new
2024-q2_italian-ma-review-2

Dall'inizio dell'anno cresce tra le imprese a livello internazionale la voglia di fare shopping in Italia. Ma anche all'interno dei nostri confini c'è più effervescenza nel settore merger&aquisition tra soggetti domestici. La contabilità del London Stock Exchange

new

Intervista a Vincenzo Formisano, Presidente della Banca Popolare del Cassinate e professore ordinario di Economia e Gestione delle Imprese  all’Università di Cassino e del Lazio Meridionale

Giovanni Parrillo
Vincenzo Formisano

Come una Popolare in quasi 70 anni di storia ha accompagnato la rinascita di un territorio dalla distruzione bellica all'attuale tessuto industriale - con presenze come l'auto,  la farmaceutica, l'agroalimentare -  continuando a crescere e a distribuire utili. Una banca a cui la dimensione locale non ha impedito di stare al passo con le sfide del mercato, dal fintech al private banking al sostegno delle startup giovanili

new
REDDITI&FINANZA
Pierluigi Murro e Valentina Peruzzi
credito cooperativo

La presenza delle BCC nei comuni italiani è inversamente correlata con i livelli di disuguaglianza dei redditi: nei luoghi dove queste banche sono più radicate il coefficiente di Gini tende a essere più basso. I risultati di una ricerca

new
DIBATTITI/ANTITRUST
Paola Pilati
concorrenza-antitrust

Le regole antitrust impediscono la crescita di campioni industriali europei? Con un documento di discussione l'Associazione antitrust italiana dà la sua opinione. Che è una difesa della tutela della concorrenza, insieme a dei suggerimenti per conciliarla con la promozione di una maggiore competitività

new
BANCHE

Intervista a Francesco Simone, Direttore generale della Banca Popolare del Lazio

Giovanni Parrillo
Francesco Simone

Il cliente è disponibile a pagare di più, ma sa che se ha bisogno di qualcosa, ha una persona a cui rivolgersi. Ecco come una banca locale si prepara a cogliere questa opportunità

new
SISTEMA PRODUTTIVO
Stefano Costa, Stefano De Santis, Giovanni Dosi, Angelica Sbardella, Maria Enrica Virgillito
imprese italiane di successo

Come ha reagito il tessuto produttivo italiano al doppio shock della pandemia e dell'inflazione? Una ricerca indica che le strategie cambiano a seconda della tipologia di impresa. Ecco i diversi identikit

new
PROPOSTA
Oliviero Pesce
Ucraina guerra Russia

La ricostruzione dell’Ucraina a seguito dell’ invasione russa costerà almeno 486 miliardi di dollari Usa. I beni russi bloccati sono pari, in dollari, a circa 320 miliardi. Ma toccare il capitale russo bloccato viene considerato, dai depositari degli asset russi, principalmente l’Euroclear, un vulnus alle regole del mercato. Perché non considerare che sia l’Ucraina ad avere pieno titolo (a differenza dei suoi alleati) a richiedere che i fondi russi presso terzi le siano conferiti, a parziale ristoro dei danni subiti?

RIVOLUZIONI TECNOLOGICHE E FINANZA
Paola Pilati
intelligenza-artificiale

Dal lancio di ChatGPT nel novembre del 2022 la nuova tecnologia ha trainato il Nasdaq verso nuovi record e ha creato opportunità di crescita in direzioni mai immaginate prima. Ecco quanto può valere questo mercato e su quali segmenti di imprese puntare, secondo UBS

approfondimenti/Mercato finanziario
Wanda Valentina Manzo
wanda-valentina-manzo
AI intelligenza artificiale

Con il Public Statement del 30 maggio 2024, l’ESMA ha pubblicato le linee guida indirizzate agli intermediari che utilizzano l’intelligenza artificiale nei servizi di investimento, col fine di garantire conformità agli obblighi derivanti dalla MiFID II. Ecco che cosa prevedono

approfondimenti/banche
Roberto Bianchini
Bianchini
tassonomia Ue

Dal gennaio di quest’anno gli istituti di credito hanno l’obbligo di calcolare il Green Asset Ratio per comunicare i progressi nel riorientamento degli affidamenti in termini di lotta al cambiamento climatico e il loro allineamento con la Tassonomia europea. Unanalisi della BCE rivela che il 90% delle banche dell’area Euro hanno portafogli prestiti alle imprese significativamente disallineati 

