Minerva Lab

Gli impatti delle misure di tutela del lavoro nel 2020
di Eliana Viviano

Si calcola che in condizioni normali, in assenza dello shock collegato al Covid-19, nel 2020 in Italia si sarebbero avuti circa 500.000 licenziamenti, come nel 2019, quando vi avevano corrisposto circa 1,3 milioni di nuove assunzioni e trasformazioni. Tenuto conto che lo shock ha colpito in modo più intenso comparti nei quali la quota di lavoratori a tempo indeterminato è relativamente contenuta, si può stimare che, in assenza delle misure introdotte, nel 2020 lo shock pandemico avrebbe potuto causare ulteriori 200.000 licenziamenti, portando quindi il totale a circa 700.000 unità. Si valuta che le misure di estensione della CIG, il sostegno alla liquidità delle imprese e il blocco dei licenziamenti abbiano impedito oltre 400.000 licenziamenti nel 2020; di questi, circa la metà non si sarebbe probabilmente verificata, anche in assenza del blocco, grazie alle altre misure.

Il testo è tratto dall'articolo pubblicato su:

Gli impatti delle misure di tutela del lavoro nel 2020

Gli articoli dell’ultimo numero di Rivista Bancaria – Minerva Bancaria possono essere scaricati liberamente, previa iscrizione gratuita, al sito www.rivistabancaria.it. Agli articoli dei numeri arretrati si può accedere attraverso abbonamento on-line alla Rivista (al costo di 60€) o l’acquisto del singolo numero (al costo di 10€)