Le polizze assicurative di natura finanziaria

di Giuseppe Maria Berruti

Le assicurazioni sulla vita costituiscono da sempre per le famiglie italiane, generalmente avverse al rischio, uno strumento privilegiato per ridurre l’incertezza del futuro, nonché per la formazione di risparmio, inteso come reddito non consumato, e quale soddisfacente risposta alle esigenze di pianificazione e protezione del proprio patrimonio, in ragione soprattutto della trasmissione intergenerazionale e della tutela dei familiari. Stante questa preminente funzione previdenziale di tutela dell’individuo dai rischi connessi al ciclo della vita, le polizze vita si sono tuttavia sviluppate anche nel senso di individuare rendimenti finanziari crescenti tramite quelle componenti capaci di conservare il valore reale delle polizze e che, unitamente alla componente assicurativa pura, migliorassero nel tempo i risultati economici.

La ricerca di nuovi strumenti d’investimento che rendessero possibile garantire il capitale e “assicurare” un rendimento adeguato rispetto ad altre forme di risparmio, ha permesso la diffusione di questi prodotti assicurativi collegati all’andamento dei corsi azionari (i.e., indici di Borsa, panieri di azioni), quali le polizze index, ovvero le polizze unit linked.

Il testo è tratto dall'articolo pubblicato su:
vai all'articolo acquista il fascicolo

I nostri Partner

 Natixis
 Banca Profilo
 EY
 Mercer
 Oasi

Siamo anche:

logo Rivista Bancaria logo Editrice Minerva Bancaria logo Collana MOA logo Economia Italiana