Fabbisogno finanziario

Volume dei mezzi finanziari di cui l’azienda deve disporre, a titolo di capitale proprio e/o di credito, per acquisire i fattori produttivi necessari per le operazioni di gestione. II fabbisogno finanziario, nella maggior parte dei processi aziendali, deriva dal normale ciclo delle operazioni, che impone l’acquisto dei fattori produttivi specifici (costi) prima che si realizzi la vendita dei prodotti (ricavi), per cui in parte le uscite monetarie precedono le correlative entrate. Il fabbisogno di finanziamento riguarda il ciclo di operazioni cui dà luogo la combinazione economico-tecnica dei fattori produttivi. In tal senso, essendo connaturale alla vita dell’azienda che mentre un ciclo termina altri inizino, di modo che dal loro sovrapporsi permane sempre in atto un certo numero di operazioni, il fabbisogno finanziario è determinato dal valore delle operazioni in corso di svolgimento e dai programmi di rinnovo e di ampliamento delle infrastrutture aziendali. In relazione alla natura e alla durata, il fabbisogno finanziario si suole suddividere in una parte a carattere costante e in un’altra a carattere variabile. La prima componente è condizionata alla necessità dell’azienda di mantenere in essere costantemente un certo livello di operazioni, mentre la seconda trae origine soprattutto da eventi di natura stagionale o speculativa, i cui effetti cessano solitamente nel breve termine.

Leggi tutto...

I nostri Partner

Banca Profilo
Cnpdac
Deutsche Bank Asset Management
Eurovita
EY
Mercer
Oasi

I più letti di novembre:

Raffaele Lener Vittorio Mirra Luigi Rizzi Daniela Sciullo Alfonso Parziale Carloalberto Giusti Edoardo Rulli Matteo Ghisalberti

Siamo anche:

logo Rivista Bancaria logo Editrice Minerva Bancaria logo Collana MOA logo Economia Italiana