Centrale di allarme interbancaria

Voci secondarie: addebito su carta di credito - insufficienza di fondi - mancato preavviso - onere della prova - segnalazione erronea - sussistenza (cod. civ. artt. 1334-1335-2697) -

apri il pdf

Ai fini della verifica dell’usura di un contratto di finanziamento non possono essere tenuti in considerazione i tassi moratori, che sono esclusi dal calcolo del tasso soglia, in applicazione del principio di simmetria (PB)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Rabitti

Decisione n.8081/2017

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: insussistenza (cod. civ. art. 1815; cod. pen. art. 644; l. n. 108/1996) - sommatoria interessi corrispettivi e interessi di mora - usura -

apri il pdf

Se contestualmente all’erogazione di un finanziamento viene stipulata una polizza assicurativa, la contestualità fa presumere l’esistenza di un collegamento fra i due contratti, salvo prova contraria (FP)

Collegio di Coordinamento

Pres. Lapertosa - Est. Ruperto

Decisione n.250/2018

Voce principale: Credito ai consumatori

Voci secondarie: asserita usurarietà - contestualità - criteri di collegamento - infondatezza (Cod. Civ. art. 1815; Cod. Pen. art. 644) - mancata inclusione nel TEG dei costi assicurativi - polizze assicurative -

apri il pdf

Una volta che il credito è stato ceduto, l’intermediario cedente non può essere convenuto dal debitore ceduto per la restituzione dei costi recurring (FP)

Collegio di Coordinamento

Pres. Lapertosa - Est. Ruperto

Decisione n.6816/2018

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: cartolarizzazione dei crediti - costi recurring - difetto di legittimazione passiva (Testo Unico Bancario artt. 58 e 125-sexies; L. 130/1990 art. 4) -

apri il pdf

In un contratto di finanziamento sono nulle le clausole che non includono nel TAEG i costi relativi a polizze assicurative obbligatorie (MDC)

Collegio di Roma

Pres. Massera - Est. Rabitti

Decisione n.9514/2018

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: effetti (d.lgs. n. 385/1993 art. 125 bis) - mancata inclusione nel TAEG - polizza assicurativa -

apri il pdf

Essendo l’arbitro bancario tenuto a decidere secondo diritto, il principio enunciato dalle sezioni unite di cassazione che nega rilevanza all’usura sopravvenuta esclude ogni possibilità di sanzionare il superamento, nel corso del rapporto, del tasso soglia (MDC)

Collegio di Coordinamento

Pres. Massera - Est. Massera

Decisione n.7440/2018

Voce principale: Finanziamento

Voci secondarie: infondatezza (cod. civ. artt. 1346 - 1815; cod. pen. art. 644; l. 108/1996 artt.1 e 4 ; d.l. n. 394/2000 art. 1; l. n. 24/2001) - retrocessione interessi non dovuti - usura sopravvenuta -

apri il pdf

DOSSIER FINTECH

La tecnologia e il Big Data stanno cambiando i connotati dell’industria finanziaria. Con questo dossier, Fchub indaga le tematiche che questa rivoluzione apre agli esperti di diritto: dalla protezione della privacy alla tutela della concorrenza, a terreni finora inesplorati della giurisprudenza. Un dibattito aperto nel convegno “Diritto, tecnologia e finanza” che si è svolto recentemente alla facoltà di Economia Giorgio Fuà di Ancona, di cui diamo conto iniziando con l'intervento del professor Giuseppe Carraro.
Giurisprudenza

Robo-advice: serve una nuova ermeneutica giuridica della consulenza finanziaria

Marco Giorgi
04 agosto 2018

È trascorso ormai oltre un lustro da quando l’eterogeneo fenomeno del Fintech si è imposto all’attenzione della scienza giuseconomica. Ancora oggi, tuttavia, non vi è una definizione universalmente riconosciuta che possa riassumere le plurime e variegate modalità in cui tale fenomeno si estrinseca tanto nelle manifestazioni del presente quanto, a maggior ragione, del futuro [Schueffel P., «Taming the Beast: A Scientific Definition of FinTech», in Journal of Innovation Management, 4, pp. 32-54]. Qualche punto fermo lo si può ricavare da un’interpretazione letterale della locuzione stessa, dalla quale a sua volta si evince la sussistenza di un collegamento applicativo-funzionale tra tecnologia (Tech) e finanza (Fin). Qualcuno potrà obiettare l’ovvietà di un approccio siffatto e ritenere tale affermazione nulla più che una tautologia. Così non è.

