new
approfondimenti/banche
Daniel Kjellén
Daniel Kjellén

Le previsioni del CEO di Tink su come cambierà il mondo dei servizi finanziari e dei pagamenti con l'evoluzione tecnologica. Sarà sempre più open finance e open data. E i nuovi trend andranno a vantaggio, anche, della sostenibilità 

new
approfondimenti/banche
Gianluca Forzenigo e Lorenzo Fuscà
Gianluca Forzenigo
Lorenzo Fuscà

Il Robo Advisory e l'Artificial Intelligence sono due servizi per la gestione degli attivi che hanno visto un grande sviluppo durante la pandemia. Ecco con quali risultati nell'esperienza di Banca Profilo

new
CONSOB / IL 7° RAPPORTO SULLE SCELTE DEI RISPARMIATORI
Paola Pilati

Il 7° Rapporto sulle scelte di investimento delle famiglie italiane mostra un mondo del risparmio molto frammentato. Quanto alla conoscenza finanziaria, il dato complessivo segnala un lieve miglioramento delle competenze, ma una grande debolezza su ciò che il Rapporto definisce il financial control: il 75 per cento dichiara di risparmiare, ma solo il 38 ha un budget

new
UN NUOVO STRUMENTO DI LAVORO PER STUDIOSI E PROFESSIONISTI
Il Codice, a cura di Pierre De Gioia Carabellese e Biancamaria Raganelli, rappresenta il tentativo ambizioso di rendere sistematiche le fonti normative del diritto dell’economia contenendole in un unico volume fruibile dal mercato.  Un settore in progressiva espansione, trasversale rispetto alle tradizionali branche del diritto pubblico e privato, che coinvolge ambiti distinti, riconducibili tra gli...
new
WEBINAR CONSOB 11 GENNAIO H 11
Il 7° Rapporto Consob sulle scelte di investimento delle famiglie italiane, curato da Nadia Linciano, viene presentato con un convegno online. Il Keynote speach sarà svolto da Ugo Bassi, Direttore DG FISMA Commissione europea. Dopo l’illustrazione delle principali evidenze del rapporto, a cura di Nadia Linciano, Valeria Caivano, Monica Gentile, Paola Soccorso, concluderà Carmine Di...
new
approfondimenti/Mercato finanziario
Giorgio Di Giorgio
Giorgio Di Giorgio

Gli interventi delle banche centrali, la politica super espansiva dei governi, gli aumenti delle materie prime sono il cocktail esplosivo che spinge l'inflazione. Ecco l'outlook per il 2022 (e oltre) e le opportunità che il nuovo quadro offre ai risparmiatori

new
CONFERENCE ASSOSEF A MILANO

Sala Anaci, Viale Sabotino 22, Milano - h 14.30

È il 18 gennaio 2022 la data fissata da Assosef – Associazione Europea Sostenibilità e Servizi Finanziari – per la giornata conclusiva e la Cerimonia di Premiazione della XV edizione di GGB 2030 | Gran Premio Sviluppo Sostenibile – Financial Services for SDGs. Nel 2020 l’evento è stato responsabilmente sospeso per i gravi problemi provocati dalla pandemia, ma riprende quest’anno...
new
approfondimenti/Mercato finanziario
Maurizio Faroni
Maurizio Faroni

Il private equity “paziente”, più conosciuto come permanent capital, può essere il più adatto ad accompagnare la trasformazione e la crescita delle aziende di media dimensione. Prevede una logica di investimento con un orizzonte temporale di medio-lungo termine, orientato ad affiancare l’imprenditore ed il management in strategie di sviluppo di ampio respiro.  In Italia il bacino potenziale è ampio e offre molti vantaggi. Al sistema paese e anche agli investitori

new
VETRINA FINTECH
Finanza.tech S.p.A.  – Società attiva nel settore fintech dal 2012 opera a supporto delle Piccole e Medie Imprese (“PMI”) attraverso la fornitura di servizi di mediazione creditizia, consulenza in operazioni di finanza straordinaria e supporto alla gestione aziendale ordinaria, avvalendosi dell’intelligenza artificiale e di una piattaforma tecnologica proprietaria –  ha ricevuto da Borsa Italiana l’ammissione...
new
I PRIMI 5 ANNI DELL'ACF
Un 2021 da record per i risarcimenti riconosciuti ai risparmiatori da parte dell’Arbitro per le controversie finanziarie (Acf), l’organo istituito presso la Consob per la risoluzione stragiudiziale delle controversie tra gli intermediari e i loro clienti. Con 35,88 milioni di euro rientrati nelle tasche dei risparmiatori è stato toccato l’anno scorso un nuovo massimo a...
I MERCATI NEL 2022

