Silvia Segnalini
Mercato Finanziario | 27-May-2015 | pdf

A seguito del completo recepimento della Direttiva AIFMD, c.d. Direttiva alternative, il
quadro normativo sugli "art funds" appare oggi finalmente maturo anche nel nostro
ordinamento.
A ben vedere dunque, la legislazione che disciplina i fondi d'arte si muove su una duplice
direzione che accoglie, da un lato, la "detipizzazione" del sistema, in cui si è andato
delineando una sorta di "archetipo" del fondo alternativo, dall’altro un modello di mercato di
tipo privatistico anche se sottoposto alla vigilanza dell’autorità pubblica.

Alessandra Protani
Mercato Finanziario | 01-Apr-2015 | pdf

In principio, la giurisprudenza di merito tentava di “avvicinare” i contratti derivati ad alcuni dei contratti tipici disciplinati nel nostro ordinamento, considerando la causa come l’astratta e tipica ragione economico-giuridica del contratto, giustificatrice dell’operazione privata. Questa tesi, però, limitava le funzioni svolte da questi contratti alla mera copertura.
È stato un intervento della Suprema Corte ad indurre, nel corso di questi ultimi anni, gli operatori del settore finanziario ad ampliare il mercato dei derivati finanziari anche in materie non proprio tradizionali, come la gestione del rischio assicurativo, energetico, atmosferico.

Alberto Lupoi
Mercato Finanziario | 15-Mar-2015 | pdf

I contratti derivati portano con sé non soltanto il ben noto rischio di credito, ma un rischio che circola per così dire “clandestinamente”, legato all’intero ordinamento giuridico degli Stati Uniti. Se però il rischio di credito può essere in maniera più o meno precisa misurato, il “rischio-ordinamento giuridico” resta incalcolabile

Chiara Oldani
Mercato Finanziario | 12-Feb-2015 | pdf

Così possono definirsi i contratti derivati detenuti dagli enti locali italiani. Come emerge dall’accertamento della Corte dei Conti sui bilanci delle Regioni. Che tra anarchia contabile e libertà legislativa sembrano non sottostare ai vincoli interni ed europei

Alessandra Protani
Mercato Finanziario | 20-Jan-2015 | pdf

Il Governo si appresta a varare nuove misure destinate alle piccole e medie imprese. Nella speranza che questa sia la volta buona. Perché in passato...

Massimo Paolo Gentili, Orietta Nava
Mercato Finanziario | 08-Jan-2015 | pdf

Molti operatori del settore finanziario rivedono le loro modalità di presenza nei vari Paesi. Scegliendo le giurisdizioni più strategiche. Senza tralasciare l’apertura di succursali in alcuni Stati membri dell’Unione europea considerati determinanti dal punto di vista commerciale

Alessandra Protani
Mercato Finanziario | 02-Dec-2014 | pdf

Nuovi finanziamenti alle imprese potrebbero arrivare dalle compagnie di assicurazione. Tra limiti, esclusioni e richieste di autorizzazione. Così prevede una recente norma. Che mira a rilanciare la crescita. Ma non è detto che il settore sia pronto per un mestiere difficile

Piergiorgio Vella
Mercato Finanziario | 24-Nov-2014 | pdf

Consentono di trasferire rapidamente il patrimonio. E permettono un risparmio di tempo e denaro. Sono i versamenti in conto capitale in natura. Un utile strumento per le società a responsabilità limitata. Da maneggiare tenendo conto di non pochi dettagli tecnici

Alessandra Protani
Mercato Finanziario | 20-Oct-2014 | pdf

Si prefiggono di creare opportunità di lavoro. Sono giovani, tecnologiche e finanziate dalla rete. Ecco le start up innovative. Un modello atipico di società sulle quali il legislatore ha scommesso. Senza però avere la certezza di un epilogo proficuo

Damiano Battistelli
Mercato Finanziario | 20-Sep-2014 | pdf

Il legislatore modifica il diritto di voto nelle società per azioni. Abbandona il principio one share, one vote e dà agli azionisti la facoltà di esprimere più voti. Ma le partecipazioni devono essere detenute per almeno due anni, senza interruzione. Eppure così strutturata la norma genera attriti tra i diversi soci. Che adesso spetta alla Consob dirimere

Massimo Paolo Gentili
Mercato Finanziario | 11-Sep-2014 | pdf

In un mercato che abbonda di informazioni cresce il bisogno di riservatezza. Così aumentano le società fiduciarie italiane. Ecco come banche e professionisti difendono la privacy

Marco Maria Fumagalli
Mercato Finanziario | 09-Sep-2014 | pdf

Ecco che cosa non ha funzionato nell’Ipo della società del Tesoro. Dalla domanda "ballerina" degli investitori istituzionali al prospetto per quelli retail. Dalla tecnica dell’open price bookbuilding al diritto di revoca. Nei prossimi collocamenti se ne dovrà tener conto

Alessandro Carpinella
Mercato Finanziario | 05-Jul-2014 | pdf

Per le Pmi italiane durante la crisi è stato difficile ottenere credito. Oggi si registra un cambio di direzione con i prestiti che iniziano lentamente ad aumentare. Ma resta fondamentale la disponibilità di asset a tutela del creditore. Da impiegare anche in cooperativa

Alessandra Protani
Mercato Finanziario | 11-Jun-2014 | pdf

Con il crowdfunding attraverso Internet è possibile finanziare le attività più disparate. Una vera e propria svolta che potrebbe contribuire alla diffusione dell'innovazione. Ma che deve fare i conti con la regolazione, per certi versi assente, per altri eccessiva

Silvia Segnalini
Mercato Finanziario | 30-May-2014 | pdf

Si chiamano Art funds. Tra successi e insuccessi hanno più di un secolo. Ma sono poco conosciuti. Ora una nuova normativa ne ridefinisce i confini trasformando il “passion investment” in investimento razionale e strutturato

Giuseppe Guglielmo Santorsola
Mercato Finanziario | 17-May-2014 | pdf

La quota dei fondi esteri nelle società quotate italiane risulta in sensibile aumento. L'afflusso di capitali è senza dubbio positivo. Ma l'ingresso massiccio degli investitori istituzionali d'oltre confine apre nuovi problemi di governance

Andrea Battista
Mercato Finanziario | 25-Apr-2014 | pdf

Il governo britannico aggiorna le regole sulla previdenza complementare: niente più conversione obbligatoria in rendita del montante, spazio alla possibilità di ottenere un capitale. In Italia intanto...

Raffaele Lener
Mercato Finanziario | 19-Apr-2014 | pdf

Introdotta da tempo dal legislatore, la professione resta arenata per la mancanza di un Organismo preposto e per le dispute inerenti la vigilanza. Viene da chiedersi se siano davvero necessarie queste nuove figure professionali. Certo, bisognerebbe almeno provare