Leggi tutto
Regolazione

Blockchain e arte: quali vantaggi per operatori e utenti

Riccardo Piselli, Silvia Segnalini
26 giugno 2018

Il cd “sistema dell’arte” è una realtà decisamente consolidata, anche se nota soprattutto agli addetti ai lavori, dominata da regole scritte e ancor più da regole non scritte, che costituisce un vero e proprio sistema di potere – in grado di fare la differenza per la fortuna, e quindi le quotazioni, di un artista- con tutte le opacità che spesso caratterizzano i sistemi di potere: le stesse che forse hanno impedito finora alla finanza di avvicinarsi più decisamente al mondo dell’arte (pensiamo soprattutto agli art funds, sui quali cfr. per tutti: https://fchub.it/detail/news/art-funds-pronti-partenza-via ) considerato -per l’appunto -opaco, volatile, con troppi conflitti di interessi poco gestibili.

Leggi tutto
Regolazione

Peer to peer lending

Filippo Fiordiponti
11 giugno 2018

Il peer to peer lending, nelle varie modalità applicative che sta sviluppando, ha guadagnato rapidamente l’attenzione di Autorità, operatori del settore e di nuovi attori, che detengono importanti liquidità e forza economica per investire in tecnologia, i c.d. players over the top (OTT), addirittura in grado di offrire un servizio gratuito, almeno in fase iniziale, alla clientela retail. Sembra così avviato a costituire il più rilevante canale alternativo di accesso al credito, rivolto ai consumatori (peer to consumer) e alle imprese (peer to business), forte dei caratteri di semplicità, velocità, che appartengono al mondo digitale, cui unisce un rendimento, che stimola l’afflusso di risorse.

Leggi tutto
Regolazione

Distributed Ledger Technology e infrastrutture di negoziazione e post-trading

Paola Lucantoni
08 giugno 2018

L’applicazione dei sistemi DLT alla gestione delle infrastrutture di negoziazione e post-trading rappresenta una importante opportunità per l’industria FinTech. La compatibilità degli scenari possibili con il complesso quadro normativo in tema di negoziazione, clearing e settlement non è certa. Il regolatore europeo è orientato a creare delle regulatory sandboxes che permettano alle imprese di sperimentare le nuove soluzioni tecnologiche con flessibilità, consentendo la mappatura dei rischi delle nuove piattaforme.

Leggi tutto
Regolazione

La digitalizzazione della consulenza finanziaria: i robo advice e le regole Mifid

Raffaele Lener
06 giugno 2018

Lo sviluppo digitale ha interessato, nel tempo, anche il settore della consulenza finanziaria. Sono nati così, i robo-advice, servizi online di consulenza finanziaria, che utilizzando un sofisticato automatismo consentono una gestione degli investimenti efficiente ed efficace.
All’interno della categoria è importante distinguere, con le rispettive specificità, tre modalità di offerta del servizio di consulenza: il robo-advice puro; il robo-advice ibrido, il robo4advisor.
L’elemento caratterizzante il fenomeno è da individuare nel grado di automazione del servizio.
La nascita dei robo-advice ha generato importanti riflessioni. Tra le altre, particolare attenzione dovrebbe essere posta all’algoritmo su cui si fonda la raccomandazione di investimento e alla solidità, alla continuità e all’impermeabilità della piattaforma informatica messa a disposizione dell’utente.