INVESTIMENTI ESTERI
P.P.
fuga-dei-capitali

Martin Sandbu sul “Financial Times” si impegna a smontare la tesi della fuga dei capitali europei verso l'estero, soprattutto negli Usa. Ecco con quali dati

RAPPORTO ASSONIME
P.P.
Borsa Milano

L'adozione e il rispetto delle  regole di corporate governance diventano sempre più radicati tra le società quotate. Che hanno capito che guidare l'impresa con i criteri ESG conviene

approfondimenti/politica economica
Giorgio Di Giorgio
gdg
debito-1

Il debito elevato riflette gli ingenti disavanzi del settore pubblico, la bassa crescita  rende impossibile prescindere dal rispetto dei vincoli di bilancio di finanza pubblica, poiché non consente di ripagare nel tempo l’onere dei debiti accumulati. Ecco le scelte che dovrebbe comunicare il governo del paese e quelle che potrebbe affrontare il prossimo governo dell'Unione

ELEZIONI EUROPEE
Paola Pilati
Europa, elezioni, unione europea

Ecco dove trovare argomenti, analisi, dati e giudizi non scontati sul cammino dell’Unione, colmando quel vuoto di dibattito in cui sono immersi oggi elettori e aspiranti eletti. Con l'indicazione delle tre sfide campali da affrontare. E le possibili soluzioni

BANCA D'ITALIA / CONSIDERAZIONI FINALI
Paola Pilati
Fabio Panetta

Un'agenda chiara per contare in Europa. Ma anche per affrontare la scommessa del nuovo patto di stabilità, per aiutare le imprese a far crescere nuove tecnologie e le banche a digerire l'innovazione. Il pensiero e lo stile del nuovo governatore

approfondimenti/regolazione
Chiara Villani
Chiara-Villani
pagamenti elettronici

L’IPR, entrato in vigore ad aprile 2024 e contenente misure ad attuazione graduale, si propone di aumentare la diffusione complessiva dei bonifici istantanei in euro attraverso una serie di obblighi a carico dei PSP, superando la precedente impostazione su base volontaristica. Il Regolamento rappresenterà davvero lo slancio dei bonifici istantanei o creerà solamente un’incombenza eccessivamente gravosa sui PSP?

Arbitro Bancario Finanziario

Le decisioni che contano

La clausola floor attiene alla determinazione dell’oggetto del contratto e/o all’adeguatezza del corrispettivo e, pertanto, è esclusa dal vaglio di vessatorietà ai sensi dell’art 34, comma 2°, del codice del consumo, se formulata in maniera chiara e comprensibile
(MDC)
Collegio di Coordinamento
Decisione n. 4173
Nella trattativa e nella conclusione del contratto di cessione del quinto dello stipendio grava sull’intermediario l’obbligo di assistere il cliente nella stipulazione della polizza assicurativa contro i rischi dell’impiego, fornendo ogni informazione sul pagamento del premio, sugli eventi assicurati e...
(MDC)
Collegio di Coordinamento
Decisione n. 3576
Costituisce presupposto sostanziale della segnalazione in Centrale dei Rischi della Banca d’Italia il riscontro, da parte del segnalante, di una situazione patrimoniale deficitaria, caratterizzata da una grave e non transitoria difficoltà economica equiparabile, anche se non coincidente, con la condizione...
(MDC)
Collegio di Napoli
Decisione n. 1955
Ai sensi di legge, le parti possono liberamente stabilire le condizioni che, nell’ambito dei contratti di factoring, regolano la cessione dei crediti con particolare riguardo a quelle concernenti i presupposti per l’operatività della compensazione volontaria. 
(MDC)
Collegio di Napoli
Decisione n. 692
Nell’ipotesi di accollo del debito gravante su un immobile acquistato, l’intermediario accollatario che non aderisca al contratto di accollo ha comunque l’obbligo di riconoscere la contitolarità, in capo all’accollante, del debito restitutorio nonché il subentro del medesimo nella posizione debitoria...
(MDC)
Collegio di Palermo
Decisione n. 1825
Sulla base della specifica disciplina di settore, il documento informatico su cui è apposta una firma digitale, altro tipo di firma elettronica qualificata o una firma elettronica avanzata o, comunque, è formato, previa identificazione informatica del suo autore ha l’efficacia...
(MDC)
Collegio di Bari
Decisione n. 1343
 Il conto corrente bancario costituisce un “conto di pagamento” ai sensi degli artt.126 decies ss. t.u.b
(MDC)
Collegio di Coordinamento
Decisione n. 26
La valutazione del collegamento negoziale tra un contratto di fornitura e un contratto di finanziamento ha natura incidentale rispetto al riconoscimento della fondatezza della domanda formulata dal cliente nei confronti dell’intermediario con specifici effetti in tema di onere della prova
(MDC)
Collegio di Roma
Decisione n. 7377