Intervista a Luca De Biasi, Mercer

Paola Pilati

Il Wealth Business leader di Mercer, società di consulenza e gestioni patrimoniali, analizza il nuovo contesto finanziario caratterizzato dal ritorno dell'inflazione e spiega come dribblare i nuovi rischi che si profilano sui mercati

RISIKO BANCARIO
Paola Pilati

Tra progetti di aggregazione naufragati, offerte d'acquisto con la dote, proposte e marce indietro, la sorte di Carige è ancora al palo. Eppure la soluzione ci sarebbe...

NUOVI BUSINESS
Paola Pilati

Trattare l'acqua come una vera asset class, come l'oro, i minerali, il petrolio, per molti è ancora un tabù. Eppure la finanza si sta sempre di più interessando all'acqua, anche grazie all'evoluzione della tecnologia. Ecco il panorama

Presentato da CBI e PwC  il primo “Global Open Banking Report”

A livello globale, più di 60 Paesi hanno avviato iniziative in ambito Open Banking Dal 2019 a oggi il numero di Third-Party Provider che offrono servizi di Account Information e Payment Initiation in Europa è cresciuto del 300% (ca. 500) Nel 2021, in Europa, sono state registrate acquisizioni in ambito Open Banking per un valore...

Il 2021 è stato l'anno record a livello globale nel settore delle fusioni e acquisizioni. I deal realizzati hanno infatti toccato il valore di 5,5 trilioni di dollari, un livello che ha stupito anche i più addestrati operatori del genere. «Un ritmo di attività che non avevo mai visto, pur essendo nel settore da un quarto di secolo», ha dichiarato al NYT Stephan Feldgoise, condirettore dell'M&A globale di Goldman Sachs. La ragione del boom? Duplice: molte imprese hanno deciso di aumentare il loro perimetro con acquisizioni, mentre altre - è il caso di GE, Johnson&Johnson, Toshiba - hanno annunciato il loro progetto di separare alcuni segmenti del business e si sono spezzettati. In entrambi i casi, ricchi guadagni per gli advisor

IL NUOVO CORSO
Paola Pilati

Siamo alla fine del lungo periodo di tassi ultra-bassi? Fed, Bce e BoE hanno fatto le prime mosse. La motivazione? Un'inflazione che comincia a preoccupare

