Lorenzo Macchia
Salary Partner Zitiello Associati Studio Legale

Laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza Università di Pisa

Aree di competenza: diritto dei mercati finanziari, diritto bancario, diritto
societario e delle società fiduciarie.

Nello specifico si occupa di:
a) Attività stragiudiziale:

  • attività di consulenza agli intermediari in materia di servizi di investimento, gestione collettiva del risparmio, contratti derivati e garanzie finanziarie;
  • attività di consulenza agli intermediari in materia di prestazione dei servizi bancari e finanziari, credito al consumo, contratti bancari, trasparenza bancaria, disciplina sull’usura, distribuzione e offerta fuori sede di prodotti bancari e di finanziamento, garanzie e finanziamenti, organizzazione e strutturazione di reti di mediatori creditizi e di agenti in attività finanziaria;
  • attività di consulenza agli intermediari in materia di antiriciclaggio; – attività di consulenza a società fiduciarie;
  • progetti speciali relativi alla costituzione di intermediari finanziari e società di gestione del risparmio, all’implementazione della firma digitale e della firma elettronica avanzata in realtà bancarie e intermediari finanziari;

b) Attività giudiziale:

  • giudizi in materia di strumenti finanziari derivati;
  • controversie relative al defaults di bond e controversie derivanti dalla
    violazione della normativa prevista dal TUF e dalla normativa secondaria;
  • cause inerenti mala gestio;
  • assistenza agli intermediari nel contenzioso con le rete di vendita ed
    assistenza nel contenzioso generato da illeciti dei consulenti finanziari;
  • cause inerenti temi di usura, anatocismo e servizi bancari e di pagamento.

c) Attività di formazione in materia di diritto bancario, finanziario e
assicurativo.

Ha pubblicato su FCHub:

Lorenzo Macchia e Nicolò Matteo Bonaldo
Regolazione

Se l’obiettivo della SHRD 1 era di favorire la partecipazione di tutti gli azionisti alla vita della società mediante l’esercizio del voto in assemblea, la SHRD 2 migliora la governance delle quotate e accresce la trasparenza degli assetti proprietari. E soprattutto crea nuovi obblighi a favore della partecipazione attiva degli azionisti. Ecco le novità.