tra risparmiatori e intermediari

Le decisioni in pillole

L’art. 1838 c.c. prevede che l’intermediario che detiene in deposito titoli in amministrazione, oltre a custodire i titoli, esigerne gli interessi e i dividendi, nonché curare le riscossioni per conto del depositante, deve provvedere alla tutela dei diritti inerenti ai titoli. Sul tema, l’Arbitro si è, in più occasioni, pronunciato, precisando che l’intermediario ha il...
Decisione n. 6831
(ID Ricorso: 9343)
L’Arbitro ha, in più occasioni, affermato che la sola consegna del “Documento sulla natura e sui rischi degli strumenti finanziari” non è in linea con l’effettivo adempimento dell’obbligo informativo: in particolare, la consegna non è idonea ad integrare l’adempimento dell’obbligo di cui all’art. 31 del Regolamento Intermediari n. 16190/2007, ratione temporis vigente, il quale richiedeva...
Decisione n. 6752
(ID Ricorso: 9519)
L’Arbitro ha, in più occasioni, affermato che l’art. 40 del Regolamento Intermediari n. 20307/2018, rispetto alla previgente disciplina, richiede che la raccomandazione sia formulata previo accertamento della conoscenza da parte del cliente del “tipo specifico di strumento” oggetto della raccomandazione stessa. Nel caso di specie, nel questionario di profilatura prodotto in atti dall’intermediario sono del...
Decisione n. 6751
(ID Ricorso: 9478)
In caso di mancata esecuzione delle disposizioni di vendita, l’intermediario deve improntare a trasparenza il proprio operato, comunicando in maniera chiara e univoca – soprattutto a fronte delle richieste di spiegazioni avanzate dal cliente – per quali ragioni le disposizioni non sono andate a buon fine. Nel caso di specie, non si può ritenere verosimile...
Decisione n. 6667
(ID Ricorso: 9094)
L’Arbitro ha, in più occasioni, affermato che la sola consegna del “Documento sulla natura e sui rischi degli strumenti finanziari” non è in linea con l’effettivo adempimento dell’obbligo informativo: in particolare, la consegna non è idonea ad integrare l’adempimento dell’obbligo di cui all’art. 31 del Regolamento Intermediari n. 16190/2007, ratione temporis vigente, il quale richiedeva...
Decisione n. 6646
(ID Ricorso: 9431)
L’Arbitro ha, in più occasioni, affermato che la sola consegna del “Documento sulla natura e sui rischi degli strumenti finanziari” non è in linea con l’effettivo adempimento dell’obbligo informativo: in particolare, la consegna non è idonea ad integrare l’adempimento dell’obbligo di cui all’art. 31 del Regolamento Intermediari n. 16190/2007, ratione temporis vigente, il quale richiedeva...
Decisione n. 6645
(ID Ricorso: 9411)
Secondo il consolidato orientamento dell’Arbitro, la possibilità per il cliente di acquisire la scheda prodotto nell’ambito del servizio di trading on line non risulta in sé sufficiente a dimostrare il diligente adempimento degli obblighi informativi da parte dell’intermediario, in quanto la prestazione del servizio di investimento in modalità on line non può tradursi in un...
Decisione n. 6599
(ID Ricorso: 8809)
È consolidato l’orientamento dell’Arbitro nel senso di ritenere che il servizio di gestione di portafogli è caratterizzato da un elevato grado di discrezionalità dell’intermediario nell’attuazione delle scelte di investimento per conto del cliente. Ciò tanto più, quando, come nel caso di specie, le scelte di investimento compiute dal gestore sono coerenti con la linea di...
Decisione n. 6595
(ID Ricorso: 8369)
new

Regulation & Fintech Monitor

Le novità normative dal mondo delle autority finanziarie

(a cura dello Studio Lener & Partners)

A cura di
Claudio Chiacchierini,
Giovanni Parrillo,
Vincenzo Perrone

Simona D'Amico
Andrea Croce

Nel mercato in crescita dell'influencer marketing PopulaRise ha scelto il modello di business basato sui consigli di piccole community piuttosto che quelli delle celebrity. E funziona