Focus ABF

Arbitro Bancario Finanziario

Le decisioni che contano

new
Nella disciplina dei buoni postali fruttiferi, il vincolo contrattuale tra emittente e investitore si articola sulla base dei dati risultanti dal testo dei buoni di volta in volta sottoscritti. Resta ferma la possibilità che i buoni vengano integrati e/o modificati ai sensi dell’art. 1339 c.c., sotto il profilo della determinazione dei rendimenti, da provvedimenti della...
Collegio di Napoli
Decisione n. 23044
Anno: 2021
Pres. Carriero
Est. Miola
Voce principale: Documenti di legittimazione
new
L’incompetenza dell’ABF a occuparsi della materia tributaria, non implica che sia precluso allo stesso organismo di accertare l’ammontare dei rendimenti dovuti al sottoscrittore di buoni fruttiferi postali là dove questi risultino contrattualmente collegati a parametri fiscali. Peraltro, venendo la ritenuta fiscale ad incidere sulla determinazione negoziale del valore del rendimento da corrispondere al sottoscrittore, il...
Collegio di Napoli
Decisione n. 22244
Anno: 2021
Pres. Carriero
Est. Silvestri
Voce principale: Documenti di legittimazione
new
La durata dei buoni postali fruttiferi è indicata nei decreti ministeriali istitutivi. Dalla scadenza decorrono i termini della ordinaria prescrizione decennale ai fini del rimborso. La mancata consegna al sottoscrittore al momento dell’acquisto dei buoni del Foglio Informativo non impedisce all’intermediario di eccepire, allorchè ne venga richiesto il pagamento, l’intervenuta prescrizione.
Collegio di Napoli
Decisione n. 22031
Anno: 2021
Pres. Carriero
Est. Caggiano
Voce principale: Documenti di legittimazione
L’utilizzo di un wallet affidato a un terzo gestore per l’esecuzione di operazioni di pagamento non esime l’intermediario, in qualità di prestatore di servizi di pagamento, dall’onere di fornire prova dell’autenticazione forte delle operazioni compiute. La prova non può limitarsi alla fase di c.d. tokenizzazione della carta nel wallet, ma deve riguardare anche la fase...
Collegio di Coordinamento
Decisione n. 21285
Anno: 2021
Pres. Lapertosa
Est. Granata
Voce principale: Servizi di pagamento
L’avvio del procedimento istruttorio dell’intermediario volto a valutare il merito di credito del richiedente il finanziamento non può contribuire a creare alcun affidamento giuridicamente rilevante in merito all’effettiva conclusione del contratto di finanziamento, essendo in questa prospettiva irrilevante anche la durata più o meno lunga dell’iter dell’istruttoria.
Collegio di Bologna
Decisione n. 18982
Anno: 2021
Pres. Marinari
Est. Berti Arnoaldi Veli
Voce principale: Mutuo
In applicazione della Novella legislativa di cui all’art. 11-octies, comma 2°, ultimo periodo, d.l. 25 maggio 2021, n. 73, convertito in legge n. 106 del 23 luglio 2021, in caso di estinzione anticipata di un finanziamento stipulato prima della entrata in vigore del citato provvedimento normativo, deve distinguersi tra costi relativi ad attività soggette a...
Collegio di Coordinamento
Decisione n. 21676
Anno: 2021
Pres. Lapertosa
Est. Lucchini Guastalla
Voce principale: Finanziamento
Le modifiche introdotte dal D.Lgs. 218/2017 all’art. 126-sexies del T.U.B. attraverso la soppressione del previgente comma 5 e l’introduzione del comma 4-bis, non hanno carattere innovativo, poiché ribadiscono la necessità di un giustificato motivo alla base delle proposte unilaterali di modifiche contrattuali relative ai servizi di pagamento, ove il cliente è un consumatore, a conferma...
Collegio di Coordinamento
Decisione n. 15627
Anno: 2021
Pres. Lapertosa
Est. Granata
Voce principale: Servizi di pagamento
L’esercizio da parte del cliente, di colui che gli succede a qualunque titolo e di colui che subentra nell’amministrazione dei suoi beni, del diritto di ottenere copia degli estratti conto, se avulso da un’azione di rendiconto nei confronti dell’intermediario, è soggetto alla disciplina dell’art. 119, comma IV, T.U.B”
Collegio di Coordinamento
Decisione n. 15404
Anno: 2021
Pres. Lapertosa
Est. Vascellaro
Voce principale: Conto corrente bancario