Leggi tutto
Regolazione

Finanza, big data e vantaggi concorrenziali

Giuseppe Carraro
05 giugno 2018

La formazione di grandi giacimenti di dati nel corso dell’attività degli operatori del mercato finanziario, e la possibilità offerta dalla tecnologia di analizzarli ed estrarne conoscenza reimpiegata nello stesso o in altri mercati, pone l’esigenza d’individuarne i limiti e la disciplina, sia rispetto alle norme in tema di proprietà intellettuale, sia per i riflessi sulle regole della concorrenza; senza trascurare gli ulteriori problemi posti dai riflessi dell’utilizzazione dei big data dei mercati finanziari sul diritto alla riservatezza e sulla libertà d’informazione.

Leggi tutto

Esplora le news, gli eventi, gli audio

Lavoro / l’Outlook Ocse

Crescono i posti, non le paghe

Paola Pilati

Gli occupati crescono, ma le paghe restano al palo. Lo certifica l’Ocse, nel suo Employment Outlook 2018: nell’area c’è più gente con un lavoro di quanta ce ne fosse prima della crisi, e i livelli di disoccupazione sono quasi tornati a dieci anni fa. Anzi, in alcuni paesi europei, negli Usa e in Australia, l’offerta […]

44^ edizione dell’Osservatorio Credito al Dettaglio Assofin-CRIF-Prometeia

Credito alle famiglie ancora in crescita seppur a ritmi più contenuti

Negli ultimi mesi del 2017 e nella prima parte del 2018 i flussi di crediti erogati alle famiglie italiane hanno proseguito il trend di crescita, sebbene a ritmi più contenuti rispetto ai due anni precedenti e con alcune differenze per le singole forme tecniche. Le erogazioni complessive di mutui immobiliari, dopo tre anni di forte […]

Interesse aziendale e bene comune

Quant’è buono il profitto se è anche giusto

Valentino Spinaci

Ci vorrà lo psicologo per i mercati mondiali? La domanda è d’obbligo perché con l’inizio del Terzo millennio non è arrivata solo una crisi economica devastante ma ha preso progressivamente corpo anche una vera propria crisi d’identità tra le aziende. Banche, imprese, associazioni non profit e cooperative, persino organismi della pubblica amministrazione si interrogano sul […]

Nell’ultimo trimestre del 2017, il reddito reale pro capite nell’area Ocse è cresciuto dello 0,3 per cento (nel trimestre precedente solo dello 0,2), ha reso noto l’organizzazione con base a Parigi.

Vedi grafico

Clima/ Impatto sull’Italia

Più rischio alluvione?
Meno prestiti alle imprese

Valentino Spinaci

Anche in Italia si incomincia a riflettere sul climate change in chiave economica e finanziaria. Iniziando a disegnare un modello di comportamento “responsabile” anche per i mercati, fino a ieri senza vincoli. Partiamo da un dato: il climate change è costato in Italia tre miliardi di euro, solo nel 2015, per eventi privi di copertura […]

Mark Carney, governatore della Banca d’Inghilterra, si è preso l’incarico di riflettere sul tema di quanto i cambiamenti climatici siano legati e influiscano sulla stabilità finanziaria. Il 9 di aprile si è infatti tenuta ad Amsterdam la prima International Climate Risk Conference for Supervisorsorganizzata da Londra insieme alla Banca di Francia e a quella Olandese, […]

Consob/ arriva Mario Nava

La difficile missione dei regolatori

P.P.

Da lunedì 16 aprile diventa operativa la nomina del nuovo presidente della Consob, Mario Nava, che inaugura la nuova stagione di Piazza Verdi completando il vertice che guida l’autorità che sorveglia i mercati (gli altri componenti sono: Anna Genovese, Giuseppe Maria Berruti, Carmine Di Noia e Paolo Ciocca). Userà la “product intervention”, l’arma letale prevista […]

“Denaro”, il libro del docente di finanza alla School of Management di Yale William N. Goetzmann, ha come titolo originale Money Changes Everything. Un titolo che richiama quel detto secondo il quale col denaro si può fare tutto, ovvero il denaro può cambiare ogni cosa. Un aforisma antico che Cicerone ha rilanciato dicendo “non c’è niente di […]