A cura di
Claudio Chiacchierini,
Giovanni Parrillo,
Vincenzo Perrone

Simona D'Amico
emil-picture

Le nuove funzionalità permettono di mettere a confronto le offerte finanziarie di diverse banche, rendendo la scelta più semplice e le proposte più trasparenti

A cura di
Claudio Chiacchierini,
Giovanni Parrillo,
Vincenzo Perrone

Simona D'Amico
Matteo Tarroni Founder e CEO Workinvoice_1

L’aumento dei tassi di interesse ha ridotto l’accesso al credito delle imprese, ma anche la differenza di costo tra banche tradizionali e challenger. Ecco il nuovo contesto spiegato da una fintech specializzata nell'anticipo fatture

A cura di
Claudio Chiacchierini,
Giovanni Parrillo,
Vincenzo Perrone

Simona D'Amico
Piergiorgio Vittori

Si chiama AI conversazionale e produce assistenti virtuali, biometria vocale, speech analytics, chat platform...  Insomma prodotti di intelligenza artificiale che possono elaborare automaticamente le interazioni con i clienti. A chi serve e come evolveranno i rapporti interpersonali e quelli lavorativi

A cura di
Claudio Chiacchierini,
Giovanni Parrillo,
Vincenzo Perrone

Simona D'Amico
LaTorre

Sono poche le banche che offrono un’esperienza di onboarding rapida e senza intoppi per i clienti che, per esempio, desiderano aprire un conto corrente. I casi di abbandono durante l’onboarding nel settore bancario riguarda uno su quattro dei nuovi clienti, a causa della lunghezza e complessità delle operazioni. Capco promette la soluzione

A cura di
Claudio Chiacchierini,
Giovanni Parrillo,
Vincenzo Perrone

Simona D'Amico
Massimo Barucci

Quid informatica e la sua piattaforma Qinetic fanno un accordo che abiliterà banche e società finanziarie all’invio di richieste di pagamento digitali utilizzando esclusivamente il numero di telefono o l'indirizzo e-mail del cliente. Ecco i dettagli

Libri

a cura di Filippo Cucuccio

new
Mario Comana
Nelle-tasche-degli-italiani-copertina

La questione della misura del debito pubblico e della sua sostenibilità non è riconducibile a una mera percentuale del Pil. Solo se teniamo conto delle tendenze capiamo se andiamo incontro a un problema o verso la sua soluzione

Il Principe

di Leonardo Morlino

Leonardo Morlino

Proprio nel momento in cui ci vorrebbe più integrazione si rafforzano, anche nell’elettorato, le posizioni di chi ne vuole meno. Come si spiega?

Osservatorio Banche
Silvano Carletti

Il processo di costituzione dell’Unione Bancaria Europea ha consentito finora una strutturale rifondazione del circuito bancario continentale che oggi appare decisamente più solido. La febbre sovranista ed euroscettica allontana la possibilità di un suo completamento?

 
Libri

a cura di Filippo Cucuccio

Filippo Cucuccio
“La nuova consulenza finanziaria

Un libro per chi opera nel mondo della consulenza finanziaria e altrettanto utile per quanti vogliono orientarsi tra gli aspetti funzionali di quel mondo

In Filigrana

di Giuseppe G. Santorsola

Giuseppe Guglielmo Santorsola
pagamenti digitali

Il nuovo Regolamento dell’Unione europea sui servizi di pagamento stabilisce, in via generale, che tutti i fornitori devono permettere alla propria clientela di effettuare bonifici istantanei con le stesse modalità e gli stessi costi previsti per i bonifici tradizionali. Ecco come funziona in dettaglio e quali sono gli aspetti critici

