Simona D'Amico

Università di Roma La Sapienza

È assegnista di ricerca in Economia e Gestione delle Imprese presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza".

È docente a contratto di “Tecniche della Promozione” e di “Strategie e Organizzazione della Comunicazione” presso la LUMSA di Roma ed è titolare di contratto integrativo per gli insegnamenti di: “Economia e gestione delle imprese” ed “Economia e gestione delle imprese internazionali” presso la LUISS Guido Carli di Roma.

È ricercatrice presso l’Istituto di Studi Politici, Economici e Sociali “EURISPES” e svolge attività di ricerca e consulenza presso la LUISS Business School.

Svolge attività didattica in percorsi di formazione executive e post laurea.

Ha conseguito il Ph.D. in Management presso l’Università degli Studi di Foggia e i suoi interessi di ricerca si focalizzano su tematiche di brand management, consumer behaviour e customer experience.

È socia della Società Italiana Marketing

Articoli pubblicati su FCHub:

Banche | 20-Nov-2017 | pdf

A partire dalla consapevolezza che la banca, in quanto impresa, per sopravvivere nel lungo periodo deve avere la capacità di mantenere e sviluppare le relazioni con la clientela, i principali Gruppi bancari hanno intrapreso politiche di rafforzamento del marchio, incrementando in maniera rilevante i livelli di brand awareness, tradizionalmente bassi rispetto ad altri settori. Si è passati, così, dall’approccio transazionale, orientato al prodotto, a quello relazionale, o di mercato, in cui il cliente è posto al centro delle scelte strategiche e commerciali dell’impresa.

Banche | 23-Jul-2015 | pdf

Il riposizionamento della Banca Popolare dell’Emilia Romagna, che ha da poco rinnovato la sua brand identity, fornisce lo spunto per una riflessione sul ruolo del marketing nel settore bancario.
Per lungo tempo l’impresa bancaria ha considerato il marketing una funzione assolutamente secondaria rispetto alle altre, forte com’era della convinzione che fossero sufficienti le competenze tecnico-specialistiche per avere successo.
Un orientamento al “prodotto”, questo, che ha mostrato tutta la sua fragilità durante la recente crisi finanziaria, quando è crollata la reputazione dei più noti Gruppi bancari e si è acquisita la consapevolezza che, per sopravvivere nel lungo periodo, occorre porre il cliente al centro delle scelte strategiche e commerciali implementate.

I nostri Partner

Banca Profilo
Cnpdac
Deutsche Bank Asset Management
Eurovita
EY
Mercer
Oasi

I più letti di marzo:

Raffaele Lener Luigi Rizzi Alfonso Parziale Maria Elena Salerno Daniela Sciullo Carloalberto Giusti Alfonso Parziale ON

Siamo anche:

logo Rivista Bancaria logo Editrice Minerva Bancaria logo Collana MOA logo Economia Italiana