Mercato dei capitali

L’Europa in retromarcia

Negli ultimi dieci anni in Europa il mercato dei capitali è diventato più piccolo e meno sviluppato di quanto non fosse dieci anni fa. Si è ampliato anche il gap con gli Usa: mentre dall’altro lato dell’oceano il mercato dei capitali è cresciuto, nel Vecchio continente si è ristretto nell’80 per cento dei 27. Sono […]

La Ue è preoccupata di poter essere accusata di eccedere nell’uso di strumenti finanziari, assumendo con ciò troppi rischi. Per questo ha commissionato al Ceps, il think tank di Bruxelles specializzato in tematiche sulle policy europee, uno studio sul loro utilizzo. L’uso degli strumenti finanziari per sviluppare risorse necessarie a realizzare progetti è andato via […]

Quanto costano i fondi italiani? Risponde uno studio della Consob che analizza il mercato dal 2012 a 2016: il 70 per cento delle commissioni complessive percepite dalle Sgr viene assorbito dai costi di produzione nel 2016 (era al 66,44 nel 2012); con un patrimonio medio gestito di 235 miliardi e con la famiglia dei fondi […]

Ultimi articoli pubblicati

In relazione ad un contratto di finanziamento, il ricorrente lamentava l’usurarietà genetica, ovvero quella sopravvenuta, del tasso applicato e chiedeva la restituzione degli interessi, nonché delle spese e delle commissioni illegittimamente percepite dall’intermediario. Quest’ultimo, ritualmente costituito, dopo aver sollevato l’eccezione di irricevibilità del ricorso in quanto avente ad oggetto un contratto stipulato in un periodo esorbitante la competenza temporale dell’Arbitro bancario finanziario, deduceva nel merito la piena conformità del costo del finanziamento alle disposizioni vigenti al momento della conclusione del finanziamento e, in particolare, di quelle relative alla fissazione del tasso soglia antiusura; chiedeva, pertanto, il rigetto del ricorso.

Leggi tutto
Regolazione

Usura: la parola di Bankitalia e quella dei giudici

Angelica Bonoli

Angelica Bonoli
08 luglio 2018

L’usura è una tematica che abbraccia diversi campi dell’ordinamento giuridico italiano. L’istituto è stato profondamente riformato dal legislatore nel 1996 eppura ancora oggi persistono rilevanti problemi che ruotano intorno ad esso. L’attenzione va posta principalmente sul ruolo svolto da organismi come la Banca d’Italia e sulle regole dagli stessi applicati. In particolare desta qualche perplessità la circostanza che vede esclusi dal calcolo del così detto tasso soglia gli interessi moratori, che pure stando al dettato legislativo ed alla giurisprudenza più recente andrebbero ricompresi.

Leggi tutto

La natura di impresa speciale rivestita dalla banca richiede un coinvolgimento e un committment rilevante per l’Organo di controllo, chiamato ad un ruolo attivo in diversi e ben delineati ambiti operativi, quali, fra gli altri, la vigilanza sulla funzionalità e adeguatezza del sistema dei controlli interni. Il Single Supervisory Mechanism (SSM) e il MEF hanno rivisto i criteri e i requisiti di idoneità per i ruoli di amministratore e sindaco nelle banche, elevando i livelli qualitativi e gli standard professionali necessari. Per rendere il ruolo pienamente efficace e coerente rispetto al contesto, complesso e in divenire, in cui si inserisce è consigliabile altresì rafforzare gli strumenti operativi a disposizione del Collegio e rivedere le policy di remunerazione.

Leggi tutto
Mercato Finanziario

Il sistema bancario europeo è ancora in convalescenza

Silvano Carletti

Silvano Carletti
03 luglio 2018

Il sistema bancario europeo sta recuperando vigore ma non tutti i problemi sono risolti. La redditività prevalente resta ancora inadeguata e il consolidamento strutturale procede più lentamente di quanto necessario. In particolare, il risanamento del circuito bancario in Germania appare decisamente lontano dalla meta.

