NEW
nessuno
A VIVA VOCE / INTERVISTA AUDIO

parla Enrico Giovannini, portavoce Asvis

Paola Pilati
no
Ci vuole un team che prepari la ripartenza

Non pensare solo a gestire l’emergenza, ma istituire a palazzo Chigi anche un gruppo di esperti che prepari il rimbalzo. Per far riconquistare competitività al paese. Consapevoli che il futuro sarà pieno di shock. È la proposta di Enrico Giovannini, economista, portavoce dell’Asvis, l’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile. Che in questa intervista racconta come il rischio di una pandemia fosse stato previsto. Sulle misure prese oggi, annuncia l’imminente pubblicazione da parte dell’Asvis e del Forum Disuguaglianze delle raccomandazioni su come emendare il decreto dei 25 miliardi. E si chiede: perché non mobilitare anche le risorse private?

NEW
nessuno
ANALISI / FENOMENOLOGIA DELLA CRISI
Silvia Segnalini
si
Silvia Segnalini
Lo zoo della finanza ai tempi del Corona-virus

Come catalogare l’arrivo del virus? Un cigno nero o un rinoceronte grigio? Imprevedibile o prevedibile? E con quali strumenti culturali – e quali illusioni – sta reagendo la nostra società? Ecco qualche stimolante spunto su cui riflettere

NEW
fintech
approfondimenti/fintech
Andrea Battista e Rossella Vignoletti
si
Andrea Battista
Il potenziale dell’insurtech

Quali sono le caratteristiche dei prodotti assicurativi digitali? Come evolveranno in un mercato maturo? Oggi si può partire dal ribaltare alcuni luoghi comuni sul mondo delle polizze sul web. Per esempio che si tratti di un’attività diretta, senza intermediari, il che non è vero. Quanto ai costi…

NEW
nessuno
POLITICA MONETARIA / COME AFFRONTARE L'EMERGENZA
Giorgio Di Giorgio
si
Giorgio Di Giorgio
Ci salverà l’elicottero?

In pochi giorni, nel mezzo di una tempesta in atto sui mercati finanziari, ci siamo ritrovati di colpo indietro di 12 anni. In meno di un mese le borse, dai massimi di inizio febbraio, hanno lasciato sul terreno tra il 25 e il 40% e gli spread dei paesi più fragili si sono impennati. Come nel 2008, sono le politiche economiche ad essere chiamate a reagire agli eventi, e sia Fed che Bce hanno preso provvedimenti immediati. Cos’altro si potrebbe fare? Ecco le proposte

NEW
banche
approfondimenti/banche
Operazione salvataggio
Filippo Fiordiponti
si
Filippo Fiordiponti
Popolare di Bari, una sostanziale nazionalizzazione

Alla vecchia banca locale subentra una spa a controllo pubblico,con risorse mobilitate dallo Stato attraverso l’MCC, e dal sistema creditizio, attraverso il FITD. Ma la Ue non è sempre stata contraria al salvataggio degli enti utilizzando il denaro dei contribuenti? Ecco la differenza: le risorse sono sì destinate al recupero dell’equilibrio economico patrimoniale dell’Istituto in amministrazione, ma secondo valutazioni che obbediscono alle regole di mercato. Proprio come è accaduto per la tedesca Norddeutsche Landesbank

NEW
nessuno
POLITICA MONETARIA / L'ANALISI DEL CER
Antonio Forte
si
Antonio Forte
Gli effetti collaterali della Bce

La politica ultraespansiva della Bce è stata, negli ultimi anni, l'”unico gioco in città”. Proprio per questo, si comincia a riflettere su come ha cambiato il panorama finanziario, ha influito sui comportamenti dei vari players, ha provocato reazioni nei soggetti coinvolti e indotto contro reazioni.Ecco un’analisi a tutto campo sugli effetti collaterali delle decisioni di Francoforte, molti dei quali sono effetti indesiderati

NEW
politica economica
approfondimenti/politica economica
La tutela del Made in Italy
Alessandra D'Agostini
si
Alessandra D'Agostini
Come si diventa Marchio storico di interesse nazionale

Con il Decreto Crescita è comparsa per la prima volta nel quadro legislativo nazionale la figura del “marchio storico di interesse nazionale”, sconosciuto al diritto sovranazionale, che ha disciplinato invece la figura del marchio che gode di rinomanza. Un modo per tutelare il brand Made in Italy, e salvaguardare il frutto del lavoro di passaggi generazionali imprenditoriali. Ecco le regole per iscriversi al registro speciale del Mise

NEW
regolazione
approfondimenti/regolazione
Shareholder Rights Directive 2
Vittorio MIrra*
si
Vittorio Mirra
Parti correlate: il mercato attende la Consob (ma teme gli aggravi)