Arbitro per le controversie finanziarie

tra risparmiatori e intermediari

Le decisioni in pillole

L’ACF non è competente a conoscere la controversia che tratti dell’omessa liquidazione delle azioni, decorsi centottanta giorni dalla morte del socio ex art. 2535 c.c., poiché non riguarda questioni attinenti alla violazione di norme dettate dal TUF o da altra fonte legislativa in materia di prestazione di un servizio di investimento. Nel caso di specie...
Data: 2 Settembre 2021
Decisione n. 4156
(ID Ricorso: 5258)
Voce principale: competenza
Va rigettato il ricorso dell’esecutore testamentario che agisca per il risarcimento del danno derivante dalla intempestiva evasione della richiesta di liquidazione dei titoli presenti nel dossier del de cuius, in quanto egli è un mero esecutore delle disposizioni testamentarie e, come tale, non è titolare di diritti relativi all’eredità, i quali spettano unicamente agli eredi,...
Data: 20 Luglio 2021
Decisione n. 3993
(ID Ricorso: 5147)
Le operazioni concluse tramite la piattaforma di internet banking sono riconducibili alla fattispecie di prestazione di servizi di investimento mediante tecniche di comunicazione a distanza e non alla diversa fattispecie dell’offerta fuori sede: pertanto, risulta inapplicabile la disposizione dell’art 30 TUF che commina la nullità per la mancata indicazione del diritto di recesso. Nelle operazioni...
Data: 20 Luglio 2021
Decisione n. 3990
(ID Ricorso: 5029)
Voce principale: obblighi informativi
L’assenza, al tempo in cui l’investimento oggetto della lite è stato eseguito, di una norma imperativa che prescrivesse l’indicazione della natura subordinata del titolo non esime l’intermediario dall’obbligo di informare il cliente, ai sensi dell’art 21 del TUF, dell’esistenza della clausola di subordinazione e, in nessun caso, consente di descrivere uno strumento aventi tali caratteristiche...
Data: 20 Luglio 2021
Decisione n. 3998 e 3999
(ID Ricorso: 5993 e 5924)
Voce principale: obblighi informativi
Non è necessario, ai fini del requisito della forma scritta richiesto dall’art. 23 TUF, che tutte le informazioni siano contenute in un unico modulo contrattuale in quanto è ragionevole ritenere che esse siano riportate nella modulistica accessoria, debitamente sottoscritta dal cliente: è, pertanto, esclusa la fondatezza della domanda di nullità quando l’intermediario produce il modulo...
Data: 20 Luglio 2021
Decisione n. 3995
(ID Ricorso: 5501)
Voce principale: ricezione ed esecuzione di ordini
L’intermediario è tenuto a dimostrare di aver assolto gli obblighi informativi “in concreto” e non in modo meramente formalistico, in quanto solo il loro effettivo assolvimento può consentire al cliente di valutare le reali caratteristiche dell’operazione e, conseguentemente, permettergli di compiere una consapevole scelta d’investimento. Pertanto, non è pienamente sufficiente la mera prova della consegna...
Data: 8 Giugno 2021
Decisione n. 3830
(ID Ricorso: 5568)
Voce principale: obblighi di informazione ex ante
Non è fondato il ricorso dell’investitore che chiede il ristoro del danno per non essere stato adeguatamente informato circa la natura dei titoli acquistati quando si accerta che, sia antecedentemente che successivamente all’operatività contestata, egli ha sistematicamente acquistato titoli della medesima natura e caratterizzati dallo stesso livello di rischio. In questo caso è assente il...
Data: 24 Maggio 2021
Decisione n. 3795
(ID Ricorso: 5679)
Voce principale: obblighi di informazione ex ante
L’Intermediario è responsabile per omesso controllo sull’operato del consulente finanziario, ex art. 31, comma 3, del TUF, quando risulta un rapporto di necessaria occasionalità tra le incombenze affidate al consulente e il fatto illecito da lui commesso e rivelatosi dannoso per il cliente. Ciò avviene quando il comportamento del consulente rientra nel quadro delle attività...
Data: 5 Maggio 2021
Decisione n. 3700
(ID Ricorso: 5052)
Voce principale: offerta fuori sede

A cura di
Claudio Chiacchierini,
Giovanni Parrillo,
Vincenzo Perrone

INFOBIP

Leader nella comunicazione omnicanale in rapida crescita e attraverso un'unica piattaforma, Infobip conta oltre 65 uffici e offre una tecnologia costruita nativamente, con la capacità di raggiungere oltre sette miliardi di dispositivi mobili e “cose” in più di 190 paesi collegati a più di 700 reti di telecomunicazione

A cura di
Claudio Chiacchierini,
Giovanni Parrillo,
Vincenzo Perrone

Vittorio D'Alessio*
Ecco il customer journey in quattro mosse

Le banche tradizionali hanno bisogno di ripensare la strategia di customer experience per essere competitive con le fintech digitali, che stanno entrando nel mercato. Ecco i consigli di Infobip su come coinvolgere il cliente in modo intelligente

A cura di
Claudio Chiacchierini,
Giovanni Parrillo,
Vincenzo Perrone

WORKINVOICE

Con un turnover pari a 400 milioni di euro, è un marketplace dove si scambiano fatture di alta qualità, per offrire liquidità alle PMI e rendimenti attraenti ai finanziatori. Collabora con Banca Sella, Ebury, CRIF, EnelX

A cura di
Claudio Chiacchierini,
Giovanni Parrillo,
Vincenzo Perrone

OPYN

Borsadelcredito.it diventa Opyn per segnare il passaggio della società da piattaforma di peer to peer lending a Digital Lender e Lending as a Service Platform. Già oggi tra i primi digital lender italiani, Opyn punta a diventare una delle principali realtà fintech europee. Principali clienti: grandi aziende e le istituzioni finanziarie