Leggi tutto
Politica Economica

Il rebus dell’inflazione

Giorgio Di Giorgio

Giorgio Di Giorgio
25 maggio 2018

A dieci anni dalla crisi finanziaria globale che scosse fortemente il sistema economico mondiale, e richiese risposte straordinarie da parte delle autorità di politica monetaria, fiscale e di regolamentazione e vigilanza, non v’è dubbio che uno dei puzzles ancora irrisolti riguarda l’andamento del tasso di inflazione nelle maggiori economie industrializzate. Nel secondo dopoguerra, l’inflazione, infatti, […]

Leggi tutto

Con il FinTech nuovi operatori avranno accesso al mercato, diffonderanno soluzioni più efficienti, aumenteranno la concorrenza e ridurranno i costi per imprese e investitori. Tale efficienza operativa e riduzione di costi, però, è complessa e non può essere senza limiti. Non bisogna incorrere nell’errore di vedere nell’automazione la soluzione di tutti i problemi: una visione “frettolosa” potrebbe avere l’effetto contrario, e cioè quello di non assicurare un’adeguata tutela ai consumatori. A livello europeo è stata emanata la consultazione sul FinTech, presentato dalla Commissione europea il FinTech Action Plan ed una proposta di regolamentazione sui portali di equity crowdfunding. L’avanzata del Fintech pone dunque nuove sfide ai regolatori, che devono cercare nuovi approcci e valutare nuovi rischi.

Leggi tutto

Viaggio nella

Finanza Comportamentale

Soluzioni pratiche per correggere
gli errori (cognitivi ed emotivi)
di Enrico Maria Cervellati
Enrico Maria Cervellati


Ecco come il cervello
ci inganna sulla pensione

Cominciamo dalla fine. Nel 1999 il recente premio Nobel, Richard Thaler, intitolava un suo articolo The End of Behavioral Finance (“La fine della finanza comportamentale”), auspicando che un giorno non lontano si sarebbe smesso di parlare di finanza comportamentale. Non intendeva che non si sarebbe più utilizzato l’approccio comportamentale, ma che questo sarebbe diventato complementare a quello […]

Leggi tutto

Minerva Lab

da Rivista Bancaria-Minerva Bancaria n° 2-3 Marzo Giugno 2018

Un nuovo database per prevedere le sanzioni alle banche

Chiara Guerello, Pina Murè, Natasha Rovo, Marco Spallone

Gli stress test sono stati introdotti e concepiti come uno strumento trasparente e complementare, piuttosto che sostitutivo, rispetto all’ampio spettro di strumenti già in dotazione alle autorità di vigilanza. In quest’ottica, l’analisi dell’attività sanzionatoria, quale strumento integrativo dell’attività regolamentare, permette di dare una valutazione delle pratiche già consolidate, con rispetto a queste novità. Di quest’ultima, […]

da Rivista Bancaria-Minerva Bancaria n° 2-3 Marzo Giugno 2018

Trasformare l’arte in un investimento finanziario

Paola Fandella

È noto come il sistema bancario italiano sia stato negli ultimi anni al centro di significativi cambia- menti, a causa di fattori quali la liberalizzazione e la globalizzazione dei mercati finanziari, l’accentuazione del grado di concorrenza sul mercato creditizio, la despecializzazione operativa delle banche, la crisi finanziaria ed economica apertasi nell’estate 2007 e culminata nel […]

da Rivista Bancaria-Minerva Bancaria n° 2-3 Marzo Giugno 2018

Una strategia win-win per gli Npl

Evita Allodi, Claudio Cacciamani, Elena Guardigli

Stralcio di perdite su crediti; Cartolarizzazione; Bad Bank. Queste le tre possibii strade pereliminare i crediti deteriorati dal bilancio bancario. Lo studio presenta un modello per entrare in una strategia win-to-win insieme agli altri attori del mercato, in modo tale che dai risultati ottenuti tutti i soggetti possano trarne benefici. Infatti, benché il focus del lavoro sia […]

da Rivista Bancaria-Minerva Bancaria n° 2-3 Marzo Giugno 2018

Conosci le sofferenze e migliora i processi, primo comandamento della Banca d’Italia