Anche se l’Autorità di Vigilanza sui mercati si è rivolta agli operatori con una consultazione, per cogliere appieno le esperienze applicative degli intermediari, alcune sue prese di posizione fanno sorgere qualche dubbio. Ecco quali possono essere i risvolti più dannosi del nuovo Regolamento

NEW
nessuno
CREDITO / CHE COSA NON FUNZIONA

Intervista con Sergio Gatti, direttore generale Federcasse

no
Non soffocate di regole le banche di territorio

Gli stimoli della Bce vanno in una direzione, le norme di supervisione dell’Eba in un’altra. E queste ultime hanno sopravvalutato il rischio di credito rispetto al rischio di mercato. È l’analisi del direttore generale di Federcasse, che rappresenta 260 banche di comunità. E propone l’abbandono dell’approccio “una sola regola buona per tutti”. Dal calendar provisioning in vigore, alla nuova definizione di default in arrivo, a Basilea 3Plus, tutto andrà rivisto. Non per abbassare la guardia. Ma per calibrare le misure a seconda dei destinatari

nessuno
ASSICURAZIONI / IL CAMMINO DELLA DIRETTIVA IDD

intervista con Domenico Siclari

Paola Pilati
no
Obiettivo: una polizza su misura per te

Finora i prodotti assicurativi venivano offerti alla clientela partendo dalle esigenze di marketing dell’assicuratore, e non si tarava la polizza sulle esigenze del consumatore. La nuova direttiva europea IDD impone invece di costruire prodotti assicurativi con un target preciso, da non proporre a chi a quel target non appartiene. E il rispetto di questa regola sarà nelle mani della rete di distribuzione. Per diventare operativa, però, tutta l’industria è in attesa dei regolamenti, che tardano. Finalmente, Consob e Ivass li annunciano in arrivo per Pasqua

giurisprudenza
approfondimenti/giurisprudenza
Bail-in: il ricorso della Fondazione Cassa di Jesi
Antonio Di Ciommo
si
Antonio Di Ciommo
Commissari straordinari: sarà l’Alta Corte a decidere sui poteri di Bankitalia

La questione della legittimità costituzionale dell’art.72 del TUB, che impone l’autorizzazione della Banca d’Italia per agire contro i commissari straordinari potrebbe avere effetti dirompenti nella gestione dei salvataggi bancari. La questione costituzionale è stata sollevata dal Tar del Lazio, adito dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Jesi contro il diniego di via Nazionale all’azione di responsabilità nei confronti dei commissari straordinari di Banca Marche. Il potere della Banca d’Italia di autorizzare o vietare l’azione di responsabilità di un’amministrazione straordinaria viola davvero la Costituzione? Contro la tesi di un’eccessiva discrezionalità  dell’autorità bancaria ci sono molti argomenti. Eccoli.

 

banche
approfondimenti/banche
La visione di Exton Consulting
Maurizio Faroni
si
Maurizio Faroni
Il futuro del retail banking

La compressione della redditività e la competizione che viene da  “neo-banks” e fintech sono una sfida sempre più evidente per le banche. Il ripensamento dei modelli organizzativi e di offerta, delle architetture IT e una gestione innovativa delle risorse umane sono opportunità da cogliere per mantenere la centralità delle banche commerciali. 

nessuno
Fintech / Il caso Soisy

intervista a Pietro Cesati

di Paola Pilati
no
Come ti finanzio l’e-shopping

Nel mondo del credito la rivoluzione digitale cambia il business model: le persone possono prestare direttamente denaro ad altre persone. Chi presta si prende dei rischi, ammette Pietro Cesati, fondatore di Soisy, che finanzia all’istante chi fa acquisti su e-commerce. Ma sono rischi sparsi nel sistema, non in capo a poche banche. E questo mette al riparo dalle grandi crisi sistemiche. In questa intervista spiega perché.