A cura di
Claudio Chiacchierini,
Giovanni Parrillo,
Vincenzo Perrone

Sul mercato da 23 anni, Plug-in crea soluzioni applicative e infrastrutture tecnologiche per le imprese. Ultimamente, ha sviluppato per IBL Banca di un sistema che consente l’apertura di ControCorrente, il nuovo conto corrente remunerato e digitale che si può aprire tramite Spid

A cura di
Claudio Chiacchierini,
Giovanni Parrillo,
Vincenzo Perrone


Nata come piattaforma web che riesce, in pochi minuti e in modalità completamente automatizzata, ad analizzare un portafoglio NPL e a stimare il tempo ed il valore di recupero delle posizioni di credito, ora offre molti nuovi servizi

Libri

a cura di Filippo Cucuccio

new
Filippo Cucuccio
Dieci domande sul futuro del business bancario
Ci sono grande interesse e attenzione per tentare di delineare la possibile configurazione prossima futura del sistema bancario, anche nel nostro Paese. L’irrompere del fattore tecnologico, la comparsa di nuovi attori in grado ci competere con i protagonisti tradizionali delle vicende creditizie, l’offerta sempre più variegata di nuovi strumenti finanziari, lo sviluppo di nuovi comportamenti...
Il Principe

di Leonardo Morlino

new
Leonardo Morlino

Accentuando conflitto e polarizzazione alla ricerca di un maggiore sostegno elettorale i leader partitici si delegittimano reciprocamente e alla fine non riescono far fronte a situazioni di emergenza. Occorre ricorrere a un attore esterno, come Draghi. Che potrà essere eletto al Quirinale solo se riesce a convincere i leader partitici che è diventato un attore-arbitro neutrale ormai anche ‘interno’ al sistema partitico

In Filigrana

di Giuseppe G. Santorsola

Giuseppe Guglielmo Santorsola
Come ipotizzato da molti, il 2021 ha consolidato l’attenzione (positiva e negativa) verso le cryptocurrencies (o criptoassets). L’andamento dei prezzi di alcune delle principali monete virtuali ha suscitato l’interesse con conseguenze fra loro contrastanti; ne è derivata una notevole volatilità, con una tendenza verso l’aumento delle quotazioni di alcune di esse. L’andamento ha consolidato la...
Osservatorio Banche
Silvano Carletti

Le banche italiane si apprestano a chiudere il 2021 con risultati relativamente brillanti. Diversamente dal passato, questa volta i fattori di rischio sono prevalentemente nello scenario economico generale