Marco Giannantonio

Nel 2016 la Banca d’Italia ha introdotto la rilevazione statistica delle esposizioni in sofferenza con l’obiettivo di indurre le banche ad accrescere il patrimonio informativo quale condizione propedeutica alla massimizzazione del recupero delle partite a sofferenza. L’intervento può quindi essere letto secondo una duplice chiave di lettura: da un lato, può esser visto come un […]

da Rivista Bancaria-Minerva Bancaria n° 2-3 Marzo Giugno 2018

Il nuovo ruolo del collegio sindacale in banca

Francesco Minnetti

È noto come il sistema bancario italiano sia stato negli ultimi anni al centro di significativi cambia- menti, a causa di fattori quali la liberalizzazione e la globalizzazione dei mercati finanziari, l’accentuazione del grado di concorrenza sul mercato creditizio, la despecializzazione operativa delle banche, la crisi finanziaria ed economica apertasi nell’estate 2007 e culminata nel 2008 […]

da Rivista Bancaria-Minerva Bancaria n° 2-3 Marzo Giugno 2018

Microcredito: i limiti della nuova normativa

Davide D'Angelo

La disciplina sul Microcredito (Mc) è stata resa pienamente operativa di recente. L’articolo offre spunti sul funzionamento del Mc, sul suo inquadramento e sui possibili problemi connessi al suo accesso. Dopo una prima analisi normativa, vengono esaminati i potenziali beneficiari ed i soggetti che possono erogarlo, in particolare gli operatori non bancari. Basandosi su tale […]

da Rivista Bancaria-Minerva Bancaria n° 2-3 Marzo Giugno 2018

PA e credito: Il doppio razionamento subito dalle imprese nella crisi del debito

Crif Credit Solutions

Non sono soltanto i risparmiatori e i “Bot people” a finanziare il gigantesco debito pubblico della Repubblica Italiana. Un ruolo importante è svolto anche dai fornitori della Pubblica Amministrazione che finanziano lo Stato. Nel 2012, al culmine della crisi del debito sovrano che aveva portato all’esplosione dello “spread” tra titoli di Stato Italiani e tedeschi, […]

da Banche & Banchieri n° 4 Ottobre-Dicembre 2017

Credito Cooperativo, una riforma tra opportunità e vincoli

Francesco Cerri e Silvia Lilli

L’evoluzione del settore finanziario, ed il contestuale rafforzamento delle regole di Vigilanza bancaria, determinano per il Credito Cooperativo una serie di sfide, fondamentali per la stabilità e la competitività del settore. In Italia, con la riforma delle Banche di Credito Cooperativo del 2016, ciascuna BCC vien vincolata ad aderire ad un Gruppo Bancario Cooperativo, sia […]

da Banche & Banchieri n° 4 Ottobre-Dicembre 2017

Il rating “made in Italy” si chiama Cerved Rating Agency

Alfonso Mauro e Mariella Piantoni

A quasi nove anni dall’approvazione del primo Regolamento europeo sulle agenzie di rating si può affermare che la struttura del mercato è rimasta invariata, ovvero dominata delle tre agenzie di rating a matrice statunitense.Le oltre venti agenzie di rating locali, sia per motivi di scarsa visibilità sul mercato europeo che per le limitate disponibilità di risorse finanziarie, sono costrette a concentrare […]

da Banche & Banchieri n° 4 Ottobre-Dicembre 2017

Le regole dell’Agenzia delle Entrate sui rimborsi degli strumenti finanziari annullati: quando si tassa e quando no

Maria Lembo

Perché l’Agenzia delle Entrate ritiene che le somme ricevute come ristoro in base al decreto “salvabanche” non debbano essere gravate dal prelievo fiscale e viceversa ritiene tassabili i rimborsi dei titoli argentini annullati? La risoluzione n. 3/E del 2017 dell’Agenzia delle Entrate che regola il primo caso è solo in apparente contraddizione con la circolare […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