Focus ABF

Arbitro Bancario Finanziario

Le decisioni che contano

I crediti caduti in successione non si dividono tra i coeredi in proporzione delle rispettive quote ma entrano a far parte della comunione ereditaria; alla divisione può pervenirsi solo con il consenso di tutti gli aventi diritto.
(MDC)
Collegio di Bari
Pres. De Carolis
Est. Positano
Decisione n. 19359
Anno 2019
Voce principale: Conto corrente bancario
Voci secondarie: effetti (cod. civ. artt.177 - 179 - 191 e 581; cod. proc. civ. art. 784) fattispecie morte dell’intestatario scioglimento della comunione legale
L’appostazione a sofferenza di un debito da parte dell’intermediario implica una valutazione complessiva della situazione finanziaria del cliente (nel caso di specie assente), non potendo scaturire da un mero ritardo nel pagamento del debito.
(MDC)
Collegio di Bari
Pres. De Carolis
Est. Positano
Decisione n. 19358
Anno 2019
Voce principale: Centrale dei rischi
Voci secondarie: assenza di prova (d.lgs. n. 385/1993 artt. 119 - 125) difetto dei presupposti sostanziali effetti illegittimità risarcimento dei danni segnalazione
A fronte del difetto di diligenza dell’intermediario nell’aver consentito l’incasso di un assegno contraffatto, la consegna del bene oggetto di compravendita in assenza delle ordinarie verifiche sulla regolarità dell’assegno presentato in pagamento (c.d. “bene emissione”) interrompe il nesso causale tra la condotta dell’intermediario e il danno conseguente all’irregolarità dell’assegno stesso, configurando così un concorso di colpa tra le parti
(MDC)
Collegio di Bologna
Pres. Marinari
Est. Martino
Decisione n. 19045
Anno 2019
Voce principale: Titoli di credito
Voci secondarie: assegno circolare concorso di colpa contraffazione fattispecie (cod. civ. artt. 1176 - 1856)
Nelle operazioni di pagamento elettronico gli intermediari sono responsabili nei confronti dei clienti laddove non apprestino sistemi di c.d. “autenticazione forte del cliente” così come definiti dalla legge
(MDC)
Collegio di Milano
Pres. Lapertosa
Est. Falce
Decisione n. 21485
Anno 2019
Voce principale: Strumenti di pagamento
Voci secondarie: assenza dei presidi di sicurezza effetti (d.lgs. n. 11/2010 artt. 1 - 8 - 10 bis 12) home banking operazioni non autorizzate responsabilità dell’intermediario
A seguito della sentenza dell’11 settembre 2019 della Corte di Giustizia Europea, la norma vigente in materia di estinzione anticipata del finanziamento deve essere interpretata nel senso che, il consumatore ha diritto alla riduzione di tutte le componenti del costo totale del credito, compresi i costi “up front”, sulla base di criteri determinati dai Collegi decidenti secondo equità e fatta comunque salva una diversa previsione pattizia
(MDC)
Collegio di Coordinamento
Pres. Massera
Est. Lapertosa
Decisione n. 26565
Anno 2019
Voce principale: Finanziamento
Voci secondarie: criteri (cod. civ. artt. 1370 - 1373 - 1374 - 1418 - 1419; d.lgs. n. 385/1993 - artt. 121 - 125 sexies - 127) estinzione anticipata rimborsabilità dei costi c.d. “up-front”
Il contratto di conto corrente bancario non si estingue automaticamente per effetto della morte del correntista ma in conseguenza di una espressa manifestazione di volontà da parte degli eredi. Resta fermo che il comportamento della banca debba essere improntato a correttezza e buona fede anche nei confronti degli eredi
(MDC)
Collegio di Coordinamento
Pres. Massera
Est. Bargelli
Decisione n. 24360
Anno 2019
Voce principale: Conto corrente bancario
Voci secondarie: decesso del titolare fattispecie (cod. civ. artt. 490 - 1722 - 1833 - 1853 - 1856 - 1857; d.lgs. n. 385/1993 artt. 119 - 120 bis) prosecuzione del rapporto in capo agli eredi
Ove la banca abbia adottato un sistema di autenticazione a due fattori con metodo OTP, è presumibile che l’operazione fraudolenta sia stata resa possibile da un comportamento gravemente colposo del cliente nella custodia dei codici di accesso e dei dispositivi connessi, in assenza di ulteriori indici di anomalia dell’operazione
(FP)
Collegio di Milano
Pres. Lapertosa
Est. Di Nella
Decisione n. 16026
Anno 2019
Voce principale: Strumenti di pagamento
Voci secondarie: colpa grave home banking operazioni fraudolente presunzione (d.lgs. n. 11/2010 artt. 7 – 8 – 10 - 10 bis - 12) sistema di autenticazione a due fattori
Premesso che, in ragione della diversa natura e funzione degli interessi moratori rispetto ai corrispettivi, non è consentita – ai fini della valutazione della usurarietà delle clausole contrattuali – la eterogenea sommatoria degli stessi, ai fini della valutazione di manifesta eccessività dell’interesse moratorio convenuto tra le parti assume decisivo rilievo nei contratti di credito al consumatore la valutazione complessiva della condotta delle parti in chiave di correttezza e buona fede. In caso di nullità della clausola contrattuale, si applica l’interesse corrispettivo di cui all’art. 1224 cod. civ.
(MDC)
Collegio di Coordinamento
Pres. Massera
Est. Carriero
Decisione n. 22746
Anno 2019
Voce principale: Credito ai consumatori
Voci secondarie: criteri (cod. civ. artt. 1224 - 1815; l. n. 108/1996 art. 2; d.lgs. n. 206/2005 artt. 33 - 36) infondatezza manifesta eccessività degli interessi moratori sommatoria degli interessi moratori agli interessi corrispettivi usura

Speciale Mifid II

di Paola Pilati

A un anno dall’inizio della sua entrata in vigore, Fchub fa un bilancio dell’attuazione della Direttiva MifidII sui servizi finanziari attraverso una serie di interviste ai protagonisti.

