Minerva Lab

I piani di accumulo (PAC): una scelta razionale o emotiva?
di Emanuele Maria Carluccio, Paolo Antonio Cucurachi, Ugo Pomante

La recente crisi dei mercati !nanziari ha riportato alla ribalta il piano di accumulo (PAC) come modalità di investimento alternativa, e preferibile, ri- spetto a quello in un’unica soluzione (PIC). Le nostre veri!che empiriche dimostrano che l’investimento graduale non presenta una maggiore ecienza in termini di trade-o tra rendimento e rischio. Il vantaggio che il piano di accumulo ore è quello di limitare la possibilità di sostenere perdite all’inizio del periodo di investimento, ampli!cando però quelle alla !ne. Pertanto, il ricorso a questa strategia trova giusti!cazione nella !nalità di accrescere il “comfort comportamentale” dell’investitore.

Il testo è tratto dall'articolo pubblicato su:

I piani di accumulo (PAC): una scelta razionale o emotiva?

Gli articoli dell’ultimo numero di Rivista Bancaria – Minerva Bancaria possono essere scaricati liberamente, previa iscrizione gratuita, al sito www.rivistabancaria.it. Agli articoli dei numeri arretrati si può accedere attraverso abbonamento on-line alla Rivista (al costo di 60€) o l’acquisto del singolo numero (al costo di 10€)