Tabacchi, dal bilancio della riforma le proposte per domani

Marco Spallone, Stefano Marzioni e Alessandro Pandimiglio

Il mercato Italiano dei tabacchi, a due anni dall’entrata in vigore della riforma fiscale del 2015, disegna una situazione equilibrata. Applicando la valutazione di Impatto regolatorio (Vir) emerge che la dinamica di mercato nel biennio 2015-2016 è stata in linea con gli obiettivi di salute pubblica, data la percentuale di fumatori stabile su valori storicamente […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

Industria del gioco e benessere sociale: tutto dipende dal prezzo

Alberto Casagrande e Marco Spallone

Nel 2016 il settore dei giochi in Italia ha raggiunto i 95 miliardi di euro, di cui 77 miliardi hanno rappresentato le vincite dei giocatori, e ha reso all’erario intorno ai 10 miliardi, in crescita del 24% rispetto al 2015. Essendo un’industria regolata dallo Stato, per massimizzare il benessere sociale la sua regolazione implica la […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

Assicurarsi o no? Il dilemma dell’imprenditore da un’indagine Ania

Luigi Guiso e Fabiano Schivardi

Sebbene esposte a una pluralità di rischi, le piccole imprese in Italia ne assicurano solo un sottoinsieme, mediamente tre su una lista di 10. Poiché le imprese di piccole dimensioni sono detenute da famiglie che impegnano una quota rilevante del loro patrimonio nell’impresa – il 40 per cento in media – i rischi di quest’ultima, […]

da Economia Italiana n° 1-2-3 / 2017

La politica industriale in chiave 4.0, e le sue quattro direttrici

Valentina Carlini

Il Piano Nazionale Industria 4.0, presentato dal Governo a settembre 2016, è il piano di politica industriale che delinea le traiettorie di crescita per l’Italia. Si fonda su due “direttrici chiave” e due “direttrici di accompagnamento” con l’obiettivo di agire su tutti i fattori della competitività e di mettere a disposizione delle imprese strumenti capaci […]

da BANKPEDIA - www.bankpedia.org

Il dizionario enciclopedico on-line di Banca, Borsa e Finanza

Fondo pensione

Il fondo pensione complementare è uno strumento che ha come unico scopo quello di garantire prestazioni pensionistiche complementari a quelle fornite dal sistema pubblico investendo le proprie riserve sul mercato mobiliare tramite intermediari esterni e operando con il meccanismo della capitalizzazione. Il fondo pensione non ha fini di lucro. L’adesione al fondo pensione è stabilita, per legge, su base […]

Partnership FCHub-QuiFinanza

FCHub ha avviato una collaborazione editoriale con QuiFinanza, il portale dedicato al mondo dell'economia e della finanza del gruppo Italiaonline, prima internet company italiana. 

QuiFinanza è da sempre nella top five dei siti di settore, premiato dagli utenti per la capacità di spiegare con chiarezza argomenti spesso complessi come i mercati finanziari, le politiche fiscali, le riforme e i diritti dei consumatori. I contributi di FCHub ospitati da QuiFinanza vengono riproposti anche sulle home page dei portali Libero e Virgilio, oltre che condivisi sui social network.

 

logo Qui Finanza
Partnership FCHub-Assonebb

FCHub ha avviato una collaborazione scientifica con Assonebb, Associazione Nazionale Enciclopedia della Banca e della Borsa, condividendo gli stessi obiettivi di ricerca scientifica e di educazione finanziaria.

logo assonebb

I nostri Partner

 Banca Profilo
 Cnpdac
 Deutsche Bank Asset Management
 Eurovita
 EY
 JP Morgan
 Mercer
 Oasi

Vuoi rimanere aggiornato?

Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai soltanto comunicazioni in seguito alla tua sottoscrizione. Potrai modificare le tue preferenze in qualsiasi momento.

Siamo anche:

logo Rivista Bancaria logo Editrice Minerva Bancaria logo Collana MOA logo Economia Italiana