Il Principe
di Leonardo Morlino
NEW

Di certo, la crisi avrà un impatto economico. Ma sarà anche un catalizzatore di tendenze già in atto. Soprattuto in politica. Stabilizzando il governo rispetto all’opposizione. E spingendo l’Unione europea a fare chiarezza al suo interno

Il Principe
di Leonardo Morlino
NEW

Di certo, la crisi avrà un impatto economico. Ma sarà anche un catalizzatore di tendenze già in atto. Soprattuto in politica. Stabilizzando il governo rispetto all’opposizione. E spingendo l’Unione europea a fare chiarezza al suo interno

Osservatorio Banche
di Silvano Carletti

Proposta come un’operazione “amichevole”, l’Offerta pubblica di scambio che Banca Intesa ha lanciato su Ubi presenta molte incognite. Che qui vengono analizzate una per una. Con una certezza: Intesa offre carta, ma incassa un’ingente liquidità

Osservatorio Banche
di Silvano Carletti

Proposta come un’operazione “amichevole”, l’Offerta pubblica di scambio che Banca Intesa ha lanciato su Ubi presenta molte incognite. Che qui vengono analizzate una per una. Con una certezza: Intesa offre carta, ma incassa un’ingente liquidità

In Filigrana
di Giuseppe G. Santorsola

Le banche hanno sviluppato un ruolo di doppia intermediazione: negano prestiti diretti alle imprese, e li deviano verso intermediari che trasformano le disponibilità acquisite in partecipazioni al capitale delle imprese. Si crea così una distorsione che penalizza le imprese il cui controllo deve accettare le regole di governance della finanza d’impresa

In Filigrana
di Giuseppe G. Santorsola

Le banche hanno sviluppato un ruolo di doppia intermediazione: negano prestiti diretti alle imprese, e li deviano verso intermediari che trasformano le disponibilità acquisite in partecipazioni al capitale delle imprese. Si crea così una distorsione che penalizza le imprese il cui controllo deve accettare le regole di governance della finanza d’impresa

Libri

a cura di Filippo Cucuccio
Detroit renaissance
Molto probabilmente, chi si trova a sfogliare questo libro si pone la stessa domanda che un portiere d’albergo a Philadelphia ha rivolto al suo autore, Giuseppe Berta, storico dell’economia industriale di lungo corso: perché Detroit? Forse perché fare un viaggio in questa città significa riscoprire i monumenti industriali di un’epoca che fu? O piuttosto vuol...

Minerva Lab

da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n. 5-6 settembre-dicembre 2019
Daniela Percoco
Degli immobili presenti sul territorio nazionale, quelli dedicati ad attività direzionali, terziarie e produttive rappresentano il 6,5% sul totale. Si tratta di poco più di 4,1 milioni di unità immobiliari rispetto ai quasi 64 milioni complessivi. Dall’ultima rilevazione prodotta da CRIF RES – la divisione di CRIF specializzata nei servizi valutativi e tecnici per il...

da BANKPEDIA - www.bankpedia.org

Il dizionario enciclopedico on-line di banca, borsa e finanza
Letteralmente “banca a casa”. Si tratta dell’attività di e-banking che fa ricorso alla telematica per offrire alla clientela servizi a domicilio. Nell’accezione più ampia si considerano utenti di servizi “at home”, oltre ai privati, anche le imprese, qualsiasi organizzazione compresi gli intermediari finanziari bancari e non bancari. Per questo esteso significato il termine corretto è...

Partnership FCHub-QuiFinanza

FCHub ha avviato una collaborazione editoriale con QuiFinanza, il portale dedicato al mondo dell’economia e della finanza del gruppo Italiaonline, prima internet company italiana. 

QuiFinanza è da sempre nella top five dei siti di settore, premiato dagli utenti per la capacità di spiegare con chiarezza argomenti spesso complessi come i mercati finanziari, le politiche fiscali, le riforme e i diritti dei consumatori. I contributi di FCHub ospitati da QuiFinanza vengono riproposti anche sulle home page dei portali Libero e Virgilio, oltre che condivisi sui social network.

Partnership FCHub-Assonebb

FCHub ha avviato una collaborazione scientifica con Assonebb, Associazione Nazionale Enciclopedia della Banca e della Borsa, condividendo gli stessi obiettivi di ricerca scientifica e di educazione finanziaria.