Minerva Lab

da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n. 3 maggio-giugno 2021
Marika Carboni, Giulia Scardozzi
Il nuovo strumento di risoluzione europeo, noto come “bail-in”, mira a promuovere la stabilità finanziaria attraverso una maggiore disciplina di mercato. In particolare, il bail-in modifica la platea di soggetti chiamati a coprire le perdite di una banca in crisi, che vengono assorbite dagli investitori e non più dallo Stato (bail-out). Il presente lavoro ha...
da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n. 3 maggio-giugno 2021
Antonio Meles, Dario Salerno
Il presente studio ha l’obiettivo di esaminare attraverso l’analisi di un campione di imprese quotate statunitensi, l’influenza dello shareholder activism da parte dei fondi hedge sui risultati operativi di breve e medio-lungo termine delle aziende target. Le principali evidenze empiriche indicano che l’attivismo dei fondi hedge è in grado di influenzare positivamente le performance delle...
da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n. 3 maggio-giugno 2021
Claudio Bodio, Paolo Ceccherini, Andrea Turrini Vita
L’obiettivo della presente analisi è di verificare se l’inclusione dei fattori ESG, in una logica di divisione geografica (Europa, Giappone e Stati Uniti), consenta di conseguire migliori performance sui mercati azionari, come evidenziato in lavori precedenti (Cheng, Ioannou e Serafeim 2014, Dimson, Karakas e Li 2015, Friede, Busch e Bassen 2015 Ielasi, Ceccherini e Zito...
da Economia Italiana n. 1 gennaio-aprile 2021
Ignazio Visco
Il debito pubblico e quello pensionistico, già elevati in rapporto al PIL in molti paesi, sono destinati a crescere ancora per effetto della crisi pandemica. Nel valutare la sostenibilità delle finanze pubbliche, un ruolo importante è svolto dalle previsioni macroeconomiche che, anche per la pandemia, appaiono oggi particolarmente complesse. Indicatori quali quelli prodotti dalla Commissione...
da Economia Italiana n. 1 gennaio-aprile 2021
Lucia Cossaro, Lorenzo Forni, Stefania Tomasini
Quanto possono contribuire i fondi del NGEU alla ripresa dell’economia italiana? La risposta non dipende solo dall’ammontare dei fondi disponibili. A questo riguardo, ovviamente, i trasferimenti potranno finanziare spese senza creare disavanzo aggiuntivo e quindi gli 80 miliardi previsti rappresentano certamente un contributo alla domanda interna, anche se nell’arco di sei anni e sotto l’ipotesi...
da Economia Italiana n. 1 gennaio-aprile 2021
Simona Giglioli, Giorgia Giovannetti, Enrico Marvasi, Arianna Vivoli
Contrariamente a quanto osservato durante le crisi precedenti, durante la pandemia di Covid-19 le Catene Globali del Valore (CGV) hanno complessivamente protetto, anziché danneggiato, paesi e imprese, contribuendo alla loro resilienza. Attraverso l’utilizzo delle tavole input-output recentemente pubblicate dall’Asian Development Bank per il 2019, questo lavoro evidenzia come i paesi mediamente più integrati nei processi...
da Economia Italiana n. 1 gennaio-aprile 2021
Eliana Viviano
Si calcola che in condizioni normali, in assenza dello shock collegato al Covid-19, nel 2020 in Italia si sarebbero avuti circa 500.000 licenziamenti, come nel 2019, quando vi avevano corrisposto circa 1,3 milioni di nuove assunzioni e trasformazioni. Tenuto conto che lo shock ha colpito in modo più intenso comparti nei quali la quota di...
da Economia Italiana n. 1 gennaio-giugno 2021
Fabiano Schivardi, Guido Romano
Il saggio propone un metodo basato sui bilanci delle imprese e su previsioni settoriali per determinare il numero di imprese che mensilmente diventano illiquide a causa della crisi pandemica.Il metodo è applicato alla popolazione delle società di capitale italiane per il periodo marzo-dicembre 2020. In base alla stima, al picco della crisi circa 200 mila...
da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n. 1-2 gennaio-aprile 2021
Niccolò Silicani
Nel presente lavoro proponiamo un’analisi con dati panel imperniata sulle determinanti delle esposizioni sovrane delle banche europee. Nella prima parte dell’elaborato analizziamo i possibili effetti della presenza di titoli pubblici nei portafogli delle banche sugli indici di liquidità e di performance. Le nostre risultanze mostrano che, considerando le banche con un’elevata incidenza di asset illiquidi...
da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n. 1-2 gennaio-aprile 2021
Alessandra Locarno
Nell’ultimo decennio, l’inflazione è rimasta al di sotto del livello desiderato per un lungo periodo di tempo, nonostante le banche centrali abbiano adottato il più possibile politiche espansive. Shock finanziari sufficientemente severi ed il declino del tasso naturale di interesse riducono lo spazio di manovra della politica moneta- ria. Il basso tasso naturale d’interesse aumenta...
da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n. 1-2 gennaio-aprile 2021
Giovanni Mollo
Il lavoro affronta il tema del rimedio applicabile alle operazioni di assistenza finanziaria all’acquisto di azioni proprie poste in essere in violazione delle condizioni previste dall’art. 2358 c.c.. Alla luce della dottrina e della recente giurisprudenza in materia si sostiene la tesi secondo cui le citate operazioni sono nulle. Il lavoro affronta, altresì, il tema...
da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n. 5-6 settembre-dicembre 2020
Lucilla Bittucci
L’obiettivo del lavoro è analizzare l’attuale orientamento delle significant banks italiane al sustainable banking, assumendo come variabili benchmark i requisiti fissati dal legislatore nell’articolo 111 bis del T.U.B con cui si introduce la nozione di banca etica e sostenibile. Nello specifico, il legislatore individua una serie di requisiti, quantitativi e qualitativi, che le banche devono...

da BANKPEDIA - www.bankpedia.org

Il dizionario enciclopedico on-line di banca, borsa e finanza
Con il termine inflazione si identifica in genere l’incremento in un arco temporale predefinito dei prezzi dei beni al consumo. L’inflazione determina un’erosione del potere d’acquisto della moneta legale del paese in cui il fenomeno si manifesta. Volendo esprimere l’incremento del livello generale dei prezzi in termini percentuali si ottiene il c.d. tasso di inflazione....