Fabrizio Ghisellini

Fabrizio Ghisellini

Economista comportamentale e divulgatore di educazione finanziaria. Laureato in Scienze politiche alla Sapienza di Roma, ha lavorato al Fondo Monetario Internazionale a Washington; ha conseguito il Master in Economia all'Università di Manchester e il Ph.D. in Economia al Queen Mary College di Londra.

È stato Direttore investimenti e finanza del Comune di Roma fino al 2008, poi Direttore – Servizio operazioni finanziaria-Direzione generale del Tesoro, Ministero dell'Economia e della Finanze fino al 2017; attualmente è membro del Comitato consultivo del Centro studi monetari e finanziari della Luiss.

Ha tenuto corsi di Economia e Finanza Comportamentale alla Link Campus University, John Cabot University, Roma.

Tra le sue pubblicazioni: Behavioral economics: moving forward (con Beryl Chang, New York University), Palgrave Macmillan , 2018; Spread arrosto con patate, Fazi, 2014; Finanza quotidiana , Laterza, 2016. Cura una rubrica settimanale di Economia Comportamentale per BUSINESS INSIDER .

Finanza comportamentale | 14 Dicembre 2017 | pdf

  • Avete trovato in un vecchio baule in soffitta il pennello con il quale Leonardo ha dipinto la Gioconda. Pensando che valga una fortuna, vorreste venderlo. Ma per quanto? Non c’è nulla a cui il pennello si possa paragonare, e quindi non avete la più pallida idea di quale potrebbe essere un prezzo giusto.Vi capita però di leggere che il pennello usato da Picasso per dipingere Guernica è stato venduto per un milione di euro. E a quel punto vi convincete che il pennello di Leonardo come minimo vale dieci milioni!
  • Siete al ristorante e, anche se di vini non capite nulla, vorreste ordinare un buona bottiglia senza però rovinarvi. Scorrete la carta dei vini pregiati che vi porta il cameriere e restate piuttosto intimorito dai prezzi, che oscillano fra i 30 e i 50 euro. Quando state ormai per decidere di ripiegare sul solito vino della casa, ecco che trovate un rosso toscano a 25 euro. A quel punto non avete più dubbi, e lo ordinate soddisfatti della scelta ottimale che avete fatto!

Avversione alle perdite

Finanza comportamentale | 16 Novembre 2017 | pdf

  • Uscite per una passeggiata e trovate per terra una banconota da 50 euro. Tornati a casa, vi accorgete di averla persa. Secondo l’economia convenzionale, i due eventi si compensano e quindi l’impatto sulla vostra utilità dovrebbe essere neutro. Ma è davvero così?
  • Ricevete un’offerta commerciale riguardante un qualsiasi oggetto (un telefono, un aspirapolvere, ecc.). L’offerta consiste nel fatto che potete usare l’oggetto gratis per un mese e poi decidere se restituirlo (senza costi) o acquistarlo. Perché nella maggior parte dei casi lo acquistate?
  •  Vi propongono la seguente scommessa: potete tirare in aria una moneta e, se esce testa, vincete 200 euro, mentre se esce croce ne perdete 150. Nonostante che la probabilità di guadagnare sia maggiore di quella di perdere, rifiutate la scommessa. Perché?
  • Avete investito in un’azione, pagandola 10 euro, che non ha fatto altro che deprezzarsi e vale ora 5 euro. La vendete o la tenete, sperando che il suo prezzo torni sui livelli di partenza?

I nostri Partner

 Natixis
 Banca Profilo
 Cnpdac
 EY
 Mercer
 Oasi

Siamo anche:

logo Rivista Bancaria logo Editrice Minerva Bancaria logo Collana MOA logo Economia Italiana