Marco Tofanelli

Assoreti


Segretario Generale dell’Assoreti, è Membro del Comitato di Gestione del Fondo Nazionale di Garanzia e Vice Presidente dell’OCF.

È Membro indipendente del Consiglio di Amministrazione di Investire Immobiliare SGR.

È stato Lead Independent Director e Presidente del Comitato Controllo e Rischi di Banca Finnat Euramerica.

È stato membro del Comitato Consultivo e di Coordinamento dell’Associazione Bancaria Italiana (ABI) e del Comitato Consultivo prima del Fondo Tecla e successivamente di Olinda Fondo Shops, fondi immobiliari istituiti e gestiti da Pirelli & C. Real Estate Sgr. E’ stato Membro del Consiglio di Amministrazione di Lux Vide S.p.A..

Ha prestato la propria attività presso la CONSOB occupandosi di problemi di carattere giuridico-societario; ha svolto attività di pratica legale, studio e ricerca presso lo studio legale del Prof. Avv. Agostino Gambino.

Ha partecipato a Gruppi di Ricerca sui mercati finanziari coordinati dal Prof. Gustavo Minervini ed ha collaborato alla I Cattedra di Diritto Commerciale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma “La Sapienza”, Ordinario il Prof. Agostino Gambino.

Autore di saggi su riviste scientifiche, curatore e coautore di volumi per collane sui mercati finanziari, è stato docente a contratto per corso integrativo, Laurea Magistrale, in Diritto dei Mercati degli Intermediari Finanziari, Dipartimento di Economia e Finanza, Luiss, a.a. 2013/2014.


Articoli pubblicati su FCHub:

  • Tofanelli

  • Tutela del risparmio ed educazione finanziaria: azioni ed interazioni

    28-Jun-2017

    Visualizza il pdf

  • La prima protezione dell'investitore è l'informazione. Ma spesso non basta a evitargli scelte sbagliate. Per tutelarlo si rischiano oggi di introdurre regole finalizzate a prevenire condotte poco virtuose a danno del risparmiatore, che finiscono invece per penalizzarlo, restringendo la sua possibilità di scelta. Ben vengano dunque le iniziative delle istituzioni che puntano a sviluppare l'educazione finanziaria: un investitore consapevole e “competente” è un investitore migliore, e aiuta a migliorare la qualità del mercato.

  • Regolazione

  • Tofanelli

  • La società tra consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede: neanche solo una superfetazione

    03-Feb-2016

    Visualizza il pdf

  • Secondo alcune ricostruzioni, dalla MiFID deriverebbe la possibilità che l’attività di consulente finanziario abilitato all’offerta fuori sede dovrebbe potersi svolgere, oltre che individualmente, anche in forma societaria. In Italia, la necessità che il consulente finanziario sia una persona fisica è un momento imprescindibile della riserva all’esercizio dell’attività di offerta fuori sede, che rappresenta un vantaggio competitivo che permette solo ad alcuni soggetti di promuovere e collocare prodotti e servizi al domicilio dell’investitore. Chi richiama la disciplina del tied agent dimentica che la complessiva disciplina italiana dell’offerta fuori sede si atteggia chiaramente quale disciplina dell’attività e non del soggetto, applicandosi alla persona che va fuori sede per conto dell’intermediario, a prescindere dalla sua qualifica di agente o di dipendente (potendo addirittura essere un mandatario). La MiFID disciplina l’agente, non l’attività; non incide in alcun modo sullo statuto normativo del dipendente; non menziona mai l’attività di offerta fuori sede, se non per escluderla dal proprio ambito applicativo, rimettendone così la disciplina alle autonome valutazioni dei singoli legislatori nazionali.

  • Regolazione

  • Tofanelli

  • La Comunicazione Consob sulla distribuzione di prodotti complessi: prove tecniche di product governance (?)

    10-Apr-2015

    Visualizza il pdf

  • Nel corso degli ultimi anni è aumentata in Europa la commercializzazione di prodotti finanziari caratterizzati da profili di complessità che non sempre consentono agli investitori retail la piena comprensione dei relativi rischi e costi. Al fine di mitigare il rischio di asimmetrie informative, la distribuzione di tali prodotti “complessi” è stata recentemente oggetto di particolare attenzione da parte delle autorità di vigilanza a livello comunitario e nazionale. Anche la Consob si è espressa in materia con una comunicazione, ribadendo l’importanza della due diligence effettuata dall’intermediario su tutti i prodotti complessi che intende offrire alla clientela retail, sia nei processi di design e sviluppo, che di successiva commercializzazione degli stessi.
    A tal proposito, ci si chiede se il carattere di “mera” raccomandazione della Comunicazione escluda soltanto nella forma la violazione del divieto di gold plating e se tale intervento sia in realtà riconducibile ad una misura in senso lato di product intervention, manifestazione quindi dell’ approccio paternalistico che rinnega la libertà di scelta degli investitori retail.

  • Regolazione

  • Tofanelli

  • Ivass a bersaglio

    27-Dec-2014

    Visualizza il pdf

  • L’Autorità pubblica l’atteso regolamento sui requisiti professionali degli intermediari assicurativi e riassicurativi. Con un testo che supera le criticità riscontrate nella fase di consultazione. Salvo qualche dubbio operativo

  • Regolazione

  • Tofanelli

  • Come oscilla Il pendolo della regolazione

    11-Oct-2014

    Visualizza il pdf

  • Vuoto normativo e carenza di supervisione sono linfa della crisi finanziaria. Così il legislatore decide di recuperare il tempo perso. E lo fa a colpi di leggi e documenti di consultazione. Come per la prestazione del servizio di consulenza. Che così resta in bilico tra independent e non-independent advice

  • Regolazione

  • Tofanelli

  • Tu chiamala se vuoi nomofilachia

    23-Apr-2014

    Visualizza il pdf

  • La sentenza a sorpresa della Corte di Cassazione sullo ius poenitendi va oltre la garanzia di una uniforme e corretta interpretazione della legge. Creando confusione. E altri costi per gli intermediari

  • Giurisprudenza

  • Tofanelli

  • Quanto pesa la regolazione

    04-Apr-2014

    Visualizza il pdf

  • Semplificare. Sburocratizzare. Flessibilizzare. Tutti bellissimi obiettivi. Ma alla prova dei fatti norme e regolamenti piazzano spesso dei pesanti fardelli sulle spalle degli operatori. Come insegna il caso delle nuove regole Ivass sui requisiti professionali degli intermediari assicurativi

  • Regolazione