Minerva Lab

da Economia Italiana n. 1 gennaio-aprile 2023
Davide Cassese, Paolo D’Imperio, Valeria Ferroni
La crisi pandemica e le necessarie misure di distanziamento sociale adottate per fare fronte all’emergenza sanitaria hanno avuto effetti molto negativi sull’attività economica dell’Italia. Il PIL nel 2020 ha segnato una contrazione del 9,0 per cento. Già dai mesi estivi dello stesso anno, tuttavia, l’economia ha mostrato una decisa ripresa, che si è protratta nel...
da Economia Italiana n. 1 gennaio-aprile 2023
Sandro Gronchi, Sergio Nisticò
Il modello NDC (Notional Defined Contribution) è una modalità della ripartizione che ambisce a garantire equità e sostenibilità. Nella seconda metà degli anni ’90 fu pienamente implementato dalla “canonica” riforma svedese che ispirò quelle di Polonia, Lettonia e Norvegia. Da allora, il modello NDC attira l’interesse degli studiosi e delle istituzioni internazionali. Le riviste scientifiche...
da Economia Italiana n. 1 gennaio-aprile 2023
Elsa Fornero
Un buon sistema pensionistico, gestito finanziariamente secondo il principio della ripartizione – com’è nella maggior parte dei Paesi europei, Italia in testa, visto il peso ancora limitato dei fondi pensione a capitalizzazione finanziaria nel nostro Paese – poggia su tre elementi fondamentali: una demografia sostenibile; un mercato del lavoro inclusivo, caratterizzato da un elevato tasso...
da Economia Italiana n. 1 gennaio-aprile 2023
Francesco D’Amuri, Salvatore Lo Bello, Raffaella Nizzi∗
L’Italia è l’unico tra i grandi paesi dell’area dell’euro ad essere sprovvisto di un salario minimo legale. Nonostante ciò, la contrattazione collettiva tra le parti sociali ha finora evitato la diffusione di rapporti di lavoro a bassa retribuzione oraria. Dopo una breve rassegna della letteratura in materia di salario minimo, in questo saggio si descrivono...
da Economia Italiana n. 1 gennaio-aprile 2023
Daniele Checchi, Giuseppe Pio Dachille, Maria De Paola, Daniela Moro
Questa analisi si propone di esaminare gli effetti del Reddito di Cittadinan­za (RdC) sul benessere percepito, i consumi e i risparmi dei beneficiari. Sfruttando i dati derivanti dall’Indagine INPS di gradimento sul servizio ISEE, condotta nel Novembre 2021, abbiamo sviluppato l’analisi in due parti. Nella prima parte, utilizzando outcomes derivanti da domande dell’indagine somministrate sia...
da Economia Italiana n. 1 gennaio-aprile 2023
Marco Biagetti, Valentina Ferri, Salvatore Marsiglia
In questo articolo si analizzano dinamicamente le modifiche al sistema economico italiano determinate dal “Reddito di Cittadinanza” (RdC) introdotto nel corso del 2019 come strumento di politica attiva del lavoro e di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all’esclusione sociale. La simulazione dinamica viene effettuata attraverso il modello LabSim che permette di calcolare effetti comportamentali...
da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n. 1-2 gennaio-aprile 2023
Carlo Amendola, Simone La Bella, Marco Savastano, Alessandro Gennaro
La rivoluzione alla quale stiamo assistendo, nota come trasformazione digitale o Industria 4.0, ha come principale obiettivo la completa trasformazione della catena del valore, tramite l’utilizzo delle nuove tecnologie abilitanti e la digitalizzazione dell’intero apparato organizzativo. Gli effetti di queste nuove tecnologie sono spesso dirompenti e, sebbene conferiscano benefici e vantaggi competitivi qualificabili, molte imprese...
da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n. 1-2 gennaio-aprile 2023
Antonio Forte
Moratorie e crediti con garanzia statale sono state due misure fondamentali per ridurre l’impatto negativo sull’economia della crisi da Covid-19. Questo paper, dopo aver mostrato l’utilizzo di questi due strumenti nei Paesi europei, presenta un’analisi volta a spiegare la disomogeneità nell’uso di queste due misure in Europa. Dai risultati emerge che l’uso delle moratorie è...
da Rivista Bancaria Minerva Bancaria n. 1-2 gennaio-aprile 2023
Francesco Baldi, Alessandro Pandimiglio, Massmigliano Parco, Cristina Maria Romano
Negli ultimi anni, i repentini cambiamenti climatici hanno reso più evidente l’esigenza di adeguare o trasformare le infrastrutture esistenti nel senso di una maggiore “sostenibilità”. Per questo motivo, si assiste a livello globale ad una crescente attenzione per lo sviluppo di infrastrutture c.d. “sostenibili”. L’industria dei servizi finanziari sta contribuendo attivamente alla necessaria transizione energetica...

da BANKPEDIA - www.bankpedia.org

Il dizionario enciclopedico on-line di banca, borsa e finanza
La tecnica delle operazioni bancarie considera le seguenti tre espressioni di saldo di contocorrente: il saldo contabile, il saldo liquido e il saldo disponibile. Il saldo contabile in un dato momento risulta dalla differenza tra le operazioni registrate a credito e quelle registrate a debito in ordine di data; esso pertanto comprende anche le partite...

i più letti di maggio