Abbuono

Riduzione del prezzo (trade discount) che il venditore accorda al compratore in considerazione di particolari requisiti che caratterizzano la compravendita (correttezza e capacità commerciale del cliente, quantitativi negoziati, modalità di consegna ecc.). In alcuni casi può essere giustificato da cali riscontrati nel peso delle merci negoziate, da un rimborso di spese, da errori di fabbricazione, oltre che dall’esistenza di limiti di tolleranza, di quantità o qualità, stabiliti nel contratto di compravendita. In altri, viene imposto da arbitri chiamati a dirimere controversie contrattuali. Per la sua liquidazione si può emettere una fattura che, in sostanza, costituisce una nota di accredito (v. fattura di abbuono).